Eye icon
"UN MARITO DI TROPPO" ATTORI SPRECATI E RIDICOLIZZATI, FILM TROPPO SCONTATO ED ECCESSIVAMENTE INFANTILE, DOPO 15 MINUTI GIA' SI SA COME ANDRA' A FINIRE...SAPPIAMO FARE MEGLIO ANCHE NOI...
"UN MARITO DI TROPPO" ATTORI SPRECATI E RIDICOLIZZATI, FILM TROPPO SCONTATO ED ECCESSIVAMENTE INFANTILE, DOPO 15 MINUTI GIA' SI SA COME ANDRA' A FINIRE...SAPPIAMO FARE MEGLIO ANCHE NOI... Uma Thurman ORMAI SBAGLIA UN FILM DOPO L'ALTRO, Colin Firth ACCETTA UN PO' TUTTO (PECCATO) E PECCATO PER Jeffrey Dean Morgan ATTORE CON UNA FACCIA MOLTO INTERESSANTE. VOTO 5 -

Globe icon
Fabio Fusco (www.movieplayer.it)
17.11.2010
Una commedia vivace e colorata che, nonostante qualche difetto, scivola verso il finale portandosi via i pensieri di troppo.

Globe icon
17.11.2010
Commedia classica, che non si allontana nemmeno per un istante dai canoni del genere; 5 minuti di risate su un'ora e mezza sono troppo pochi, nonostante il film abbia il pregio di non dilungarsi. Anche le idee del soggetto, per non parlare della banalità della sceneggiatura, sono ridotte all'osso.

Globe icon
Lorenzo Pedrazzi (spaziofilm.it)
17.11.2010
La simpatia di personaggi e interpreti bilancia i limiti della scrittura, la regia di Griffin Dunne garantisce un ritmo discreto e i sorrisi non mancano: pur senza scintillare, nel complesso la commedia funziona.

Globe icon
Sonia Serafini (ecodelcinema.com)
17.11.2010
L’ennesima commedia romantica su grande schermo. Manca di sorprese e una sceneggiatura che lascia a desiderare caratterizza e penalizza il trio di buoni attori.

Globe icon
Elisa Fontana (icine.it)
17.11.2010
Se l’originalità non è il punto forte del film, altrettanto si può dire del cast che, nonostante i grandi nomi, non entusiasma.

Globe icon
Marianna Cappi (www.mymovies.it)
16.11.2010
Siamo nel reame della commedia sentimentale senza contaminazioni di genere, dove i quaranta (anni) sono i nuovi trenta, ma le geometrie sono rimaste quelle e nessuna appare più salda del triangolo. Ciò che spezia questo film e che lo salva dal dimenticatoio è la rappresentanza maschile.

Globe icon
Emanuele Rauco (www.radiocinema.it)
16.11.2010
La sceneggiatura è a suo agio nel giocare con l’ironia, le gag, un sentimentalismo sincero e Dunne ha più ritmo e verve della media delle commedie contemporanee. Il risultato è dignitoso; da elogiare l' irresistibile terzetto d’interpreti, capitanato dalla seducente Uma Thurman

Globe icon
Giulia Oppia (35mm.it)
16.11.2010
Al film manca quel senso di completezza e linearità che le commedie devono necessariamente trasmettere. Ha come delle lacune nella sceneggiatura come se fosse stato tagliato con l’accetta e mal ricucito. La storia, carina, divertente, giustamente surreale per una commedia non è ben sviluppata.

Lascia anche tu una recensione o un commento su questo film!
9
Recensioni
Totali
0%
Positive
0%
Negative