User icon
Filippo Magnifico (ScreenWEEK.it)
10.10.2011
Uno di quei film che si potrebbero benissimo definire “scomodi”. Ma basterebbe andare oltre la semplice apparenza per rendersi conto che ci si trova di fronte ad un titolo che presenta più di un punto a suo favore...

Eye icon
4 VISTO "Zack & Miri - Amore a... primo sesso" che ridere !!! film semplice ma dagli spunti molto divertenti.
4 certo le prime scene fanno sembrare tutto un cinepanettone oltreoceano in realtà è tutt'altro. Perfetta anche Elizabeth Banks che abbiamo visto anche nel drammatico The Next Three Days e in Spider-Man 3 divertente anche il cameo di Brandon Routh a volte il linguaggio sembra eccessivo in realtà il film migliora scena dopo scena... le battute sono sempre migliori... TRA NESSUNO MI PUO'GIUDICARE E FULL MONTY .... e dopo i titoli di cosa la risata continua.... ### scene.... "NON TI SPOSARE MAI....E' UNA M..A...DOPO IL PRIMO ANNO NON CI SI PIACE PIU' E NON SI TROVANO PIU' COSE DI CUI PARLARE" che ridere !!! film semplice ma dagli spunti molto divertenti.

Globe icon
Tania Marrazzo (Silenzio-in-Sala.com)
04.06.2011
Per un pubblico non propriamente eterogeneo, Zack e Miri stupisce per la leggerezza della messa in scena di tematiche piccanti e pruriginose e, nonostante qualche banalità di fondo, risulta comunque un prodotto intelligente senza troppo impegno.

Globe icon
Marco Triolo (film.it)
03.06.2011
“Zack e Miri” è indubbiamente il genere di film leggero e godibile da gustare in un cinema all'aperto, magari sorseggiando una granita. Ma chi si aspetta qualcosa di più di questo potrebbe rimanere deluso.

Globe icon
Roberta Russo (persinsala.it)
03.06.2011
Una commedia divertente con battute sopra le righe e scene che a fatica piaceranno ai romantici per eccellenza.

Globe icon
Maria Pia De Rango (film-review.it)
03.06.2011
Non c’è dubbio che ci sia della volgarità verbale nel copione stilato da Kevin Smith, ma è altrettanto vero che il divertimento non manca.

Globe icon
Andrea Bedeschi (www.everyeye.it)
03.06.2011
Un film che non è carne né pesce, di certo non da buttare, ma incapace d’intraprendere e percorrere con decisione un determinato percorso narrativo: la satira di costume non è abbastanza mordace, viene accennata e poi abbandonata in favore di un sentimentalismo scontato e affrettato.

Globe icon
redazione (www.voto10.it)
03.06.2011
Un film leggero, sfrontato, semplice, ai limiti del volgare, che riesce nel suo intento: far ridere. Semplice, ma non troppo visto che in pochi ci riescono.

Globe icon
Andrea Bedeschi (everyeye.it)
03.03.2009
Sono trascorsi quindici anni dal momento in cui Kevin Smith ha conquistato critica e pubblico con la sua piccola, ma preziosissima, gemma indie intitolata “Clerks”. Costato poco meno di trentamila dollari...

Lascia anche tu una recensione o un commento su questo film!
9
Recensioni
Totali
0%
Positive
0%
Negative