User icon
Gabriele Niola (ScreenWEEK.it)
10.02.2009
Un horror in bilico tra realismo e forti echi paranormali che sebbene ben fatto e scritto lo stesso sembra trovare se stesso solo nel finale

Globe icon
gabriele farina
12.04.2010
Il mai nato è un buon horror, addirittura ottimo per la sua prima metà, almeno fino a quando il mistero viene svelato e comincia la lotta per allontanare il dibbuk (uno di quegli spiriti non accettati in paradiso e vaganti sulla terra alla ricerca di un corpo da possedere).

Globe icon
Filippo Magnifico
05.03.2009
A questo pargolo oscuro basterebbe solo dare una piccola occhiata in giro per rendersi conto che peggio di un film così ci sono solo gli abissi infernali da cui proviene.

Globe icon
Tirza Bonifazi Tognazzi (MyMovies)
26.02.2009
qua e là si odano gli echi lontani de L'esorcista, citato volutamente ma con scarsi risultati

Globe icon
dr. apocalypse (CineBlog)
26.02.2009
Fesserie varie in un film che prometteva di spaventare a morte, finendo per deludere ed annoiare… peccato.

Globe icon
Elvezio Sciallis (cinemahorror)
26.02.2009
Mi auguro che Goyer torni a limitarsi alla sola scrittura di sceneggiature di super eroi, campo nel quale riesce a cavarsela alla meno peggio, e lasci in pace le materie che non conosce.

Globe icon
Francesco Lomuscio (FilmUp)
26.02.2009
Situazioni oniriche che, però, sembrano a lungo andare spingere il pubblico a sprofondare in maniera concreta nel mondo dei sogni

Globe icon
Elvezio Sciallis (LaTelaNera)
26.02.2009
Durante questo soporifero percorso, a cercare di spezzare una noia al tungsteno, intervengono i soliti mezzi narrativi, con abuso di specchi, apparizioni improvvise con volume a palla e tutto il resto dello squallido armamentario che alcuni registi ancora associano all’horror.

Globe icon
Carlo Brunelli (Meltinpotonweb)
26.02.2009
Thriller soprannaturale che scava nel mondo dei non-morti, mescolandosi con la genetica, il nazismo gli esorcismi e la Cabala.

Globe icon
Riccardo Balzano (Trailersland)
11.02.2009
Nulla di nuovo in questo polpettone orrorifico, tra esorcismi, inquieti bambini e misteriosi omicidi.

Globe icon
Marco Lucio Papaleo (everyeye.it)
10.02.2009
Nella mistica e nella mitologia ebraica si parla a più riprese del Dybbuk, sorta di anima dannata condannata al limbo ma che non si rassegna alla propria sorte: insinuando paura negli esseri umani, cerca di prenderne possesso per poter vivere la vita che gli è stata negata.

Lascia anche tu una recensione o un commento su questo film!
11
Recensioni
Totali
0%
Positive
0%
Negative