La bella addormentata nel bosco
La bella addormentata nel bosco
Data Uscita: 01 Dicembre 1959
(USA • 1959) Sleeping Beauty
Eye icon
SI narra la storia di Aurora. Durante i festeggiamenti per la neonata, la gioia dei genitori si perde quando si presenta nel regno Malefica che, offesa per il mancato invito al battesimo della piccola, promette la morte della piccina entro il sedicesimo compleanno.
« La principessa, in vero, crescerà in grazia e bellezza. Amata da tutti coloro che la circondano. Ma... prima che il sole tramonti sul suo sedicesimo compleanno, ella si pungerà il dito con il fuso di un arcolaio e morrà! » uno stupefaciente cartone animato firmato disney..

Globe icon
Valeria Barbera
26.12.2010
Un classico degli anni cinquanta che segue lo stereotipo della principessa disneyana dell'epoca, ma che oltre al technirama non offre novità creative tali da renderla memoriabile.

Eye icon
In un regno lontano un re e la sua regina concepiscono una bimba di nome Aurora.Per festeggiare l'evento organizzano un ricevimento.Ciascuno degli invitati omaggia la piccola con magnifici doni;Malefica invece scaglia su di lei un terribile maleficio.
La Bella addormentata nel Bosco, una fiaba in apparenza come tante, a tratti prevedibile ma capace di emozionarci grazie al sapiente intreccio di immagini fantastiche ed elementi densi di una filosofia di vita. La storia ruota intorno alla figura di Aurora, una giovane fanciulla che al compimento del sedicesimo anno colpita da una terribile profezia si punge con un fuso cadendo in un sonno profondo. L'autrice del maleficio nonchè antagonista della storia è una strega che incarna il sentimento dell'invidia e se vogliamo della rivalità tra donne, un tema che ricorre spesso nella vita di tutti i giorni. Come in tutte le favole anche qui c'è un lieto fine: un principe giunto a cavallo da chissà dove risveglia la Bella con un bacio sciogliendo il sacrilegio. Quante volte ci siamo ritrovate a sognare ad occhi aperti una storia così? Un uomo bello, carismatico e in carriera pronto a sconvolgerci l'esistenza salvandoci da una noiosa quotidianità. Non si tratta di una semplice fiaba raccontata ai bambini per farli addormentare, la Bella Addormentata nel Bosco è molto di più; un racconto legato ad un'atmosfera particolare, irrimediabilmente datata ma capace di trasmetterci spunti di riflessione sempre attuali. I sogni rappresentano i nostri desideri più profondi, inconsci e chi sa sognare attraverso questo splendido racconto è in grado di realizzare anche il più recondito desiderio...

Eye icon
una storia particolare
la storia della bella addormentata contiene tutti i topoi tipici della favola: un principe, una principessa che non sa di esserlo, l'amore, delle fatine, la fata cattiva, il lieto fine. A differenza però di tante altre favole questa ha il gusto del gotico: la principessa aurora che precipita nel buio, metafora del peccato, pungendosi con un fuso. La punizione sarà la non-vita, da cui solo il coraggio del principe, che dovrà sconfiggere anche un drago, potrà svegliarla.

Eye icon
Aurora subisce il sortilegio della perfida Malefica ma la buona fata Serenella le da in dono la possibilità di non morire ma di cadere in un sonno profondo "dal quale si potrà risvegliare solo attraverso il bacio del vero amore".
Un classico lungometraggio della Disney. Originale in tutte le sue versioni.

Eye icon
"La bella addormentata nel bosco" ... un classico senza tempo amato da grandi e piccini. La costante contrapposizione fra bene e male si dipana fra fate buone, un sortilegio malefico, una bellissima principessa e un principe dal bacio incantato...
"La bella addormentata nel bosco" è indubbiamente uno dei classici di casa Disney più amati e fà quasi sorridere pensare che nel lontano 1959 (anno d'uscita della pellicola) fu un grande flop. Divenne il successo che tutti conosciamo solo successivamente. Da poco la pellicola è uscita sul mercato dopo un restyling che l'ha fatta sbarcare in formato blu-ray disc, primo fra i classici Disney. Il colosso americano cede all'alta fedeltà e regalandoci un cofanetto doppio degno di nota. Nel primo disco troviamo la classica favola che tutti conosciamo (tratta da Perrault e dal balletto di Tchaikowsky), ma completamente restaurata da un team di specialisti del settore... dal video sono scomparsi graffi e rumori vari prestando una particolare attenzione anche ai colori che ci permettono di avere nitidezza e ricchezza di dettagli/particolari anche negli sfondi. Da sottolineare anche i tanti contenuti extra del secondo disco. Oltre ai 3 giochi abbiamo ben 14 tracce fra approfondimenti, materiale inedito e documentari.

Eye icon
Aurora nasce in un reame beato. Lei è fantasticamente bella e dolce ma la strega MALEFICA la costringe al sonno. Prima che il maleficio si manifesti la bella ragazza è protetta da 3 fate che le hanno donato tante qualità. Chi romperà l'incantesimo???
Ottima restaurazione dal sapore retro quella dell'ultima edizione restaurata de LA BELLA ADDORMENTATA NEL BOSCO L'esaltazione dell'immagine, la nitidezza dei movimenti, la pulizia del suono ottimizzano gli elementi classici della fiaba e... finalmente direi!! Nulla di più desiderato da piccini e adulti per far sognare i primi e rasserenare le rughe di tensione dei secondi. Senza cadere nella scurrilità o nella violenza questa favola vuole esaltare il prezioso valore dell'eleganza, della bontà e della leggiadria (qualità a cui tutte tendiamo) di Aurora talmente tanto perfette da scatenare le invidie della Stregaccia Malefica (quante di noi hanno un' "amica" stregaccia malefica???). Ecco il maleficio: meglio toglierla dalla piazza e addormentarla per sempre. Nel frattempo le tre ziette fatine proteggono la pulzella dai capelli d'oro e dalla voce d'usignolo. Sante zie zitelle!! Anche se il maleficio si compie c'è il bel principe che la risveglia con un bacio! L'amore trionfa, l'amore vince sul male. L'amore è il motore del mondo. Ehhhh, fosse tutto così semplice...!

Eye icon
Un indimenticabile classico Disney dove il bene trionfa sempre sul male. Nel canovaccio non mancano le fate buone, la malvagia Malefica, la bellissima Principessa, un sortilegio mitigato da una delle fate madrine e immancabilmente un Principe che col suo bacio farà tornare in vita la ragazza.
Anche la Disney cede all'alta difinizione e restaura la pellicola de "La bella ddormentata nel bosco" proponendola in formato blu-ray disc; uscita nel lontano 1959 fu un autentico flop... 6 anni di lavoro e una spesa di 6.000.000 di dollari portarono un incasso inferiore alla metà. Soltanto successivamente la pellicola, basata su una favola di Perrault e balletto di Tchaikowsky, fu eletta a classico Disney. Il cofanetto, uscito da poco in edizione limitata, si compone di 2 dischi; sul primo troviamo la favola dal nuovo "look". Una commissione di restauro ha provveduto a togliere graffi, grana e rumori vari ottenendo scene ricche di dettaglio e particolari prestando anche una grande attenzione al colore che risulta naturale e nitido. E' stata restaurata anche la colonna sonora, ma purtroppo il lavoro migliore è stato fatto su quella in lingua originale dove l'età della pellicola si avverte solo nei dialoghi. Il secondo disco è una vera manna per gli appassionati del mondo Disney; troviamo ben 3 giochi che faran la felicità dei nostri bimbi, ma sopratutto 14 contenuti extra fra cui documentari, materiali inediti e approfondimenti. Da ricordare (giusto per citarne alcuni) il tour virtuale nel castello della Principessa Aurora, il documentario "quattro artisti disegnano un albero" in cui lo stesso W. Disney ci porta a conoscere i suoi disegnatori oppure anche la prima trasmissione televisiva con tentativo di audio sterofonico sempre presentata da W. Disney in persona. Insomma, un cofanetto immancabile nella videoteca di ogni famiglia... il primo passo Disney nel mondo dell'alta definizione.

Eye icon
Povera principessa si punge con il fuso, cade addormentata, penserà un bel principe a svegliarla ed a renderla felice per sempre ....
Ho visto questo cartone molte volte, sia durante la mia infanzia che con mio figlio molti anni fa ..... a lui piaceva molto ed allora l'abbiamo visto, rivisto e stravisto. Devo confessare che non è il mio preferito, un po' troppo melenso per i miei gusti. A dire la verità non amo che le favole vengono rivisitate, preferisco le versioni originali. Il cartone, se lo si considera dal punto di vista artistico, considerando che fra poco compirà 50 anni, è molto bello. Il disegno, l'ambientazione, il copione ed anche le musiche, tutto è perfetto, calligrafico ..... ma non mi fa scattare la scintilla .... Qualche tempo fa avevo letto un'analisi psicologica di questa favola ovvero che si potrebbe leggere la storia come passaggio dalla fase infatile a quella adulta, il sonno, il bacio etc etc. Preferisco guardare un film senza pensare a problematiche complesse, meglio lasciarsi cullare dalle storie, se possibile partecipare agli avvenimenti che accadono sullo schermo ed immedimarsi nelle situazioni. Per concludere, un film da vedere con i propri figli. Spero, considerando anche il periodo prenatalizio che possiate vivere felici e contenti per il resto della vostra vita .... come la principessa Aurora ed il principe .......

Eye icon
chi non conosce la favola della bella addormentata? Il re Stefano e sua moglie desiderano una bambina. Nasce loro un'erede cui danno il nome di Aurora. Ma la strega Malefica, offesa per il mancato invito al battesimo della piccola, promette la morte alla piccina entro il sedicesimo compleanno.
Un film che ho visto e rivisto da piccola imparando a memoria tutte le canzoni. Ora lo faccio vedere alla mia bimba di due anni che ne va pazza. Un evergreen della Disney: come non adorarlo?

Eye icon
La principessa Aurora da piccola è stata maledetta dalla strega Malefica, a 16 anni punta da un fuso, cadrà per sempre in un sonno profondo. Così 3 fate la sorveglieranno, ma un giorno la profezia si avvera, finchè non arriverà il principe che la salverà con un bacio.
La bella addormentata nel bosco è uno dei classici Disney che hanno segnato la storia dell'animazione. Credo che quasi tutte le bambine abbiano sognato, almeno una volta nella vita, vivere una storia fantastica come questa. E tutto grazie al tocco dei disegnatori, che hanno curato nei minimi particolari questo capolavoro e alla colonna sonora, chi non ha mai canticchiato il motivetto? Per concludere questo classico non ha nulla da invidiare alle sofisticate tecniche digitali odierne.

Eye icon
chi di noi non ha voluto essere Aurora/Rosaspina?
La bella addormentata era una delle mie principesse preferite..e adesso lo è di mia figlia che aggiunge il nome Aurora al suo quando le chiedono come si chiama :) la protagonista ovviamente ha tutto quello che serve per entrare nei cuori delle bimbe.. bei capelli, bella voce e un bel principe che è proprio Destino che debba sposare. E ovviamente il male viene sconfitto dal baldo giovane che spezza il crudele incantesimo grazie al bacio del vero Amore. Una storia senza tempo che sono sicura non resterà mai dimenticato.. dal cinema, ai vhs passando dal dvd fino al blue ray per arrivare chissà dove :)

Eye icon
Invidiosa della felicità e della bellezza della principessa Aurora,la strega Malefica le lancia una maledizione:il sonno eterno. Grazie all'aiuto delle tre fate madrine,il sortilegio verrà spezzato con il bacio di un principe innamorato,pronto a sfidare la terribile strega.
La bellezza e la bontà della principessa Aurora si scontrano con l'inevitabile invidia e cattiveria della strega Malefica. Ma alla fine,l'amore del principe Filippo con l'ausilio delle tre fate madrine trionfano. Un sottofondo romantico con valori educativi sempre molto attuali per i bambini di ieri e di oggi.

Eye icon
UN GRANDE CARTONE!!!!
questo film mira ad attrarre veramente un pubblico di ogni età molto migliorato,nei colori più moderni e scene molto più attrattive all'occhio anche dello spettatore più inesperto. comunque anche avendo scritto questa breve recensione mi sento di dire LA PIù BELLA RECENSIONE SAREBBE QUELLA DI UN BAMBINO CHE ANCORA NON CONOSCE IL MONDO DEL CINEMA,E IL MONDO DELLA VITA REALE. IL FILM SICURAMENTE RIESCE AD ESALTARE LA SUA GRANDEZZA NEI SUOI OCCHI INESPERTI!!!!

Eye icon
La trama è tratta da una storia di Charles Perrault e narra di Aurora maledetta dalla strega Malefica.Vive in un bosco con 3fate,ma proprio nel giorno fatidico la profezia si avvera.Il principe Filippo la salverà con il famoso bacio.
Questo cartone animato della Disney,per onestà personale,non posso dire che sia stato quello che ha riscosso il maggior successo e non è neppure quello più originale,avendo tanti elementi in comune con Biancaneve,però è divenuto comunque una fiaba che non si dimentica,che risulta vincente alla prova del tempo e in grado di travalicare attravero le generazioni successive.Un grande merito và ai disegnatori che hanno saputo curar bene ogni fotogramma,rendendolo un capolavoro e come non citare,a mio avviso,i personaggi più simpatici:le 3 mitiche fatine Flora,Fauna e Serena, goffe e simpatiche,combinatrici di pasticci,ma sempre pronte a combattere contro la cattivissima Malefica, potente, malvagia, e soprattutto invidiosa di Aurora che,invece, è dolce e gentile,sognatrice e romantica e dotata di una bellezza e grazia disarmanti ed irresistibili.Perfetto è il cambiamento cromatico,utilizzato dalla Disney,che riesce ad accentuare il candore e la purezza di Aurora e a contrapporle l'oscurità e tenebrosità di Malefica.Che altro dire,provate un pò tutti a sognare lasciandovi conquistare e trasportare dall'emozionanete visione di questo film !

Eye icon
La principessa Aurora è costretta a nascondersi nel bosco nella casetta delle fatine Flora, Fauna e Serenella per sfuggire alla maledizione della strega Malefica che, il giorno...
... del suo battesimo, le ha inflitto il seguente maleficio: prima che il sole tramonti sul suo sedicesimo compleanno, si pungerà con un fuso e morirà. Nonostante tutto Aurora non riesce a scampare all'incantesimo e si addormenta... ...Il principe Filippo, spinto dall'amore per la fanciulla, sfida ed uccide la perfida Malefica e ridona la vita ad Aurora risvegliandola con un bacio appassionato. Se il vecchio Walt ci ha messo tutto se stesso in questo film, dedicandogli ben sei anni di lavorazione,un motivo ci sarà pur stato... è un capolavoro dell'animazione, soprattutto se si pensa che all'epoca l'uso del computer era quasi sconosciuto. La storia è semplice(e tra le più romantiche della favolistica!) ma alla fine è stata trasformata in un film capace di coinvolgere pienamente anche i non appassionati! Sensazionale il personaggio di Malefica che davvero incute timore, senza parlare dei tetri ambienti del suo castello...da brivido! Super simpatica la fatina Serenella e altrettanto si può dire per il re Umberto. Il film è pieno di scene humor,da segnalare quella del paggio di corte che beve vino dal mandolino sotto il tavolo! E infine un particolare elogio al primo piano di Aurora dormiente... davvero la Bella Addormentata nel bosco!

Eye icon
Aurora, la bella addormentata a causa di un incantesimo, viene svegliata dal bacio di un principe ....
Questo film mi rimanda alla mia giovinezza ed al primo film che ho visto con mio figlio ..... Sleeping Beauty è tratto da una favola di Charles Perrault. In questo cartone sono presenti tutti gli elementi classici delle favole: il cattivo / il male, in questo caso, la strega che ha lanciato sulla bimba una maledizione: al compimento del XVI compleanno si pungerà con un fuso e morirà. I buoni / il bene, le tre fatine che cercano di attenuare la maledizione trasformandola in un sonno simile alla morte. Il cavaliere senza macchia e paura: il principe che la risveglierà dal sonno. La storia è semplice: Aurora, naturalemente una principessa, viene colpita nella culla da una maledizione da parte di Malefica, perfida strega I genitori, naturalmente un re ed una regina, per cercare di sviare il fato l'affidano a tre fate buone. Aurora vive spensierata la sua infanzia e giovinezza in compagnia degli animaletti del bosco. Il destino però è in agguato ed al compimento del sedicesimo compleanno, spinta dalla curiosità, entra in una stanza in una torre dove una vecchina sta filando, prova ad usare il fuso e si punge (naturalmente la vecchina è la maga malefica). Aurora cade in un sonno profondo ed anche tutti gli abitanti del castello (potrà essere risvegliata solo attraverso il bacio del vero amore, controincantesimo delle 3 fate buone) Il principe, che si era innamorato di Aurora avendola incontrata nel bosco, sfida la strega, vince il duello e baciandola la risveglia ....... Il castello riprende a vivere e ...... vissero per sempre felici e contenti.

Eye icon
piacevole classico
rimane un classico anche se restaurato da guardare con i nostri bambini anche per renderli partecipi dei film che hanno segnato la nostra generazione una trentenne

Eye icon
re stefano e la sua regina hanno una bimba,aurora.al suo battesimo non invitano malefica!la perfida strega scaglia una maledizione:prima di compiere 16 anni aurora si pungerà la mano toccando un arcolaio e morrà,la fatina tramuta la morte in un sonno profondo.aurora spinta dalla strega si punge
la più bella tra tutte le principesse disney,una grande storia d'amore ma anche un agrande storia di amicizia. il principe poi,il più coraggioso di tutti i principe. adatto ai piccoli ma anche ai grandi.

Eye icon
C'era una volta... una fiaba Disney in cui cui puoi immergerti e sognare, ma senza dimenticare che all fine di ohni biaba c'è la morale da cui imparare qualcosa.
Se i ci sembravano meravigliosi prima nella versione restaurata sono un incanto, dove i personaggi sono ancora di più simili a come li aveva concepiti Disney. La fata Serenella da una chiave di salvezza alla bella addormentata "dal quale si potrà risvegliare solo attraverso il bacio del vero amore". Un'ora e 15 minuti di sogno, più grandi contenuti imperdibili dal passato, gallerie d’immagini. Senza dimenticare la musica..

Eye icon
La strega Malefica infuriata per non essere stata invitata al battesimo di Aurora, la bella principessa, irrompe durante la cerimonia e lancia una maledizione...
A 16 anni Aurora si pungerà un dito e si addormenterà, per poi morire... Solo il bacio del suo principe potrà spezzare l'incantesimo. Una favola molto significativa, attuale e moderna sebbene scritta molti anni fa. Bellissimi i disegni e le musiche. Una favola che può insegnare molto ai bambini. una favola che commuove gli adulti. In una favola c'è sempre una morale ed anche qui non è da meno. Pensare sempre agli amici, ma soprattutto ai nemici. Basta poco per scatenare la furia di una persona. Il bene trionfa sul male, bisogna solo crederci...

Eye icon
La bella addormentata nel bosco
La principessa Aurora, in culla, è stata maledetta dalla strega Malefica: al compimento del sedicesimo anno, punta da un fuso, sarebbe morta (o caduta per sempre addormentata). Per questo viene tenuta nascosta in un bosco con tre fate, ma proprio il giorno fatidico nessuno la sorveglia e la profezia si avvera. Il principe Filippo la salverà con il famoso bacio

Eye icon
4 La bella addormentata nel bosco non è soltanto un cartoon dove il trionfo dell'amore, il coraggio, l'amicizia, la forza della giustizia sono i protagonisti che allietano un pomeriggio dei nostri bambini, ma è in antagonismo, una visione globalizzata della vita adulta.
4 La bella addormentata nel bosco non è soltanto un cartoon dove il trionfo dell'amore, il coraggio, l'amicizia, la forza della giustizia sono i protagonisti che allietano un pomeriggio dei nostri bambini, ma è in antagonismo, una visione globalizzata della vita adulta. Una figlia, Aurora, tanto desiderata e arrivata dopo molto tempo, è per il bambino un dono di Babbo Natale come per l' adulto è un dono divino. L'unione di due famiglie dello stesso ceto sociale, è per il bambino l'amicizia tra due coetanei come per l' adulto è la garanzia di un solido futuro patrimoniale e sociale. Bellezza e voce dolcissima, doni delle due fatine Flora e Fauna, sono per il bambino caratteristiche neutre e terziarie che hanno tutti i bambini, come per l' adulto sono le caratteristiche ricercate assiduamente tramite fitness, chirurgo e dieta. La strega Malefica con la sua maledizione, è per il bambino la persona che dice di NO alle sue richieste come è per l' adulto il vicino fastidioso, il capo angoscioso, la suocera invadente, la moglie esigente. La fatina Serena è per il bambino il SI dopo il NO come è per l'adulto il 27 del mese, la vincita al lotto, l'euro raccolto. I lunghi anni d'attesa, sono per il bambino una noia, come per l'adulto sono le rate del mutuo prima della sua estinzione. Il principe Flippo, è per il bambino il cavaliere coraggioso che vuol salvare la sua amata, come per l'adulto è salvare il proprio matrimonio o salvare se stessi dal proprio matrimonio. La battaglia tra Filippo e Malefica, è per il bambino un momento d'azione, un gioco divertrente, come è per l'adulto l'insieme di mille difficoltà quotidiane inizate al mattino e finite alla sera. Il bacio d'amore, è per il bambino una coccola e il lieto fine, come per l'adulto è il bacio della dea bendata tanto cercata, l'ultima bolletta pagata, la vacanza prenotata. Insomma...la bella addormentata nel bosco è la fiaba per il bambino come la realtà per l'adulto.

Eye icon
Favola per tutti ! Divertente e simpatica!
Il re e la regina attendono con ansia la nascita della loro primogenita Aurora da tanto attesa. Per il suo battesimo organizzano una grande festa a palazzo alla quale vengono invitate solo 12 delle fate del regno. La tredicesima la più cattiva risentita per l’affronto decide di presentarsi al palazzo e per vendetta , risentita per il mancato invito, lancia una maledizione sulla fanciulla che l’avrebbe vista morta entro il sedicesimo anno di età. Per evitare la maledizione della strega Malefica (prima del sedicesimo anno si pungerà con un arcolaio e cadrà in un sonno eterno), la principessa Aurora viene mandata nel bosco con tré fate buone, Flora, Fauna e Serenella, che però non impediranno alla profezia di compiersi ma riusciranno a trasformare la moorte in un lungo sonno. Toccherà al principe Filippo uccidere la strega e con un bacio risvegliare la sua promessa sposa. Ispirato alla favola di Charles Perrault, è il film che ha avuto la più lunga gestazione di tutta la produzione Disney a cartoni (sei anni di lavoro). Personaggi simpatici e divertenti , uccellini canterini.. insomma una favola per stare insieme con la propria famiglia.

Eye icon
la bella principessa che viene maledetta da una vecchia strega , ma alla fine viene salvata dsl pricipe azzurro
è la fiaba più bella!! la principessa che viene salvata dal principe azzurro, un sogno che si fa ancora oggi nonostante tutto!!!!!!!

Eye icon
La principessa Aurora è costretta a nascondersi nel bosco nella casetta delle fatine Flora,Fauna e Serenella per sfuggire alla maledizione della strega Malefica che, il giorno del suo battesimo, le ha inflitto un maleficio.
La bella addormentata nel bosco è un capolavoro dell'animazione sia dal punto di vista della storia e sia per la scenografia e per gli effetti speciali. La storia è semplice ma alla fine è un film capace di coinvolgere pienamente anche i non appassionati. Mitiche le 3 fatine e anche Malefica la cattiva per eccellenza una delle migliori cattive Disney. Voto 10

Eye icon
la favola è nota a grandi e piccini
soprattutto le mitiche fatine, sono ineguagliabili!

Eye icon
Si festeggia la nascita della piccola Aurora, quando arriva la strega che lancia una maledizione: a sedici anni la giovane si pungerà con un fuso e morirà. La fatina tramuterà la morte in un sonno profondo che finirà quando la principessa sarà baciata dal principe dei suoi sogni.
La bella addormentata nel bosco è una storia che fa sognare tutte le bimbe anche quelle ormai cresciute. Le musiche sono molto belle, soprattutto la canzone che Rosaspina canta nel bosco circondata da animaletti, così dolce da far innamorare il principe Filippo. Le vere protagoniste sono le 3 fatine pasticcione. Sono loro che allevano nascoste nel bosco la piccola principessa, come delle semplici contadine, loro che con le bacchette magiche muovono scope e spazzoloni, creano abiti da sogno e dolci a più strati, loro che liberano il principe dalla prigionia e gli donano la spada con cui sconfigge la strega Malefica tramutata in uno spaventoso drago. Il film uscì nel 1959 e fu una delle produzioni più costose della Disney, che in verità fece fiasco al botteghino. Le pagine di un libro prezioso si aprono per farci entrare nel mondo incantato di questa fiaba, che si chiude con il magico ballo di Aurora e del suo principe, che ancora oggi ci fanno sognare.

Eye icon
C'era una volta una bellissima principessa di nome Aurora segnata da una terribile maledizione: la puntura di un fuso l'avrebbe fatta cadere in un sonno eterno. Solo il bacio del bel principe Filippo potrà risvegliare la principessa addormentata..ma...
Come resistere alla magia dei classici Disney? E’ impossibile; ed è impossibile resistere al fascino de “La bella addormentata nel bosco”, in cui una strega cattiva, per non essere stata invitata dal re alla festa in onore della neonata principessa, scaglia contro una tremenda maledizione: al compimento del sedicesimo anno si sarebbe punta con un fuso e sarebbe morta. La tecnica qui rasenta la perfezione, come del resto è consuetudine per tutti i Disney prima maniera: ogni inquadratura assomiglia ad una miniatura trecentesca (non a caso più volte si fa riferimento al Quattordicesimo secolo, sebbene la storia si svolga in un luogo senza tempo); ogni particolare è curato con cura maniacale, perfino le ombre, se ci fate caso, sono assolutamente realistiche e coprono i personaggi anche solo per una frazione di secondo, proprio come nella realtà. Nulla è lasciato al caso, ennesima prova che un lungometraggio animato è tutt’altro che follia, come lo stesso Disney aveva già dimostrato qualche anno prima con “Biancaneve e i sette nani”. Qual è la differenza tra quel Disney e quello di oggi? Il primo è capace di commuoverti e di emozionarti senza particolari artifici, ma con la naturalezza dei movimenti, delle storie, con la cura del particolare; il secondo, invece, ha bisogno di tutta la tecnologia oggigiorno disponibile, senza tuttavia raggiungere neppure un decimo dei risultati dei classici. Alzi la mano chi non ha mai avuto paura ogni volta che compare la strega Malefica: perfino alla mia veneranda età devo ammettere che inquieta, con la sua bellezza luciferina e quelle sue corna diaboliche, con il suo mantello nero e il corvo sulla sua spalla. Qui tutto è fiaba: non c’è spazio per il quotidiano né per il banale. Ci facciamo rapire dalle magie dei buoni e dei cattivi e piombiamo, come i cortigiani del re, in un sonno profondo della ragione, dove tutto è possibile, purché si abbia una bacchetta magica.

Eye icon
La favola narra della principessa Aurora che è vittima dell'incantesimo della strega cattiva Malefica, il quale prevede che al compimento del suo 16° compleanno cada in un sonno profondo possa essere risvegliata solo dal bacio del vero amore. Il principe la salva e sconfigge la strega.
La Bella Addormentata nel Bosco è una delle mie fiabe preferite fin da piccola, perchè non c'è al mondo una bambina (ma anche ragazza o donna)che non sogni abiti eleganti e un lieto fine, ovviamente con il principe azzurro. Ognuna di noi vorrebbe vivere la favola della principessa Aurora: avere tre fate madrine come Flora, Fauna e Serenella, essere salvata e risvegliata da un sonno profondo con il bacio del vero amore da un principe coraggioso, il quale riesce a sconfiggere la strega cattiva portando in salvo la bella principessa. Allora... chi di noi non ha mai sognato tutto questo, e vivere per sempre felici e contenti?

Eye icon
Offesa dal mancato invito a palazzo per la nascita dell'erede al trono,una fattucchiera getta un maleficio sull'infante.Tra fate madrine,boschi incantati il superamento della prova più complessa: la scoperta di sè.Una favola anticamente moderna
Ufficialm.riadattato dalla fiaba di Perrault,soundtrack completam.riarrangiata sull'omonimo balletto di Tchaikovsky,1°film di animaz.ad esser realizzato in Technirama,costato 6milioni di $,ultimo film supervisionato direttamente da zio Walt,la Bella Addormentata,vanta ben 3primati nel suo genere: 1.nonostante i 6anni di lavoro e l’ottima equipe,la pellicola è stata in grado di ridurre letteralmente in bancarotta la Disney,(che da quel momento non solo abbandona i classici fiabeschi per i più borghesi e sicuri lidi de La Carica dei 101 e Gli Aristogatti,ma anche i costosi e“sporchi”fondali/quadro per una più“pulita”ed economica tecnica di animazione,la Xerox,vera e propria avanguardia per l’epoca). 2.seconda per intensità e presenza scenica,sola a M. me Medusa e Lady Tremaine,nella hit dei duri Disneyani,la fattucchiera Malefica è l’indiscussa protagonista di 1lungometraggio“piatto,semplicistico e poco scorrevole”,(questi i lapidari quanto unanimi commenti della critica):fredda e celebrale,sicura ma non spavalda,Malefica incanta e trascina e seduce lo spettatore,come la sua musa ispiratrice(oltre che voce originale),l’indimenticabile Elenor Audley. 3.in un contesto storico e politico ove la donna è solo maternità e femminilità discreta,(siamo negli anni’50),Disney osa dar corpo ad 1 sorta di movimento prefemminista,(avviato già in Cenerentola),ponendo il“sesso debole”al centro della scena, ma come oggetto di desiderio,di controllo e di conflitto,usando un antico luogo simbolico della trasmissione culturale moderna,e facendole far fronte al superamento della prova più complessa: quella della modernità, quella del voler cambiare lo status a cui è relegata,riposizionando nel panorama sociale il suo ruolo. A ben 50anni dal suo esordio,il ritorno sulle scene dell’eroina più sensuale e malinconica delle fiabe,a quanto pare si presenta tutt’altro che un semplice amarcord per(ex)bambine dall’aria intellettuale e 1po’ageè

Eye icon
C’era una volta un re a una regina. Dopo una lunga attesa nasce finalmente una splendida bambina a cui danno il nome di Aurora. Il re per festeggiare il battesimo della principessa invitò 12 fate del regno tralascandone 1 la più malvagia, la quale volle vendicarsi per l'affronto subito.
C’era una volta un re a una regina molto tristi perché non avevano bambini. Dopo una lunga attesa nasce finalmente una splendida bambina a cui danno il nome di Aurora. Poiché il re aveva solo 12 piatti d’oro alla festa di battesimo invitò 12 fate, cioè quelle del regno meno una, la più malvagia. Ognuna delle 12 fate diede dei doni preziosi alla bambina . Mentre erano li a festeggiare apparve la tredicesima fata , che furente per il mancato invito lanciò un anatema verso la piccola. La principessa sarebbe morta il giorno del suo sedicesimo compleanno pungendosi a un fuso. Si fece avanti la dodicesima fata che non aveva ancora fatto il suo dono e trasformò il maleficio dalla morte a un sonno profondo lungo 100 anni il cui risveglio sarebbe avvenuto grazie al bacio di un principe…. Il film è presentato con un nuovo master digitale. Il sonoro rimasterizzato in DTS 5.1 è di buona qualità, molto superiore alla precedente edizione in dvd e, per il restauro del commento musicale, si è fatto uso dei nastri magnetici delle sessioni originali di registrazione, ottenendo un multicanale 7.1 per l'inglese. La Disney ci ha messo ben sei anni di lavorazione per realizzare questo capolavoro dell'animazione, soprattutto se si pensa che all'epoca l'uso del computer era quasi sconosciuto. La storia è semplice(e tra le più romantiche della favolistica!) ma alla fine è stata trasformata in un film capace di coinvolgere pienamente anche i non appassionati! Spettacolare è il personaggio di Malefica che davvero incute timore, senza parlare dei tetri ambienti del suo castello...da brivido! Simpaticissima la fatina Serenella e e il re Umberto. Il film è pieno di scene humor,da segnalare quella del paggio di corte che beve vino dal mandolino sotto il tavolo! E infine un particolare elogio al primo piano di Aurora dormiente... davvero una Splendida Bella Addormentata nel bosco!

Eye icon
Desiderosi da tempo di avere un bambino, il re Stefano e la sua regina riescono finalmente a concepire Aurora, Ma durante i festeggiamenti per la nascita, la strega Malefica, indispettita per non essere stata invitata, lancia una maledizione sulla piccola
Fu il primo film ad essere girato in Technirama 70, un sistema di ripresa brevettato dalla Technicolor basato su tre strisce separate di negativo, uno per ogni colore base, ed una lente anamorfica che unisce i vantaggi del Vistavision e del Cinemascope, col risultato di immagini ultra nitide in proiezione (tra gli altri celebri film girati con questo sistema, “Il Gattopardo” di Luchino Visconti e “Spartacus” di Stanley Kubrick).

Eye icon
C'era una volta una bellissima principessa di nome Aurora segnata da una terribile maledizione: la puntura di un fuso l'avrebbe fatta cadere in un sonno eterno. Ma le sue madrine scoprono il modo per rompere l'incantesimo. Un bacio del bel principe la potrà risvegliare
Il film nel ‘59 non ottenne il grande successo di pubblico dei suoi predecessori e fu ritenuto un flop: costato per allora l’ astronomica cifra di sei milioni di dollari e sei anni di lavorazione, ne incassò solo la metà, portando la Disney sull’orlo della bancarotta. Venne riscoperto e riabilitato a "grande classico" solo in seguito.

Eye icon
“La bella addormentata nel bosco” non mira solo ad essere visto da bambini, ma da un pubblico più vasto.
E’ una fiaba alla quale sono molto affezionata, anche se non è la mia preferita. Mi riporta alla mia infanzia, a quando si sognava di incontrare il Principe Azzurro… Mi piacciono da impazzire le fiabe romantiche, se poi ho voglia di fantasticare, allora mi guardo un bel cartone animato firmato Disney. Il film “La bella addormentata nel bosco” è stato recentemente restaurato e lo possiamo ammirare in dvd in un’esplosione di colori e particolari restaurati, come la pittura medievale e la tappezzeria, ma anche le miniature e ed i paesaggi stilizzati. “La bella addormentata nel bosco” non mira solo ad essere visto da bambini, ma da un pubblico più vasto. Alcuni potrebbero dire che Walt Disney abbandonato tutti i simulacri d’arte di alta qualità dopo Fantasia, ma credo che queste persone sbaglino. L’ambiente da favola si rifà al romanticismo medievale, persino gli animali sono ridotti al minimo, anche se dobbiamo dire che l’animazione è come in tutti i film Disney superba. Anche se non ha il calore di Biancaneve o di Pinocchio, La Bella addormentata rimane comunque un capolavoro e sarà probabilmente più apprezzato dagli adulti che non hanno mai dimenticato la magia e il romanticismo delle fiabe tradizionali.

Eye icon
"Classico" della Disney del 1959.Qualche anno prima,nel 1951,due personaggi un pò strampalati,avevano detto ad Alice:comincia dal principio e quando arrivi alla fine...fermati.
Piccolo e costoso prodigio di tecnica,almeno per i mezzi dell'epoca,quando uscì,nel 1959,la bella addormentata nel bosco fu un flop assolutamente memorabile.Rivalutato poi nel corso del tempo,come spesso accade,ha ormai il suo posto stabile tra i classici di casa Disney.Eppure,la freddezza con cui fu accolto al suo esordio è del tutto comprensibile.La bella addormentata è un film formale.Tutto è talmente perfetto da sembrare innaturale.La perfezione strutturale della narrazione,i grandi passi avanti della tecnica,non bastano a porre rimedio al più grande difetto del film:l'assenza di un cuore.Perchè la bella addormentata è un figlio più pensato che davvero voluto,quasi fatto in provetta,mescolando sapientemente nel calderone ingredienti già collaudati,senza quel tocco in più, senza il piacere di una nota imprevista e sorprendente.E allora,perchè lo definiamo un classico?Se vogliamo davvero dirla tutta,dobbiamo per prima cosa ammettere che ai nostri figli questo film non piace. Davanti a questo film la maggior dei bambini di oggi comincia a sbadigliare molto prima che Aurora si punga con il fuso.Ripensare alla prima volta che ho visto questo film,per me significa dover andare tanto indietro nel tempo da non poter ricordare con fedeltà e quindi no,non ci posso mettere la mano sul fuoco,ed è probabile che anche io,da bambina,mi sia addormentata senza arrivare a vedere Aurora che spegneva 16 candeline.Perchè la realtà è che questo non è un film per bambini,è un film per chi è stato bambino,quindi per tutti,ed ecco uno dei motivi per cui lo definiamo "classico".Ci ricorda le favole raccontatate dalla nonna.Sempre uguali,ferme e immutabili.Ce le raccontavano per farci dormire e noi dormivamo! La bella addormentata nel bosco è proprio questo:una favola classica,raccontanta con cura,con tutte le virgole e i trattolini al punto giusto.La storia parte dal principio e,arrivata alla fine,si ferma.Ma la magia del cinema dovrebbe consistere nel saperci portare oltre.

Eye icon
La principessa Aurora,in culla,viene maledetta dalla strega Malefica:al compimento del sedicesimo anno,punta da un fuso,sarebbe morta.Per questo viene tenuta nascosta in un bosco con tre fate,ma proprio il giorno fatidico la profezia si avvera.Il principe Filippo la salverà con il famoso bacio.
Finalmente una delle fiabe più famose viene rispolverata dalla Walt Disney..rimessa a nuovo e riproposta in occasione dei 50 anni della prima pellicola..sarà sicuramente un'occasione per il film di riscatto che non è mai stato uno dei film più apprezzati o più conosciuti al pubblico e soprattutto dai bambini..in realtà è un film favoloso ricco di tanta tecnica..arte..tanto spettacolo.Può esserci una eccezionale rivalutazione de "La Bella Addormentata" ,che può essere considerato uno dei capisaldi del magnifico mondo di Walt Disney.

Eye icon
Desiderosi da tempo di avere un bambino, il re Stefano e la sua regina riescono finalmente a concepire Aurora, per la gioia di tutto il regno. Ma durante i festeggiamenti per la nascita, la strega Malefica, indispettita per non essere stata invitata, lancia una maledizione sulla piccola
Un eroe, una principessa, un antagonista, un aiutante magico (anzi, tre): le riflessioni di Vladimir Propp sulla struttura delle fiabe trovano piena conferma nell’assoluta classicità de La bella addormentata nel bosco, vertice e compimento della prima età Disney, quella che da Biancaneve e i sette nani arriva per l’appunto a Sleeping Beauty. Vertice non qualitativo (i capolavori sono stati altri, Pinocchio e Dumbo su tutti), bensì di forma, di organizzazione del racconto fiabesco, poiché La bella addormentata è strutturalmente ancora più “classico” dello stesso Biancaneve e di Cenerentola. Dove in questi ultimi si seguono le alterne vicende di due protagoniste femminili passive (l’emancipazione femminile, nella poetica disneyana, giungerà solo più tardi), nella storia di Aurora e Filippo l’attenzione è invece concentrata sull’avventura che porterà l’eroe a salvare la principessa/premio, ora più che mai inerme vittima degli eventi… al punto da “meritarsi” un numero davvero esiguo di battute.

Eye icon
La principessa Aurora è stata maledetta dalla strega Malefica: al compimento del sedicesimo anno,sarebbe morta (o caduta per sempre addormentata). Per questo viene tenuta nascosta in un bosco con tre fate, ma proprio il giorno fatidico Il principe Filippo la salverà con il famoso bacio.
Un eroe, una principessa, un antagonista, un aiutante magico (anzi, tre): le riflessioni di Vladimir Propp sulla struttura delle fiabe trovano piena conferma nell’assoluta classicità de La bella addormentata nel bosco, vertice e compimento della prima età Disney, quella che da Biancaneve e i sette nani arriva per l’appunto a Sleeping Beauty. Vertice non qualitativo (i capolavori sono stati altri, Pinocchio e Dumbo su tutti), bensì di forma, di organizzazione del racconto fiabesco, poiché La bella addormentata è strutturalmente ancora più “classico” dello stesso Biancaneve e di Cenerentola

Lascia anche tu una recensione o un commento su questo film!
39
Recensioni
Totali
0%
Positive
0%
Negative