User icon
Lorenzo Pedrazzi (ScreenWEEK.it)
31.05.2017
Non si arriva al parossismo, e forse proprio questo è il limite principale di <i>Baywatch</i>: il film non si concede abbastanza eccessi da sfondare le barriere del pubblico, né in termini di disgusto né sul fronte dell'ilarità.

Globe icon
05.06.2017
E’ un cinema di corpi totalmente sprecato

Globe icon
Davide Stanzione (BestMovie)
05.06.2017
L’esplosivo rifacimento della serie originale insiste sul motivo del corpo e sul pedale dell’ironia sfrenata

Globe icon
Francesco Salvetti (Corretta informazione)
05.06.2017
Seth Gordon e i suoi sceneggiatori con questo film, scritto come primo capitolo introduttivo,pongono le basi per un possibile rilancio del marchio

Globe icon
05.06.2017
Scollature, panettoni, rigoglio sano di femminili ormoni

Globe icon
Redazione (FilmTv)
05.06.2017
Baywatch offre divertimento, costumi mozzafiato e molta azion

Globe icon
Francesco Lomuscio (FilmUp)
05.06.2017
E' evidente che sia sulla comicità che punta in maniera principale ed inaspettata il regista Seth Gordon

Globe icon
Simone Lelli (Gamelegends)
05.06.2017
Quello che può servire se avete bisogno di divertimento, spasso e un po' di sana e cruda volgarità.

Globe icon
Cecilia Strazza (Vertigo24)
05.06.2017
Quando si concentra sulle dinamiche umane tra i protagonisti, Baywatch dimostra di sapersi prendere in giro e regala allo spettatore una ricca dose di risate e intrattenimento.

Globe icon
Maria Teresa Ruggiero (www.universalmovies.it)
05.06.2017
Sicuramente un’occasione mancata per il regista Seth Gordon di dar nuova vita all’iconico “Baywatch”. Si ride e si sorride con le citazioni alla serie madre strappando applausi alla comparsa dei suoi vecchi protagonisti, entità divine nel tentativo di salvar una narrazione incrinata. I protagonisti maschili risultano ben delineati a cospetto delle figure femminili i cuoi ruoli potrebbero essere anche interscambiabili, dimostrando l’assenza d’identità, persino Priyanka Chopra é sacrificata in un ruolo che non mette per niente a fuoco la sua bravura già dimostrata in altri ruoli.

Globe icon
Roberto Leofrigio (talkymovie.it)
05.06.2017
nel film di Seth Gordon forse si esagera, con effetti digitali pessimi, voluti, tanto uso di green screen e battute che continuamente ci ricordano che siamo all’interno di Baywatch e niente può essere preso troppo sul serio, morti compresi.

Globe icon
Gabriele Di Grazia (www.cinemamente.com)
05.06.2017
Di questo film sicuramente ricorderemo i paesaggi esotici e la perfetta forma fisica di Kelly Rohrbach, ma da soli non valgono il prezzo del biglietto.

Globe icon
Francesco Paternesi (www.staynerd.com)
05.06.2017
Baywatch è l’ennesimo revival che fallisce per motivi stupidi e insulsi: pur regalando una prima parte realizzata ad hoc, non riesce a sostenere il ritmo andandosi a perdere con l’avanzare del minutaggio. Un casting azzeccato non è abbastanza per reggere una sceneggiatura di groviera,che lascia davvero poco spazio all’immaginazione, mostrando tutti i limiti della produzione.

Globe icon
Gabriele Lingiardi (www.cineavatar.it)
05.06.2017
Si può pagare il biglietto per ridere delle battute sul fallo, si può entrare in sala per vedere belle donne e begli uomini, ci si può sedere sulle poltrone per venire solleticati negli istinti più bassi. Il punto è: perché? Perché appoggiare e sostenere progetti tarati al di sotto della mediocrità? Fare ridere è difficile tanto quanto fare piangere, se non di più. Perché allora per i drammi ci affidiamo ai maestri della regia, capaci di regalare esperienze talmente forti da cambiare le nostre opinioni, mentre per la leggerezza, per le commedie, non chiediamo qualità?

Globe icon
Matteo Franco (vigamusmagazine.com)
05.06.2017
Ad essere esagerato è in effetti tutto film. Anche se è una rivisitazione in chiave comica e molto più stereotipata di quella precedente. Andando veramente a vedere l’ago nel pagliaio, risulta essere una pellicola d’azione fin troppo d’azione.

Globe icon
Rosanna Ilaria Donato (www.filmforlife.org)
05.06.2017
La pellicola di Seth Gordon è molto divertente se si apprezzano le commedie sopra le righe, volgari e che presentano allusioni sessuali e mostrano (nel vero senso della parola) talvolta i gioielli di famiglia.

Globe icon
Camilla (cinema.sky.it)
05.06.2017
A svestire i panni della cattivona di Baywatch è Priyanka Chopra, che fu Miss Mondo nel 2000. In trasferta da Quantico Priyanka è deliziosa e crudele. Una parodia di una malvagia uscita dai film di James Bond. Il lato oscuro di Jessica Rabbit. L'esotica e letale femme fatale made in India che usa gli uomini come cleenex.

Globe icon
Marta Spreafico (www.cinewriting.it)
05.06.2017
“Baywatch” mi ha fatto ridere. Mi ha fatto tanto ridere. Sono stata delusa da alcune cadute di stile davvero volgari che sarebbero state evitabili. La trama è praticamente inesistente, come anche la cattiva principale. Ma alla fine, vi chiedo, non era un po’ così anche nella serie originale? Quello che ci interessa davvero sono i protagonisti.

Globe icon
Fabrizio Gallo (www.nerdgate.it)
05.06.2017
Forse la durata del film non è davvero il problema. Forse si tratta di un’esecuzione mediocre, o qualcosa nella fonte originale che ha resistito all’adattamento. Forse si trattava di un film troppo sciocco già dal principio e non sono riusciti a renderlo più brillante. Qualunque sia il caso, qualcosa è andato storto.

Globe icon
Gabriele Barducci (www.thegamesmachine.it)
05.06.2017
Sorvolo sulla realizzazione tecnica, talmente pigra che pur di non girare scene in mare ha sovente fatto ricorso a green screen e fuoco in computer grafica (la morte del cinema!). Con Baywatch si ride, certo, ma di battute pervertite ne abbiamo sentite a iosa negli anni ‘90 e 2000. The Rock cerca di salvare la baracca come può, ma i miracoli non sempre avvengono. In definitiva, Baywatch non condivide praticamente nulla con la serie di riferimento, salvo gli iconici costumi da bagno rossi.

Globe icon
Gabriele Niola (www.badtaste.it)
05.06.2017
Baywatch sembra troppo insicuro per far ridere davvero. Il film di Seth Gordon ha bisogno di dichiarare apertamente la propria allegoria, ha bisogno di dire “Non siamo mica in una serie tv!”, svelando il gioco, ha bisogno di ironizzare sull’uso del ralenti come se non bastasse farlo e basta.

Globe icon
Federico Pontiggia (www.cinematografo.it)
05.06.2017
Non che sia così terribile, questo Baywatch, ma è irrefutabilmente inutile, posticcio, memore e immemore insieme, né carne né pesce, né balneare né detection, con battute e situazioni che di sessualmente esplicito hanno solo gli attributi. Sì, due palle.

Globe icon
Andrea Fornasiero (www.mymovies.it)
05.06.2017
A questo strazio di imbecillità con pochissime idee e un eccesso di facili e triviali battute, non viene in soccorso neppure la durata. Se le puntate di Baywatch duravano poco più di quaranta minuti qui si procede invece per quasi due ore nette: un tempo davvero infinito.

Globe icon
Elisa Giudici (www.mondofox.it)
05.06.2017
Non c'è mai un momento nell'intero film in cui si riesca (o per lo meno si tenti) di essere leggeri ma comunque incisivi, di non trasformare la propria levità narrativa e filosofica in superficialità, vacuità senza sostanza. Insomma, se per una serata al cinema molto goliardica e a cervello spento può anche andare, Baywatch non ci prova nemmeno a spendersi per diventare quantomeno uno scult che venga voglia di rivedere una seconda volta.

Globe icon
Simone Martinelli (www.lascimmiapensa.com)
05.06.2017
Baywatch è un film malfatto, una rivisitazione volgare di cui non sentivamo minimamente il bisogno, che si è guadagnato, senza ombra di dubbio, un posto tra le pellicole peggiori di quest’anno.

Globe icon
Mattia Ferrari (leganerd.com)
05.06.2017
Quindi la pellicola di Seth Gordon, che pure ha qualche corrispondenza nel tipo di umorismo messo in gioco con Come Ammazzare il Capo…e Vivere Felici, è una baracconata che può incontrare il favore di una certa fetta di pubblico, quella più affamata di trash e idiozie varie, quelle orchestrate con sapiente cura.

Globe icon
Damiano Panattoni (movieplayer.it)
05.06.2017
Il film, del resto, va visto per quello che è: non intende minimamente prendersi sul serio, gioca di continuo con i vari rimandi, è impregnato di anni '90 (toccando sì la serie, ma pure gli action tipici di quegli anni), ne esalta le citazioni, scherza e fa divertire (anche in vari passaggi, diremo noi, cinepanettoneschi), esagera volutamente e prende in giro la sua ispirazione.

Globe icon
05.06.2017
È il genere di film che soddisferà il pubblico della tarda notte, un’opzione più che perfetta per coloro che utilizzano solo gli occhi per guardare una pellicola.

Globe icon
Redazione (www.longtake.it)
31.05.2017
Peccato che se le intenzioni fossero quelle di un godibile intrattenimento senza pretese, il risultato sia ben diverso: noioso all’inverosimile il film si trascina per quasi due ore senza alcuna idea narrativa degna di tale nome, limitato da gag stantie e da una sceneggiatura inesistente.

Globe icon
Aurelio Vindigni Ricca (cinema.everyeye.it)
31.05.2017
Baywatch Baywatch è un film diviso a metà: la prima parte diverte senza freni, è ironica e scherza su qualsiasi cosa, la seconda invece si concentra su una parte poliziesca sviluppata senza troppa fantasia. La coppia Johnson-Efron funziona alla perfezione, finito l'effetto dell'adrenalina iniziale però è dura arrivare sino in fondo.

Globe icon
Alessandro Gamma (www.ilcineocchio.it)
31.05.2017
Baywatch non ce la fa a distrarre completamente l’attenzione da quanto sia ridicolo il suo intreccio o dall’assenza di un montaggio più serrato, ma è in grado di risultare abbastanza divertente da essere una degna celebrazione dello spirito scanzonato e senza pretese della serie cui attinge.

Lascia anche tu una recensione o un commento su questo film!
31
Recensioni
Totali
0%
Positive
0%
Negative