User icon
Filippo Magnifico (ScreenWEEK.it)
15.10.2010
L’orrore delimitato dagli stretti confini di una cassa di legno. Un solo ambiente. Un solo protagonista. Una vera e propria sfida quella vinta dall’esordiente Rodrigo Cortés…

Eye icon
Risvegliatosi in una bara collocata diversi metri sotto terra, Pual dovrà trovare al più presto una soluzione per uscirne vivo.
Buried è un thriller degno di lode in tutti i suoi aspetti che non manca di saper emozionare lo spettatore. Una pellicola sulla sopravvivenza come poche se ne sono viste prima e che riesce a convincere il pubblico in ogni proprio aspetto grazie ad un montaggio ed una regia ben equilibrati e ad un'interpretazione di un ottimo Ryan Rynolds per il quale non si può non soffrire per la condizione di spazio limitato e soffocante in cui èstato rinchiuso. Assolutamente sconsigliato ai claustrofobici.

Globe icon
Matt Glasby (www.totalfilm.com)
07.11.2010
Claustrophobes beware. Buried is an excruciating experience that will leave you gasping for air and profoundly impressed. Some will say it’s just an exercise, but there’s no denying its daring. Hitchcock would be proud.

User icon
Gabriele Niola (ScreenWEEK)
23.09.2010
Montaggio, regia, sceneggiatura e recitazione tutti funzionali alla storia e all'idea audace del regista. Un film come si dovrebbero fare tutti gli altri

Globe icon
Luciana Morelli (www.movieplayer.it)
15.10.2010
Accelerazioni, pause di riflessione e attimi di panico puro si alternano in maniera convincente lasciando spazio ad inattesi capovolgimenti di fronte e colpi di scena a dir poco impensabili. Uno script che non dà il tempo di annoiarsi perchè maledettamente ipnotizzante.

Globe icon
Filippo Magnifico
15.10.2010
Il più grande applauso va a Rodrigo Cortés, che è stato in grado di orchestrare un’opera tesa, priva di cali di ritmo e – incredibile a dirsi – ricca di virtuosismi stilistici.

Globe icon
dr. apocalypse (www.cineblog.it)
08.10.2010
Ad Alfred Hitchcock Buried sarebbe piaciuto. Forse avrebbe voluto addirittura girarlo. Cortés omaggia palesemente il Maestro attraverso una storia che angoscia, ammalia e conquista. Un’opera quasi perfetta, originale e incredibilmente riuscita.

Globe icon
Cristian Scardigno (35mm.it)
08.10.2010
Nel buio della sala cinematografica assistiamo increduli e divertiti al gioco a cui siamo sottoposti. Quando il film finisce hai bisogno di respirare e uscire dalla sala, consapevole di aver assistito al film ‘d’azione’ più immobile e adrenalinico della storia del cinema.

Globe icon
Stefano Camaioni (Silenzio-in-Sala.com)
04.10.2010
Buried è un thriller atipico, stranamente adrenalinico e - che ci crediate o no - decisamente movimentato.

Globe icon
Antonella Murolo (www.everyeye.it)
28.09.2010
Pochi elementi che, combinati con pochissime sbavature, creano una pellicola claustrofobica e pulsante, avvlgente ed emozionante, mai noiosa e dal finale intelligente e funzionale.

Globe icon
Davide Monastra (ecodelcinema.com)
24.09.2010
L’opera è un decalogo del cinema allo stato puro, che si ispira soprattutto ad Alfred Hitchcock; è un concentrato di suspense, in cui, cosa rara al cinema, tempo della fabula e tempo dell’intreccio coincidono, come “Nodo alla gola”.

Globe icon
Gabriele Niola (www.mymovies.it)
24.09.2010
I fautori del cinema plausibile al 100% avranno da ridire, tutti gli altri si possono godere 90 minuti colmi di invenzioni, sia visive che di sceneggiatura, funzionali a tenere alta la tensione e raccontare la storia.

Globe icon
ColinMckenzie (www.badtaste.it)
22.09.2010
Un film interessantissimo, che mette in mostra tante questioni interessanti e che sembra soprattutto possa reggere bene anche una seconda visione, magari per notare cose che prima non si erano colte. Non un pregio da poco...

Lascia anche tu una recensione o un commento su questo film!
13
Recensioni
Totali
0%
Positive
0%
Negative