L'illusionista
L'illusionista
Data Uscita: 03 Dicembre 2010
(Francia, UK • 2010) The Illusionist
User icon
Gabriele Niola (ScreenWEEK.it)
08.11.2010
Rimasta nel cassetto per anni questa sceneggiatura di Tati prende ora forma in versione animata grazie a colui il quale è considerato l'erede del grande umorista francese

Globe icon
Diego Capuano (ondacinema.it)
05.11.2010
"L'illusionista" è un film ricco di personaggi memorabili, annotazioni geniali o almeno curiose, senza praticamente dialoghi, ma con qualche fonema e una struggente colonna sonora; è poetico, onesto e delicato e lascia, agli spettatori che sanno vederlo e sentirlo, una malinconia senza fine.

Globe icon
Silvia Marinucci (35mm.it)
29.10.2010
Il 'ritratto' animato di Sylvain Chomet trasuda amore per l'animazione di un tempo - senza disdegnare a tratti il digitale - ponendo l’accento su un certo modo di fare cinema ormai lontano. L’animazione riscalda i cuori e insegna ai ‘moderni’ che la tecnologia da sola non basta.

Globe icon
Giancarlo Zappoli (www.mymovies.it)
22.10.2010
In un'epoca in cui solo il 3D sembra poter avere un pubblico, proporre un'animazione in 2D può costituire un rischio. Che però vale la pena di affrontare se si vuole andare a ricreare il cuore di una poesia che seppe (e sa ancora) farsi cinema.

Globe icon
Colinmckenzie (www.badtaste.it)
20.10.2010
La cosa veramente importante non è la trama, ma le emozioni e lo studio dei personaggi. E' una pellicola pessimista da cui emergono una sensazione di tristezza infinita e di una felicità difficile da raggiungere.

Globe icon
Silvio Grasselli (www.radiocinema.it)
12.10.2010
Ogni singola scena vale il prezzo del biglietto sia che ci si accontenti della meraviglia provocata dall’accuratezza della ricostruzione, sia che si sappia gustare fino in fondo il tocco fatato di due cineasti uniti in un film.

Globe icon
Tania Marrazzo (Silenzio-in-Sala.com)
27.09.2010
Dopo sette anni dal tanto acclamato Appuntamento a Belleville, Sylvain Chomet ritorna con una nuova favola visiva, un componimento in 2D che ricorda l’estetica dei capolavori Disney degli anni Sessanta, da Gli Aristogatti a La carica dei 101.

Globe icon
Antonio Cuomo (Movieplayer.it)
17.03.2010
Dopo Appuntamento a Belleville, Sylvain Chomet si conferma con un film che vi si allontana per ritmo e ricchezza, ma che ne mantiene la stessa elevata qualità autoriale.

Lascia anche tu una recensione o un commento su questo film!
8
Recensioni
Totali
0%
Positive
0%
Negative