User icon
Filippo Magnifico (ScreenWEEK.it)
17.10.2011
Era solo una questione di tempo. Prima o poi l’odio cosmico che Lars Von Trier nutre nei confronti dell’umanità – sé stesso compreso – si sarebbe risolto in un benservito cinematografico raccontato in pompa magna, come solo lui sa fare…

Globe icon
Matt Glasby (www.totalfilm.com)
15.11.2011
Beginning and ending with a bang, but with too much whimpering in between, Melancholia is low-key Lars. But committed turns and poetic visuals will ease you through to The End.

Globe icon
Tania Marrazzo (Silenzio-in-Sala.com)
18.10.2011
Checché se ne dica Lars Von Trier si dimostra sempre personalità di grande spessore e "Melancholia" ne è la riprova: brutale e sentimentalmente malinconico, capace addirittura infine di illusioni favolistiche.

Globe icon
Filippo Magnifico
17.10.2011
Evidentemente la catarsi emotiva suscitata dal suo precedente lavoro non è bastata ad esorcizzare i suoi fantasmi, ma ben vengano ossessioni, paure e tormenti se il risultato finale è poi questo.

Globe icon
gabriele farina
11.10.2011
Ho letto in giro che Melancholia sarebbe un passo indietro nella carriera di Lars Von Trier… mi sento di dissentire con forza. Melancholia è uno splendido film che ha dentro molto del linguaggio di Von Trier, e molto di nuovo.

Globe icon
Riccardo Balzano (trailersland.com)
08.10.2011
I canoni estetici e ideologici del Dogma 95 non sono quindi ancora superati, né è rinnegata la lezione di Tarkovsky, tantomeno quella del simbolismo e del decadentismo. Resta anche il disagio nichilista per cui nulla merita di esistere, nemmeno l’Arte.

Globe icon
Davide Cinfrignini (cinemio.it)
26.07.2011
Melancholia è un’opera intima e dolorosa, stilisticamente accattivante; un viaggio nella vita di due sorelle le cui personalità possono rappresentare due facce dell’Io contorto dello stesso regista.

Lascia anche tu una recensione o un commento su questo film!
7
Recensioni
Totali
0%
Positive
0%
Negative