User icon
Marco Triolo (ScreenWeek)
21.10.2009
Una storia sospesa tra la giungla e l’irriducibile britannicità di regista e interpreti

Globe icon
Giuseppe Gangi (ondacinema.it)
12.10.2010
In "Quella sera dorata" emergono, tutti insieme, i crismi della cifra autoriale ivoryana, in maniera così cristallina e affascinante da non poter soprassedere.

Globe icon
Pietro Ferraro (ilcinemaniaco.com)
12.10.2010
Ivory, col suo cinema flemmatico, patinato e denso di reminescenze, affabula lo spettatore con movimenti di macchina ricercati e un uso teatrale dei dialoghi. Quella sera dorata non deluderà chi apprezza il cinema classicheggiante e mai parco di raffinatezze.

Globe icon
Ludovica Sanfelice (film.it)
08.10.2010
Un raffinato ed elegante ritratto corale costruito sul carattere malinconico e selvatico dei personaggi e sulla suggestione di un clima tropicale che irretisce e schiaccia grazie ad una fotografia e a una colonna sonora avvolgenti

Globe icon
Lia Colucci (www.radiocinema.it)
22.09.2010
Uscendo da questo film si ha la sensazione di aver perduto qualcosa, di aver svelato un mistero, di essere più miseri di prima. E’ come se qualcuno ci avesse rubato l’identità più nascosta per ridarci indietro un ritratto banale del nostro essere.

Globe icon
Andrea D'Addio (filmup.leonardo.it)
22.09.2010
Ivory rende fluido un racconto avaro di vere e proprie svolte narrative o di drammatizzazione varie, ma non per questo noioso. Il suo è un cinema composto da personaggi e non da eventi. Può piacere o non piacere, certo è che si tratta di uno stile coerente negli anni e per questo apprezzabile.

Globe icon
Marzia Gandolfi (www.mymovies.it)
16.09.2010
Il vizio esistenziale dei Gund rende il libro di Cameron adatto e adattabile alle immagini di Ivory, alla sua regia leziosa, all'imperturbabilità del suo sguardo e al suo impeccabile gusto per la teatralizzazione del sociale.

Lascia anche tu una recensione o un commento su questo film!
7
Recensioni
Totali
0%
Positive
0%
Negative