User icon
Gabriele Niola (ScreenWEEK.it)
27.11.2008
Dopo l’isola di Madagascar tocca all’Africa, la terra madre degli animali fuggiti dallo zoo, che li attende con il richiamo delle loro radici. Ma la mente è sempre a New York…

Eye icon
Alex, Marty, Melman e Gloria, decidono di tornare a New York. Ma il loro aereo precipita, facendoli piombare nel bel mezzo della savana africana. Tornano così in azione gli irrestibili e "umani" animali della Dreamworks.
Dal Madagascar alla pianura della savana. Alex, Marty, Melman e Gloria, gli animali più newyorkesi del mondo, tornano in azione per farci ridere con le loro nevrosi tutte umane e con tante gag, molte delle quali “raffinate”, adatte anche ad un pubblico adulti. Per non parlare delle tante citazioni sparse qua e là, che lo spettatore si divertirà a riconoscere. La Dreamworks sforna una pellicola animata piacevolissima. La storia: i nostri amici decidono di tornare a New York e si imbracano con la Air Penguin. Ma l’aereo precipita e si ritrovano nel luogo delle proprie origini, la savana. Qua però Alex ha finalmente l’occasione di conoscere la sua famiglia. Ecco allora entrare in scena Zuba, suo padre, che è anche il sovrano della riserva. Rispetto al primo capitolo, la trama è un po’ più strutturata e complessa, ma godibile da grandi e piccini anche grazie ad un ritmo molto sostenuto. Ottime le musiche e, per chi può, è consigliabile la versione originale in lingua inglese con doppiatori del calibro di Ben Stiller e Alec Baldwin.

Globe icon
dr. apocalypse (Cineblog)
27.12.2008
Madagascar 2 risulta slegato, spezzato, spesso quasi ‘videoclipparo’ e per questo meno riuscito del primo episodio.

User icon
Davide Dellacasa
25.11.2008
Un “classico” titolo DreamWorks Animation. Il che vuol dire che il film strappa più di una risata attraverso battute e citazioni, anche se non si tratta di uno dei titoli più innovativi della casa di animazione,

Eye icon
...
"Attenzione, qui è il comandante dell’aereo che vi parla. Ho una notizia buona ed una cattiva. La buona è che siamo in fase di atterraggio, la cattiva è che sarà un atterraggio di fortuna". Eh sì, se si vola con la Air Penguin è meglio allacciare le cinture, ad attendere gli spettatori c’è un mare di risate, gag esilaranti, musiche coinvolgenti, buoni sentimenti e tanto altro ancora. Ritroviamo i nostri eroi Alex il leone, Marty la zebra, Gloria l'ippopotamo e Melman la giraffa, ancora sull’isola, desiderosi di fare ritorno in "patria", nell’amata grande Mela, ma destinati, invece, a fare un viaggio ben diverso, alla riscoperta delle proprie origini, alle falde del Kilimangiaro. Inseparabili "compagni" in questa avventura, la squadra di pinguini, assolutamente geniali, Re Julien, e la vecchietta del metro, che ritroviamo in veste di turista, a capeggiare i "sapiens". Menzione di merito, poi, all'ippopotamo Moto Moto, new entry tutto muscoli e niente cervello, con un ego pari alla stazza. Un sequel, questo della Dreamworks, ben più che all’altezza del primo capitolo, che non delude affatto le aspettative, evolvendosi con un arricchimento della trama, una maggiore caratterizzazione dei personaggi, ed una grafica molto attenta ai particolari. Tanti i temi, trattati con semplicità, ma non per questo con scarso impatto emotivo: le aspettative familiari che non sempre coincidono con le aspirazioni del singolo, l’essere unici e speciali agli occhi di chi ci vuole bene, il coraggio di superare le proprie paure, l’amore, che spesso abbiamo accanto senza rendercene conto, perché non rispecchia ciò che ci aspettavamo... Insomma, tanti spunti su cui riflettere e sognare adatti ad un pubblico di tutte le età. Buona visione a tutti!

Globe icon
Marco Lucio Papaleo (everyeye.it)
05.12.2008
Alla fine del primo film avevamo lasciato i nostri amici ancora in Madagascar, a godersi la loro vita “selvaggia” dopo tutto il periodo passato in cattività: tuttavia, ora, i nostri cominciano a sentire nostalgia di “casa”

Eye icon
è il seguito dell'avventura degli animali scappati dallo zoo di central park (nel primo episodio) cheora vogliono tornare a casa nelle loro gabbie tranquille.
anche in quest'episodio l'animazione è stata impeccabile merito indubbiamente della DreamWorks, la trama invece è unn po' scontata ma comunque divertente i personaggi già da soli sono comici e si muovono sulla scena in modo indipendente. Un po' stentato a mio avviso il doppiaggio. Comunque un bel film di animazione divertente e coinvolgente che comunque ha risentito dell'immneso successo del primo episodio, difficilmente i seguiti sono meglio del precedente, comunque non mancherà nella mia videoteca.

Globe icon
ColinMckenzie (BadTaste)
23.11.2008
Purtroppo, è impossibile uscire esaltati da questo film, a meno di non andare alle scuole elementari. Il prologo è scopiazzato da Alla ricerca di Nemo, poi diventa Il re leone in versione soft, ma con una pessima conclusione...

Eye icon
I quattro dello zoo di Manhattan si ritrovano a fare i conti con un secondo e ben più pregnante rovello identitario: scoprire di non essere soli al mondo ma, al contrario, parte di una comunità di esseri identici....
Nuovamente pesci fuor d'acqua, per opera dei registi Eric Darnell e Tom McGrath, cui si aggiunge in sede di scrittura Etan Cohen (Tropic Thunder), i quattro dello zoo di Manhattan si ritrovano a fare i conti con un secondo e ben più pregnante rovello identitario: scoprire di non essere soli al mondo ma, al contrario, parte di una comunità di esseri identici o di una famiglia con un carico impegnativo di aspettative può esser causa di una crisi che non si risolve semplicemente con un balletto sul cubo. Mentre la vicenda di Alex, del padre Zuba e dell'usurpatore Makunga scorre sul binario principale, talvolta passando per i solchi tracciati dal Re Leone, gli sceneggiatori possono sbizzarrirsi con quanto di meglio hanno per le mani: la giraffa ipocondriaca, i pinguini meschini e militarizzati (uno schianto) e re Julien, uno dei personaggi più assurdi e divertenti che la Dreamworks abbia mai animato (interpretato non a caso, nella versione originale, da Sacha Baron Cohen). A margine di una linea primaria in cui la vena emotiva si fa decisamente più pulsante rispetto al primo capitolo, le linee narrative secondarie scherzano intelligentemente con l'ambientazione -con i turisti dei safari, la medicina naturale, l'immaginario legato ai sacrifici propiziatori- e meno con i modelli cinematografici. Mentre gli animali vanno alla ricerca delle loro radici e i paesaggi vanno oltre la bellezza del tratto e scivolano nella poesia, la musica black fa da fil rouge, tanto che si potrebbe dire –per rubare una battuta ad Alex the king- che il primo Madagascar era un film bianco con le strisce nere mentre questo secondo è… un film nero con le strisce bianche.

Eye icon
Come da titolo... tanti gli aspetti in comune... originalità o pura copia?
Prima di vederlo ho noleggiato il Dvd del primo Madagascar...e l'ho visto, e ne sono rimasto pienamente soddisfatto...un film davvero ben fatto, una bella trama, e personaggi davvero carismatici..ognuno con una sua particolarità...i miei preferiti erano senza dubbio i pinguini...e la vecchietta molto arzilla per la sua età. Ma passiamo al secondo capitolo... MADAGASCAR 2. Ritornano al cinema gli animali dello zoo di New York... ma ciò che vedo dalle prime scene, è confermato dal proseguimento del film. Sembra un pò ricalcare la storia del film "il re leone"...guarda caso, si parla di rapporto padre figlio...e guarda caso, anche in madagascar 2, i protagonisti di tale storia sono leoni. se non fosse stato per la simpatia dei personaggi, e per quei pinguini...che a mio parere, nei pochi momenti in cui compaiono...riescono a farti cadere dalla sedia per le risate... il film non mi sarebbe piaciuto per niente... E' molto difficile non scivolare quando si fa un sequel...Non tutti riescono a fare qualcosa simile al primo film, e per quanto la mia recensione o opinione sia distante dalle altre, e opposta ai dati del botteghino... Ho preferito e preferisco il primo Madagascar

Eye icon
Alex il leone, Marty la zebra, Melman la giraffa e Gloria l'ippopotamo. Riusciranno i nostri eroi a fuggire dall'isola di Madagascar con l'aiuto dei pinguini?
‘Mi piace se ti muovi, ci piace quel che muovi e allora Muovi!’, questo è il messaggio nella canzone che accompagna, come giocosa colonna sonora, i simpatici protagonisti del film ‘Madagascar 2’ In questo film si respira ancora l'aria dei mitici film Disney di quindici anni fa.Merito dei disegni caldi e 'umani' e non completamente computerizzati.Ci si diverte dall'inizio alla fine,la storia è molto divertente e i personaggi si fanno amare dal primo all'ultimo.Se vi è piaciuto il primo,non perdetevi questo che è almeno al suo pari.Buon divertimento!

Eye icon
I fantasti protagonisti, animali "civilizzati" vogliono tornare a casa: per loro un viaggio costellato da avventure mozzafiato e incontri strepitosi.
Volendo riassumere in una parola questo film, il termine più appropriato sarebbe "party": il ritmo del film, le musiche, i colori, i toni dei personaggi, tutto richiama una grande festa. L'espressività dei personaggi é sviluppata al massimo, tanto che la simpatia del leone Alex é tale da farci ignorare il fastidio per una criniera sempre perfetta, come quella di un attore hollwoodyano vecchio stampo. Una sola riflessione: l'incontro con un altro animale, anche della nostra stessa specie, ma cresciuto in un ambiente di cui in realtà sappiamo poco e con un vissuto diverso dal nostro viene affrontato con molta diffidenza anche se la figura che abbiamo di fronte é identica alla nostra... Ma il vero punto forte del film sono i dialoghi: come non "campionare" accoppiate di tono/frasi tipo "accidenti ragazza: sei enorme" o "ti amo, ti ho sempre amata, ti amo come si ama la spiaggia o un buon libro o... o? o la spiaggia", o ancora "chi l'ha detto che i pinguini non possono volare?" (rispetto alle precedenti più citabile senza essere percossi).

Eye icon
Il film inizia con un piccolo leone dai grandissimi occhioni azzurri,Alakay che viene rapito da dei cacciatori e separato dal padre Zuba,leone Alfa a capo degli animali della foresta.
Grazie alla folle corsa del padre dietro la jeep dei rapitori ,Alakay riesce a fuggire,ma la cassa in cui è stato rinchiuso finisce in mare e il Figlio di Zuba, leone alfa degli animali della foresta, finisce a New York. Il piccolo viene portato a Central Park nello zoo dove diventerà niente poco di meno che: “Alex il leone”. E rieccoci finalmente al punto in cui ci siamo fermati nell’uno: Alex,Melman ,Gloria e Martin riescono a fuggire dal Madagascar con un gigantesco aereo guidato dai simpaticissimi pinguini e da una hostess-statuetta e con Re Julien e Maurice in prima classe. L’aereo precipita nel Kenya, dove i nostri protagonisti Newyorkesi trovano dei loro simili e Alex grazie ad una “voglia” sulla zampa ritrova i suoi genitori che l’avevano pensato a lungo morto. Dopo vari disguidi e problemi, tutti capiscono che qui si trovano molto meglio e che non torneranno allo zoo Central Park. Dove possiamo trovare una giraffa medico-depresso innamorata di una ippopotama ed una zebra amica di un leone che fa la prova del passaggio adolescenza/età adulta,per succedere in trono al padre Leone Alfa della foresta, ballando? E ancora: scimmie che scioperano contro i loro datori di lavoro che sono dei pinguini e un vecchietta prendere a borsate in faccia dei leoni? Certamente nel secondo episodio di Madagascar che in sincerità non mi era piaciuto molto. Dove vediamo tematiche di film tipo happy feet ma anche vari riferimenti e battute riprese da “Il Re Leone”, shekerati che risulta molto piacevole e divertente... Classico esempio del 2nd is meglio che One

Eye icon
Ritornano i nostri e le risate sono assicurate!
Squadra che vince non si cambia e così,con la stessa inossidabile squadra del primo episodio più qualche innesto,la dreamworks fa centro senza aver bisogno di far salti mortali,puntando sulla tecnica,su un lavoro di squadra serio e accurato e sull'innata simpatia di personaggi ormai già cari agli spettatori. Attesissimo,questo sequel correva grossi rischi di fare fiasco e invece non delude di certo le aspettative di chi se l'era spassata alla grande con la prima avventura dei nostri eroi,quella che da central park li aveva catapultati in madagascar,a fare i conti con sè stessi e la loro natura.Non deludono di certo i pinguini,più organizzati,combattivi e tenaci che mai,e non deludono le new entries,come moto moto,tipico esemplare di maschio tutto muscoli e niente cervello.La trama,più complessa e articolata rispetto al primo film,si snoda senza cali di ritmo,la risata è sempre dietro l'angolo,protagonisti e comprimari si passano la palla come la più collaudata delle squadre per regalarci un'ora e mezza scarsa di divertimento e buonumore.Dal punto di vista tecnico il film è sicuramente prodigioso e,soprattutto nei grandi scenari africani,fa mostra di una profondità e di un'accuratezza nei particolari davvero impressionante. Con intelligenza vengono amplificati gli spazi per personaggi che,nel primo episodio,erano stati concepiti per esser di secondo piano e che poi invece,alla resa dei conti,si sono rivelati vincenti e di grande impatto sul pubblico,come i pinguini e la terribile vecchina.Unico neo,forse,il "ruolo" un pò troppo mieloso a cui è costretto melman,l'ipocondriaca giraffa che ci aveva deliziato con le sue uscite nel primo film e che invece qui si piega troppo al romanticismo e al fatalismo,a parziale scapito della sua innata vis comica. Alla resa dei conti se il primo film valeva un 10 pieno,questo sequel vale almeno 11.Perchè sono almeno 11 le battute da ricordare ma qui,a causa dell'odioso limite di caratteri,non potrò citarne nessuna.

Eye icon
la combriccola dello zoo di new york cerca di tornare alla grande metropoli ma si ritrova nella grande africa..fra famiglie ritrovate,amori svelati e ricerche di se stessi solo gli uomini alla fine non fanno una bella figura..
il film ha inizio con i nostri affiatati amici che tentano di tornare a new york ma atterrano fortuitamente in africa dove la pellicola mette a confronto la società umana e quella animale..e ci porta a chiederci poi chi siano le bestie visto che gli animali rispettano la natura e noi no.divertentissimo anche il sindacato delle scimmie..e il capo pinguino che si innamora di una bambola..ma del resto se una giraffa può amare un ippopotamo tutto è possibile!!ora che alex ha trovato la sua famiglia..ora che marty si sente speciale anche se è uguale agli altri e ora che melman si è dichiarato..la banda di new york metterà radici o girerà ancora il mondo?speriamo ci sia un sequel perchè questo film è perfetto per ogni fascia d'età e la colonna sonora è etnica e travolgente al punto giusto!

Eye icon
I quattro amici, nel tentativo di ritornare nel loro amato zoo newyorchese si ritrovano, a causa di un guasto all’aereo sul quale stavano viaggiando, nell’Africa profonda. Qui, riscopriranno le loro radici e amori inaspettati sbocceranno alle falde di un imponente vulcano.
Seconda puntata per il doppio quartetto degli animali parlanti targati Dreamworks di New York in trasferta, da Madagascar questa volta piombano (quasi) in una riserva della savana africana: Marty, Gloria, Melman e Alex assieme ai quattro pinguini in stile truppa militare alla guida del velivolo che li avrebbe dovuti riportare alla civiltà. Ma presto quello che viene all’inizio considerato un paradiso dove si riscoprono origini, si trovano ambienti ideali trai propri simili in cui vengono valorizzate le proprie caratteristiche e attitudini personali, diventa subito dopo una sorta di incubo, con problematiche tali capaci di dividere l’amicizia anche per passioni tenute ben nascoste e dubbi sul proprio valore personale. Dopo il primo episodio che da il nome alla saga, questo manca, ovvio, dell’effetto sorpresa ma in compenso da molto più spazio alle gag comiche infilate senza sosta una dietro l’altra disponendole con efficacia, sbizzarrendo alla grande la piccola truppa di pinguini bicromatici (da sballo, solo per citarne una: la scena iniziale dell’aereo) già collaudati nell’esilarante corto “missione Natale”, oltre che l’assurdo Re Julian (alla voce Sacha Baron “Borat” Cohen) seguito dal fedele e flemmatico Moris, entrambi perseguitati dall’occhi-grandi-e-dolci Mortino e turisti e la zelante nonnina della metro del prequel che si dilettano negli intrecci secondari contribuendo alla vicenda. Il film, ben strutturato ottimo prodotto per il genere, non raggiunge la resa grafica e narrativa della produzione Pixar, ma è comunque entusiasmante per i piccoli ma ben godibile anche per i più grandi, scorre via velocemente saltando da una situazione esilarante all’altra con musiche a tema curate per contribuire alla resa umoristica (Moto Moto song in primis) e spassosa chiudendo a ritmo della già famosa “More than a feeling” dei Boston

Eye icon
Alex il leone, Marty la zebra, Melman la giraffa e Gloria vogliono tornare a casa! Ce la faranno a tornare nella grande mela??
Guidate trama classica e prevedibile (è vero) si susseguono una via l'altra le avventure assurde e spassose della sgangherata banda. la forza, veramente esplosiva, di questo seguito va attribuita soprattutto ai personaggi "secondari" che alla fine rubano quasi la scena ai veri protagonisti. Gli autori hanno preso le cose veramente divertenti della prima pellicola e le hanno potenziate: così la crew tattico-operativa dei pinguini cordiali&coccolosi domina letteralmente la scena seguita subito dietro dai lemuri, schizzati più che mai! accanto a questa semplice trama sono i dettagli, le situazioni in secondo piano, a rendere veramente "divertente" questo film. Il team pinguinesco, comandato da skipper ed un indimenticabile "kowalski!", cerca di riparare l'aereo, coadiuvato dalle scimmie e dal loro "pollice opponibile". in-di-men-ti-ca-bi-li, a proposito di dettagli, il pinguino che si spacca l' uovo in testa per simulare la morte e la scimmia col flessibile! Il mitico re julian, mitico porta il divertimento e l' idiozia a livelli strepitosi. Il resto dei personaggi (i protagonisti) si perde in altre svariate, più o meno divertenti, più o meno scanzonate avventure,anche in questo caso il top arriva quando entrano in scena le figure in secondo piano: vedi tizzy ma soprattutto, moto moto, l'ippopotamo tronista, belloccio e muscoloso ma stupido, che cerca di conquistare gloria. A parte il divertimento, lo "strippo" fine a se stesso, che già basta a giustficare un film del genere, molte delle situazioni mettono in risalto anche messaggi "più impegnati". così accanto ad amori solo apparentemente impossibili ci sono scelte che vanno oltre l' aspetto fisico e l' amicizia viene ribadita con forza come valore fondamentale, alla base di tutto. Sono tuttavia temi trattati con leggerezza, intuibili perlopiù dagli adulti, che non infastidiscono e nulla tolgono al vero scopo del film: divertire.

Eye icon
I cinque amici partono dal Madagascar su un aereo pilotato dagli strategici pinguini. A causa di alcuni "difetti" del velivolo sono costretti ad attuare un atterraggio di emergenza nella savana africana. Qui Alex ritroverà i genitori e i tre compagni verranno accolti nei rispettivi branchi.
"Madagascar 2" fugge alla regola, ben nota, che stabilisce la minore riuscita dei sequel rispetto ai primi episodi. Vi sono infatti più humor, miglior storia e maggiore analisi dei personaggi. Con astuzia vengono messi in gioco quegli elementi e personaggi del primo episodio che erano maggiormente piaciuti al pubblico: dunque tornano i pinguini, assunti ora come coprotagonisti, che si lasciano alle spalle l'insoddisfaciente ruolo di figure marginali, il re Julien e il suo assistente, addirittura il piccolo Mortino che compare di nuovo in qualche scena esilarante, accompagnato dall'arzilla vecchietta che picchiò Alex durante la prima fuga. Operazione più che furbetta dunque questo secondo capitolo, ripulito da tutto ciò che era risultato inopportuno e inefficace nel primo film comportando perfino un mutamento psicologico dei personaggi. Qui i protagonisti vengono accolti nei propri branchi, si integrano, vivono serenamente coi propri simili nel loro habitat naturale. Ma la storia non scade in un banale animalismo. Entrare a far parte del rispettivo gruppo significa, per i cinque eroi, rendersi simile agli altri, perdendo quegli attributi che a New York li avevano resi diversi e soprattutto speciali. E' un ritorno alle proprie origini e all'originale "ruolo" dell'animale, la cessione del fenomeno di "divismo" che lo zoo attua nei confronti dei suoi ospiti. Tutto ciò è raccontato con estrema chiarezza. Non mancano però alcune pecche: qualche parte più spenta, sia umoristicamente che dinamicamente, un inizio che ricorda quello di "Alla ricerca di Nemo" e un umorismo (verbale) che riesce ad accattivarsi più un pubblico adulto che infantile, con qualche riferimento al sesso (già presente nel primo episodio nell canzone, diventata tormentone, "I like to move it, move it").

Eye icon
Costretti ad un “atterraggio” di emergenza e sperduti nel cuore dell’Africa, Alex il Leone, Marty la Zebra, Melman la Giraffa e Gloria l’Ippopotamo ritrovano le loro famiglie, la savana e, forse, l'amore.
Chi l'avrebbe mai detto che una delle dichiarazioni d'amore più tenere dell'annata l'avrebbe pronunciata una giraffa goffa e dentona ad una ippopotama ciocciotta, nell'animato sequel di un sopravvalutato primo episodio? E invece è proprio così, e Madagascar 2, pur senza tutte le ambizioni e la qualità abbagliante e profonda dell'ultimo film della Pixar, diverte, funziona da scaccia pensieri ed è un intrattenimento simpatico e intelligente per tutta la famiglia. Questo si propone di essere, e questo è: niente di più, ma soprattutto niente di meno.

Eye icon
Alex il leone, Marty la zebra, Melman la giraffa e Gloria l’ippopotamo sono tornati! Decisi a tornare a New York, si lasceranno convincere dai pinguini ad attuare un piano così folle che potrebbe funzionare davvero ma si ritroveranno ben presto in Africa.
Tornano quattro buffi e strampalati personaggi .. il leone Alex, la giraffa Melman, la zebra Marty e l'ippopotamo Gloria con l’immancabile sequel, “Madagascar 2”, uno dei titoli di punta del cinema d’animazione targato Dreamworks. Accanto ai quattro personaggi principali troviamo un’irresistibile schiera di figure di contorno decisamente azzeccate: da Re Julian, un vanitoso e spassoso lemure affiancato dal fedele tirapiedi Maurice, ai divertenti pinguini, caratterizzati da un’intraprendenza a dir poco inarrestabile. Tutti quanti a bordo di un improbabile aereo che, dopo un breve tentativo di volo, precipiterà rovinosamente in una riserva dell’Africa centrale. Questo sequel si sofferma sul tema fondamentale dell’amicizia, dell’identità personale e della riscoperta delle proprie radici. La struttura narrativa semplice e lineare, concede comunque spazio ad un gran numero di gag riuscitissime, citazioni ammiccanti, battute di scintillante ironia, e ci regala scene impagabili e deliziose. In conclusione un film che comunque diverte e strappa diverse risate, affacciandosi ad un pubblico fatto sia di grandi che di piccini.. anche questa volta quindi il divertimento è assicurato!

Eye icon
Un ritorno alle fonti, che consenta agli eroi di riconnettersi con le loro radici e di fare alcune scoperte su se stessi piuttosto inaspettate.
Madagascar 2 Abbiamo lasciato i nostri quattro amici alla selvaggia e frenetica vita del Madagascar. Tuttavia, qui sono in rotta per New York, la loro casa, a bordo di un aereo riparato da una banda di pinguini. Un ritorno alle fonti, che consenta agli eroi di riconnettersi con le loro radici e di fare alcune scoperte su se stessi piuttosto inaspettate. Alex, il leone rimane l'elemento centrale della trama, i suoi compagni avranno il diritto al loro momento di gloria e saranno ben integrati nella storia. Pian piano, il film migliora, il ritmo resta buono, e personaggi secondari sono sempre in abbondanza. La lunghezza del film non può permettere che poco più, ma tutto diventa più vivo. La colonna sonora è più accattivante rispetto al precedente. Si noti, tuttavia, un’impeccabile animazione ed il bellissimo paesaggio africano riprodotto al computer che non ha nulla da invidiare all’originale. Dall'inizio alla fine del film il principale obiettivo è quello di divertirsi e far divertire: un film d'animazione adatto per tutte le età.

Eye icon
..dopo il richiamo della natura che ha fatto arrivare i nostri amici in madagascar..in questa avventura li ritroveremo nel richiamo della madre di tutte le madri L'AFRICA...riscopriranno i loro istinti primordiali oltre a superare alcune difficolta...riuciranno a divertirci come non mai...
Dopo aver visto il numero 1 ( da adulta non mi ha molto entusiasmato), mi aspettavo il classico flop dei numero due ...invece no!!! E' stato uno dei rarissimi casi in cui il secondo mi è piaciuto più del primo...bella l'ambientazione africana, immagini bellissime che solo i maestri della Dremworks potevano ottenere..bella la storia , che è un intreccio di emozioni ( dal ritrovamento dei genitori di Alex, alle emozioni amorose ri Gloria e Melman, senza parlare dei complessi di Marty che alla fine riesce a diventare l'unico fra uno stuolo di simili...Mi sono mancate un pò le musiche..alla " i like to move it"..questa volta i pinguini sono passati in secondo piano...ma chissà cosa ci riserveranno nel numero tre che a questo punto attendo con trepidazione

Eye icon
nuova puntata, destinazione Africa
E' la storia di 4 animali, disegnati in modo esteticamente eccentrico, buoni amici nonostante il fatto che in natura i loro parenti ed amici siano i cacciatori ed i cacciati. Dopo pochi minuti che il film è iniziato, il divertimento è assicurato Volete raggiungerli: cliccate su Air Penguin, acquistate il biglietto, allacciate le cinture, sperate di uscirne vivi e partite. La Dreamworks, in modo identico agli altri film che ha prodotto, vedi Shrek e Kung Fu Panda, introduce sempre il fattore comico ed in ogni sequenza potrete trovare dell' humour. Non voglio raccontarvi la storia, per il semplice fatto che ormai è risaputa ma solo darvi dei rapidi flash di ciò che mi è piaciuto in modo particolare: i duelli della signora, molto avanti con gli anni, esperta di arti marziali i soliti pinguini che continuano ad essere geniali e trovano il modo di dirigere le scimmie i lemuri sempre più folli. Alex il leone, Marty la zebra, Melman la giraffa, Gloria l’ippopotamo e tutte le bizzarre creature resteranno sempre nei nostri cuori (si parla già in un terzo episodio ... ben venga!). E per ben concludere, eccovi il testo della canzone tratta dalla colonna sonora, ballate con me: Mi piaci se ti muovi mi piaci se ti muovi mi piace quel che muovi e allora.. MUOVI! ragazze di tutto il mondo è il mitico re Julian che vi parla adoro qualsiasi donna che sappia muovere il corpo e se muovete la coda siete sempre intriganti ok? mi piaci tu non c'è nessuno così io muoio per te dimmi solo di si

Eye icon
Seconda puntata nella storia dei nostri amici ....
Alcune volte i sequel sono migliori del primo atto, in altri casi no .... Con Madagascar 2 si puù dire, tranquillamente, che siamo alla pari. Il flm è molto divertente, i personaggi principali sono gli stessi e, quindi, conosciamo tutte le loro debolezze e punti di forza. L'ho visto qualche tempo fa al cinema e mi sono divertito. C'è una morale in questa storia? Sicuramente: che l'agognata libertà non sempre è la soluzione migliore da scegliere, infatti i nostri amici cercano in tutti i modi di ritornare alla zoo di N.Y. che il più grosso molte volte non è il migliore (vedi l'ippopotamo) che si può resistere anche al richiamo della specie (il leone non mangerà la zebra) che il legame fra figli e padri può essere fortissimo anche se per anni si è vissuti in ambienti diversi Anche questo volta i personaggi che ho amato di più sono i pinguini, divertenti, furbi, intraprendenti ... Questo film è stato campione d'incassi quando è uscito, sicuramente anche il dvd verrà acquistato da moltissime persone .... Il divertimento è assicurato. Voto 8

Eye icon
Seconda avventura degli amici animali dello zoo di new york che si vedono catapultati in un nuovo mondo nel cuore dell'Africa. Riusciranno a ritrovare la strada di casa?
Campione d'incassi nel natale 2008 questo mediocre secondo capitolo deve il suo successo alla mancanza di alternative al cinema dove non vince il film piu' bello ma vince il meno brutto e piu' pubblicizzato. La trama perde tutta la fluidità che aveva nel primo episodio e sembra frammentata in brevi scene fine a se stesse unite tra loro, fino al raggiungimento dei 90 minuti, certo la creatività di questi film d'animazione ne ha risentito dopo tutti questi anni che continuano a ripetersi sempre le stesse scene comiche con personaggi diversi (pesce Nemo, panda,scqualo, cane...), in più l'aggiunta dei balletti cantati e musicali dà la conferma che quando uno sceneggiatore non ha inventiva mette una bella scena cantata per tirar avanti altri 5 minuti di film. Tra i personaggi che già conoscevamo non si era notato nel primo episodio l'amore che c'era tra la giraffa e l'ippopotamo, che qui sembrano amarsi follemente da tutta la vita mentre nel primo episodio questo amore era assente; poi scopriamo personaggi nuovi come la vecchietta che sembra simpatica ma alla fine risulta solo un po' patetica e ripetitiva. Unici personaggi divertenti sono i pinguini e il mitico comandante Kowalski che fanno uscire un sorriso anche agli spettatori piu' grandicelli; vedendo che strada sta prendendo il cinema d'oggi (tutti sequel e mancanza di creatività), aspettiamoci nei prossimi anni uno spin-off con protagonisti solo i nostri pinguini... Film che tutto sommato lascia contenti solo i bambini che escono dal cinema con il sorriso, un po' meno i genitori che hanno dovuto accompagnarli e sborsare 8€ più un'altra valanga di altri soldi per pupazzi e gadget per far felici i figli.

Eye icon
I nostri eroi con la forte volontà di ritornare alla vita civilizzata,nella Grande Mela dalla quale l’intera odissea ha avuto inizio.Dopo una lunga organizzazione per la partenza con un instabile aereo,i nostri si ritroveranno sperduti in Africa dove li attenderanno mille avventure.
Un’improvvisata tra i pinguini e Re Julien permette loro di realizzare il loro sogno,tramite il recupero di fortuna di un vecchio boeing.In maniera assai fortunosa e bizzarra il velivolo viene letteralmente“lanciato”nei cieli,sopra il cuore della savana africana,assisteremo ad un atterraggio che definire di"emergenza"sarebbe riduttivo.L’imprevisto,si dimostrerà inizialmente assai gradito:Julien ha un intero continente da conquistare,Alex ritroverà la sua famiglia di origine,Marty realizzerà il suo sogno di scorrazzare in branco,Gloria troverà l’amore e Melman guarirà dalle sue malattie immaginarie,e diverrà dottore della savana!Naturalmente nn saranno tutte rose e fiori,si ritroveranno a fare i conti con l’altra faccia della medaglia:Alex scoprirà a sue spese che essere una star dello spettacolo a New York non vuol dire riuscire a conquistare il proprio branco,che ha necessità primarie diverse..Come al primo,i personaggi si guarderanno dentro e affronteranno le loro debolezze,ma in più dovranno fare i conti con cosa vuol dire confrontarsi con i propri simili e avere un’identità distintiva propria,e con quello che gli altri si aspettano da noi.Imparano quindi a convivere con pericoli che questa volta non albergano dentro di loro,ma all’esterno,nella comunità di simili che li accoglie ma si aspetta da loro anche prove di responsabilità e coraggio.Tutti cercheranno di fare del loro meglio,impiegando le caratteristiche della loro specifica personalità,che,se all’inizio dovranno adattare al nuovo mondo,alla fine sarà proprio la loro arma vincente.Sceneggiatura a mio parere innegabile:nessuna battuta è buttata lì per caso,il marchio distintivo di Cohen è evidente;non manca mai di inserire frecciatine agli adulti.Prova ne è la petulante e fastidiosa presenza dei turisti newyorkesi.Ottimo x ki vuole assistere a balli bizzarri,musiche spumeggianti e trascinanti e scatenarsi al ritmo di"I like to move it"

Eye icon
Il tutto si svolge in Africa dopo un atterraggio di fortuna ad opera dei pazzi pinguini!
Il tutto si svolge in Africa dopo un atterraggio di fortuna ad opera dei pazzi pinguini! Alex inaspettatamente ritrova la sua famiglia di origine e gli altri animali i loro amici! Il film esalta i valori dell’amicizia, dell’amore, dell’importanza di conoscere se stessi e le proprie origini. Che dire dei personaggi ? Tutti esilaranti per fare un breve elenco oltre la simpatia dei 4 personaggi principali, abbiamo la simpatica e tenace vecchietta di New York, il re Julien convinto cantante e il suo tirapiedi . Molto bravi sono stati Ale e Franz nel doppiaggio di Alex e Marty. Le musiche trascinanti e bravi ancora una volta Darnell e Tom McGrath. Cosa dire di più acquistatelo e vedetelo anche voi!

Eye icon
Sulla strada verso casa, gli animali dello zoo di New York si troveranno a fronteggiare nuove difficoltà, e lo faranno sempre col sorriso sulle labbra... o sui musi!
Con un ritmo travolgente, tra pinguini sempre più implacabili e spietati, vecchiette sempre più terribili, lemuri sempre più regali, scimmie sindacaliste, ippopotami playboy e giraffe ipocondriache, ritroviamo la scombinata banda di animali che cerca di ritornare allo zoo di New York... ma la strada verso casa è lunga e irta di difficoltà! La storia tocca temi classici (il figlio che ritrova la sua famiglia, il leone incompreso dal padre che riesce a salvare la situazione grazie alle sue doti di ballerino, l'amore non corrisposto tra una giraffa e un ippopotamo, il bisogno di individualità e di originalità di una zebra, l'amicizia che supera le difficoltà), senza risultare comunque banale, con uno stile leggero al punto giusto, e con il lieto fine garantito. Il film riesce a divertire, forse senza le esplosioni di umorismo e originalità del primo film, ma mantenendo comunque un ottimo livello e sviluppando adeguatamente i personaggi, che evolvono rispetto all'episodio precedente, introducendo nuovi elementi nel carattere di quelli principali e riservando spazi maggiori per alcuni di quelli secondari, a partire dai pinguini che riscuotono sempre più successo (e che, non paghi dello spazio avuto nel film e nei corti dedicati a loro, sconfinano anche nei titoli di testa alla ricerca di sushi). Insomma, un seguito più che adeguato per uno dei film d'animazione più simpatici degli ultimi anni... che lascia aperta la porta per un eventuale terzo episodio.

Eye icon
torna la simpatia dei nostri amici del madagascar!
dopo aver lasciato i nostri eroi felici e contenti in Madagascar....ecco che la voglia di tornare nel mondo frenetico e tecnologico di new york inizia a farsi sentire.... anke stavolta un mare di risateee!!!!

Eye icon
Alex il leone, Gloria l'ippopotamo, Marty la zebra e Melman la giraffa sono arrivati in Africa e per la prima volta incontrano altri simili della loro specie, e pure i genitori di Alex. Si trovano bene ma la loro casa rimane sempre New York!!!
spero che facciano il terzo episodio perchè trovo questo cartone di una simpatica unica e disarmante!! e poi in questo film c è in più il valore della famiglia..è un mito!!!

Eye icon
i nostri 4 amici animali si ritrovano in africa.si imbattono in loro simili e tutto sembra entusiasmante ma il posto migliore x loro è sempre new york...
bellissimo cartone per la famiglia, divertente, pieno di colpi di scena da bere tutto d un fiato..

Eye icon
Giornata storta al lavoro? Il vostro vicino vi importuna e non vi fa riposare? Vostro figlio vi fa impazzire? Su, non disperate e non perdete l'occasione per vedervi un bel film di animazione
Giornata storta al lavoro? Il vostro vicino vi importuna e non vi fa riposare? Vostro figlio vi fa impazzire? Su, non disperate e non perdete l'occasione per vedervi un bel film di animazione (magari con vostro figlio...sì, proprio quello che vi fa impazzire) in grado di strapparvi più di un sorriso e farvi convincere che ormai i cartoni non sono più solamente per i bambini! La Dreamworks che, ormai, dopo Shrek, è diventata la più agguerrita concorrente della Disney nel genere, fa di nuovo centro e confeziona un film per la famiglia divertente e brillante.I protagonisti sono sempre gli stessi, Alex il Leone, Marty la zebra, Melman la giraffa e Gloria l’ippopotamo, ma soprattutto quei pinguini psicopatici e guerrafondai che fanno letteralmente sganasciare dalle risate. La storia più o meno si ripropone, l'ineguatezza comica dei nostri eroi che sembrano più a loro agio nel mondo degli umani che in quello a loro più naturale della savana africana, nella quale finiscono dopo un atterraggio di fortuna. Un film consigliatissimo per tutta la famiglia!

Eye icon
Il film regala diversi momenti di simpatia e divertimento grazie anche ai pazzi pinguini, alle scimmie ed ai tanti personaggi che si affacciano uno dopo l’altro. Film esilarante e divertente da vedere e rivedere con tutta la famiglia.
Il film oltre a sottolineare l’importanza dell’amicizia e della famiglia, pone l’accento sulla necessità che ogni soggetto ha di ritrovare se stesso e le proprie origini. I 2 attori comici Ale e Franz hanno doppiato rispettivamente Alex(il leone) e Marty (la zebra). In una loro intervista sottolineano la cura e la serietà impiegata nel doppiaggio di questo film e come questa sia stata un esperienza costruttiva che gli ha permesso di avere contatti con attori come Ben Stiller. Ale e Franz hanno cercato di adattarsi ai ritmi tipici americani adattandoli alla loro espressività , cercando di dare il meglio di sé. Diretto sempre dalla coppia Eric Darnell e Tom McGrath, e sceneggiato da Ethan Coen, il film è una nuova spassosissima avventura dei 4 animali protagonisti e dei loro amici. Molto divertente ed eccentrico ho trovato il Re Julien con la sua passione per il canto, molto sexi Gloria ed goffo Moto Moto . Il film regala diversi momenti di simpatia e divertimento grazie anche ai pazzi pinguini, alle scimmie ed ai tanti personaggi che si affacciano uno dopo l’altro. Ah, dimenticavo la terribile vecchietta di New York che in primis mi sembrava un po’ antipatica, ma che alla fine con il suo colpo finale al perfido Macunga si riscatta in pieno! Film esilarante e divertente da vedere e rivedere con tutta la famiglia.

Eye icon
Il desiderio di tornare a casa si fa sempre più pressante,a bordo di un aereo una squadra di pinguini,un leone,una zebra, un'ippopotama, una giraffa e un lemure lasciano il Madagascar per far ritorno nello zoo ma l'aereo a secco di carburante effetta un atterraggio di emergenza.
Li avevamo lasciati in Madagascar, rinvigoriti dalla vita selvaggia e altrettanto spaventati. Adesso però il desiderio di tornare a New York si fa sempre più pressante. A bordo di un improbabile aereo riparato da una squadra di psicopatici pinguini, un leone molto ballerino, una zebra non omologata, un'ippopotama che cerca il maschio, una giraffa maniaca e un lemure ambiguo lasciano il Madagascar per far ritorno nello zoo di New York. Ma con velivolo a secco di carburante, sono costringe ad effettuare un “atterraggio” di emergenza. Aperti gli occhi si rendono conto di essere precipitati nel cuore dell’Africa ai piedi del Kilimangiaro . Qui, i membri dell'improbabile ciurma, tutti cresciuti nello zoo di New York, s'imbattono per la prima volta in alcuni esemplari della loro specie. Tutto appare come la realizzazione di un sogno: Alex ritrova la famiglia, Marty il branco che ha sempre desiderato, Gloria le attenzioni del prestante Moto, Moto e Melman l'opportunità di mettere in mostra il suo senso d’eroismo. In pratica una bella storia commuovente e con una bella morale: i 4 animali sbarcano in un nuovo mondo scoprono di non essere soli al mondo, ritrovano i loro simili e il senso di accettazione vince.

Eye icon
i 4 amici tornano con una nuova avventura che li vede sperduti nella savana,dove alex ritrova la sua famiglia,per farsi accettare dal branco trova all'inizio delle difficoltà perchè il leone cresciuto nello zoo non sà combattere,ma il nostro Alex saprà sicuramente come conquistare tutti
ho sempre adorato i film di animazione,sembrano creati per i bambini e alla fine quando esci dalla sala senti che dentro di te hanno lasciato qualcosa,una morale,un insegnamento,una forte emozione,vedi shrek,nemo o kung fu panda.per quanto riguarda madagascar devo dire che sono andata a vedere il 2 sull'onda dell'entusiasmo della mia bambina,perchè il primo mi aveva veramente annoiata. per fortuna questa volta le cose sono andate diversamente. in madagascar 2 la prima linea ha una vena molto emotiva con alex che ritrova la sua famiglia,marty il suo tanto sognato branco,gloria un grande amore,e melman trova finalmente l'opportunità di far vedere il suo coraggio,mentre la seconda è sicuramente più divertente con i pinguini sempre più ingegnosi e severi,che con le loro allusioni fanno sorridere soprattutto i più grandi presenti in sala.anche le musiche hanno fatto la loro bella figura ,molto più nere rispetto al primo e con un brano pronto a farci ballare interpretato nella versione originale da Will.i.am.,leader del gruppo Black Eyed Peas. da sottolineare nella versione italiana le splendide voci di ale e franz che doppiano alla loro maniera gli amici Alex e Marty.per finire ci tengo a sottolineare che anche il messaggio in questa seconda storia è più accentuato rispetto alla prima,molto positivo che mira a dar valore all'amicizia,alla famiglia e alla ricerca delle proprie origini.

Eye icon
Gli irriducibili compagni dello zoo d New York,ke nel 1°capitolo della saga finiscono in Madagascar,vogliono tornare a casa,si imbarcano sull’aereo della Air Penguin(pilotato da pinguini),con Re Julien e il suo fedele consigliere Maurice.Un susseguirsi di avventure x i nostri straordinari amici.
Uno straordinario film d'animazione ke racconta in ottanta minuti,con molto humor e genialità,il seguito della storia di Alex,Marty,Melman e Gloria, senza tralasciare mai alcuni educativi insegnamenti elementari.Se nel primo episodio i quattro protagonisti potevano fare affidamento solo su d loro,in questo capitolo,ognuno inizialmente prende una strada differente,per riuscire a comprendere meglio la propria personalità e le proprie origini:Alex deve fare i conti con la sua famiglia,Marty deve accettare di non essere unico,ma unico per chi gli vuol bene (bella la frase di Alex, che lo descrive come nero con strisce bianche in mezzo ad animali bianchi con strisce nere)Melman,versione sciamano,deve combattere contro le sue paure(da quella per le malattie a quella di rivelare il proprio amore a Gloria)e Gloria deve scoprire, che l’amore non è apparenza(rappresentata dal bello e stupido Moto Moto)e ke spesso x trovare il compagno della propria vita basta guardarsi intorno.Bellissime anche le parti degli altri personaggi del film,che ormai hanno guadagnato sempre più spazio(e un giorno potrebbero reclamare il meritato spin off)i pinguini sono sempre più mattatori del cartone,con i loro astuti piani per reperire i pezzi del nuovo velivolo(da applausi l’assalto alla Jeep),i progetti per la ricostruzione del mezzo e le trattative con le scimmie.Concludendo il film non delude le attese,regala sano divertimento, buoni sentimenti,tante emozioni e momenti d pura poesia,il tt accompagnato dalla colonna sonora Black, che può essere considerata la ciliegina sulla torta.

Eye icon
il sequel di magadascar e i nostri eroi approdano in africa mentre cercano di tornare a new york e succede i nostri amici ancora una volta dovranno affrontare pazze avventure
c'era una volta un leone,una zebra,una giraffa,un ippopotamo e dei pinguini scatenati..non è l'inizio di una barzelletta ma il risultato è lo stesso esilarante!madagascar2 non è un semplice sequel,è un film che ha una sua personalità precisa e che risulta gradevole anche a chi come me non ha visto il primo!i temi principali sono il valore dell'amicizia,l'accettazione repriciproca della diversità di chi amiamo..alex da leoncino incompreso a leone aduto stimato dalla famiglia ritrovata,l'amore fra una giraffa e un ippopotamo,una zebra che vuole sentirsi speciale nel proprio branco..il tutto nella splendida africa che favorisce una colonna sonora entusiasmante dai ritmi incalzanti!anche i personaggi secondari sono ben costruiti(vedi il latin lover ippopotamo motomoto e il favoloso re julian).gli umani hanno perso le loro origini animali e vederli accampati mentre cercano di sopravvivere è spiritoso e triste al contempo..infatti riusciamo a creare confusione e a togliere l'acqua agli altri essere viventi anche nei cartoni animati!per fortuna i nostri eroi penseranno anche a questo

Eye icon
Tornano gli animali più pazzi, buffi e simpatici del cinema e stavolta vi sommergono di risate!!! In questo nuovo capitolo Alex il leone, Marty la zebra, Gloria l'ippopotamo e Melman la giraffa, supportati dagli esilaranti pinguini militarizzati e psicopatici
Tornano gli animali più pazzi, buffi e simpatici del cinema e stavolta vi sommergono di risate!!! In questo nuovo capitolo Alex il leone, Marty la zebra, Gloria l'ippopotamo e Melman la giraffa, supportati dagli esilaranti pinguini militarizzati e psicopatici tornano con una nuova avventura che riprende lì dove era finita la precedente. Nel tentativo di tornare a casa nello zoo di Central Park i nostri bizzarri eroi hanno un atterraggio di fortuna che li catapulta nella pianura africana, ai piedi del Kilimangiaro. Lì Alex ritrova la famiglia, Marty il branco che ha sempre desiderato, Gloria le attenzioni, del prestante Moto Moto e Melman l'opportunità di mostrare un po' di eroismo. Tutto perfetto, allora?? Macché, i nostri eroi ne combineranno di tutti i colori e ancora una volta si ritroveranno nel loro habitat naturale come pesci fuor d'acqua. Ancora un centro da parte della Dreamworks opera dei registi Eric Darnell e Tom McGrath che non manca di momenti esilaranti per grandi e piccini. La Disney è avvisata...

Eye icon
I nostri amici sono tornati...divertiamoci tutti insieme
Mi piaci se ti muovi! E allora muovi!Siete pronti alla nuova avventura?? I nostri amici newyorkesi sono tornati, Alex, Marty, Melman e Gloria!! Ora atterrano nella sconfinita e bellissima Africa! A tutti i protagonisti sono riservate sorprese..ma la sorpresa più grande sarà per Alex..Ritroverà una cosa perduta tanti tanti anni fa!!! Muoviamoci!!

Eye icon
humour e comicità stralunata ..con meno idee rispetto a madagascar ma pur sempre creativo e imprevedibile
dall'africa a new york riecco i nostri amici ...humour e comicità stralunata rendono una trama elementare divertente..gags e ritmo sostenuto, anche se non eccessivo ..con meno idee rispetto a madagascar ma pur sempre creativo e imprevedibile

Eye icon
5 Alex, Marty, Melman e Gloria assieme ai pinguini, Re Julian, Maurice e Mortino cercheranno di ripartire per New York, con molti problemi. Infatti l'aereo precipiterà in Africa, svelando le origini di Alex che ritroverà i suoi genitori.
5 In questo secondo capitolo scopriamo la vera storia del leone Alex, o meglio Alakay, nato in una riserva africana, e finito poi nello zoo di New York a causa della sua curiosità e della distrazione di suo padre Zuba, attaccato da Makunga per spodestarlo del ruolo di leone alfa. Grazie all'aiuto dei mitici pinguini, i protagonisti ripartono verso New York con un aereo di fortuna, che malauguratamente precipita non lontano dall'isola di Madagascar. I nostri scoprono presto di essere ritornati in suolo natìo, l'Africa! Alex ritrova i genitori, Melman diventa lo stregone-medico delle giraffe, Marty fa parte di un branco di zebre e Gloria è corteggiata dal focoso Moto-Moto. Gli imprevisti ci sono, causati dall'arzilla vecchietta in tour safariano e dal subdolo Makunga, ma c'è anche il trionfo dei buoni sentimenti: Alex riesce a farsi apprezzare dai genitori, Melman confessa il suo amore a Gloria, ricambiato, Marty capisce di essere unico nel suo genere. Madagascar 2 non è solo un film per bambini, un ritorno alle origini, ma anche un film per gli adulti. Aiuta a riflettere sul valore dell'amicizia, sull'amore, che non è mai semplice, sul valore della casa e soprattutto sul rispetto di quello che si è.

Eye icon
Alex Marty Melman e Gloria si ritrovano in una nuova avventura persi nella giungla.. nuove scoperte ma anche nuovi problemi li attendono.. cosa accadrà stavolta ai nostri 4 amici?
pensavamo che dopo l'esperienza trascorsa nel Madagascar,i nostri 4 amici, Alex Marty Melman e Gloria,sarebbero tornati a Central Park e così sarebbe accaduto se quell'aereo fosse stato riparato bene dai terribili pinguini! E invece per il quartetto le cose vanno nuovamente storte.. o no? Alex ritrova la sua famiglia d'origine, Marty un branco, Gloria un possibile partner e Melman un bell'ambiente.. tuttavia anche in Africa i problemi non mancano e ben presto le cose si complicano.. Alex non è all'altezza del compito di capo, e così delude il padre lasciando il suo posto a Makunga e nella giungla comincia a mancare l'acqua.. come se la caveranno stavolta i nostri 4 eroi?

Eye icon
i nostri 4 amici newyorkesi:Alex il Leone,Marty la Zebra,Melman la giraffa e Gloria l'ippototamo, vanno a finire: in Africa dove sono nati e cresciuti, incontrano i loro simili. alex anche ritrova i genitori, ma per loro il posto che considerano casa è sempre Central Park!!!
cartone animato divertentissimo, tutti gli animali sono bravissimi.Parla di amicizia in una manier aunica, è uno dei film di animazione più belli film della disney, si passa un ora in incantevole compagnia, da rivedere subitissimo!!!

Eye icon
gli animali dello zoo di new york che abbiamo amato nel primo madagascar partono alla volta di casa insieme al simpaticissimo re julian e a quei pazzi scatenati di pinguini..ma arriveranno veramente a new york?l'africa e nuove avventure li aspettano
so già che non mi basteranno i caratteri a disposizione per parlare di questo splendido film!i protagonisti dello strepitoso madagascar partono cercando di tornare a ny ma si ritrovano in africa dove melman dovrà fare i conti con i sentimenti che prova da sempre per gloria,marty capirà che alla fine stare insieme ai propri simili non è bello se sono troppo"simili"e alex ritroverà la sua famiglia.le colonne sonore sono adatte orecchiabili e gradevoli come sempre.il colpo di scena del film che più mi ha fatto ridere è la presenza della violenta nonnina che picchia sempre tutti!un film fantastico da vedere con i miei nipotini che amano tutti i personaggi e che fa ridere anche i non giovanissimi come me.un film che unisce tutti nel modo migliore..con una risata!!spero che esca presto il terzo capitolo di madascar perchè recinserò con piacere anche quello!

Eye icon
Tornano i nostri eroi, pronti a ripartire per lo zoo di New York...ma l'imprevisto è dietro l'angolo...attenti alla vecchietta!!
...li avevamo lasciati nel Madagascar,pronti a ripartire..e anche stavolta ne combinano delle belle!In questo azzecatissimo sequel le risate si intrecciano sapientemente a temi più impegnati: l'amore filiale tra Alex e i genitori ritrovati, l'unicità di Marty tra migliaia di zebre tutte uguali e "omologate", l'amore taciuto di Melman per Gloria, che prima perderà la testa per il "belloccio" di turno, e poi capirà che oltre l'aspetto fisico c'è di più... Assolutamente fantastici i pinguini, veri deus ex machina del successo del film: eh già, come sarebbe Madagascar2 senza di loro?!Da improbabili comandanti di bordo sull'aereo,a spietati imprenditori al tavolo delle trattative con il sindacato delle scimmie... Da risate a crepapelle l'"Operazione spennaturisti"!!La dreaworks ci regalerà un film tutto loro,dopo il successo del cortometraggio natalizio? Se non siete -ahivoi!- andati al cinema a vederlo,non fatevi scappare il dvd...!!

Eye icon
i 4 inseparabili amici dello zoo di new york continuano le loro divertenti avventure!!la missione questa volta è lasciare il madagascar e tornare a casa..ma le cose non vanno mai come devono andare e giungono nella loro terra madre..l'africa!!
in genere non amo i film che hanno come protagonisti animali animati ma i due film madagascar sono eccezionali!!mia figlia stravede per tutti i personaggi che sono non solo ben disegnati ma anche delineati con doti caratteriali veramente originali.i protagonisti di questo secondo film di madagascar sono sempre i 4 amici dello zoo di new york:alex il leone,gloria l'ippopotamo,marty la zebra e melman la zebra.questa volta la missione è tornare a new york..la banda di pinguini ovviamente si occupa del trasporto e anche il mitico re julian decide di partire con loro.il fatto è che improvvisamente gli animali si ritrovano in africa dove alex ritrova anche la sua famiglia.il film è esilarante e consigliato a tutti,i personaggi sono fantastici e la morale che vince sempre è che non importa dove siamo..ma con chi siamo!!

Eye icon
Alex il leone, Marty la zebra, Melman la giraffa e Gloria l'ippopotamo sono ancora in Madagascar ma vogliono tornare a casa. I pinguini riparano — o, almeno, tentano di riparare — un vecchio aereo fracassato.
Se nel primo episodio i quattro protagonisti potevano fare affidamento solo su di loro, in questo capitolo, ognuno inizialmente prende una strada differente, per riuscire a comprendere meglio la propria personalità e le proprie origini: Alex deve fare i conti con la sua famiglia (Zuba, il maschio alfa della comunità deve stare attento all’usurpatore Makunga e per questo ha molte aspettative sul figlio ritrovato), Marty deve accettare di non essere unico, ma unico per chi gli vuol bene (bella la frase di Alex, che lo descrive come nero con strisce bianche in mezzo ad animali bianchi con strisce nere), Melman, versione sciamano, deve combattere contro le sue paure (da quella per le malattie a quella di rivelare il proprio amore a Gloria) e Gloria deve scoprire, che l’amore non è apparenza (rappresentata dal bello e stupido Moto Moto) e che spesso per trovare il compagno della propria vita basta guardarsi intorno. Bellissime anche le parti degli altri personaggi del film, che ormai hanno guadagnato sempre più spazio (e un giorno potrebbero reclamare il meritato spin off): i pinguini sono sempre più mattatori del cartone, con i loro astuti piani per reperire i pezzi del nuovo velivolo (da applausi l’assalto alla Jeep), i progetti per la ricostruzione del mezzo e le trattative con le scimmie (autentiche rivelazioni del film); Re Julien in versione sciamano è splendido e rappresenta in maniera scanzonata le credenze del Continente Nero; la vecchietta è parte integrante del film, è colei che ha il ruolo di far riflettere (rappresentando i comportamenti del classico turista e quello dell’uomo medio, spesso troppo superficiale nei confronti della natura) e di interagire con gli animali del film. Concludendo: Madagascar 2 non delude le attese, regala sano divertimento, buoni sentimenti, tante emozioni e momenti di pura poesia, il tutto accompagnato dalla colonna sonora Black, che può essere considerata la ciliegina sulla torta.

Eye icon
In "Madagascar 2" gli animali lasciano il Madagascar a bordo di una zattera. Il loro obiettivo è tornare a New York, dove facevano la vita comoda nello zoo di Central Park, ma approdano nell'Africa centrale e si avventurano nella foresta dove il leone Alex incontra i suoi familiari.
E' uno dei maggiori successi del 2008, avendo incassato 197 milioni di dollari si scala planetaria (139 milioni negli Stati Uniti). Gran parte del merito va alla sceneggiatura, divertente sia per i bambini che per gli adulti, ed agli effetti speciali (di altissimo livello) elaborati dalla DreamWorks. Non sono mancati all'evento romano Ben Stiller, Chris Rock (che hanno prestato le loro voci all'edizione in lingua inglese della pellicola) ed i comici Ale e Franz (doppiatori italiani).

Eye icon
Nell’atteso seguito di “Madagascar”, Alex, Marty, Melman, Gloria, Re Julien, Maurice i pinguini e gli scimpanze’ si ritrovano abbandonati sulle lontane spiagge del Madagascar.
Una volta a bordo, l’insolito equipaggio vola fino ad uno dei posti più selvaggi del mondo - le pianure dell’Africa - dove la nostra ciurma di animali da zoo incontra per la prima volta degli esemplari della stessa specie. L’Africa sembra un gran bel posto… ma sara’ meglio della loro casa a Central Park?

Eye icon
Alex, Marty, Gloria e Melman vogliono tornare a casa si imbarcano sull’aereo della Air Penguin che a causa della scarsità del carburanteli porterà solo ai piedi del Kilimangiaro. Qui i nostri protagonisti scoprono di non essere gli unici della loro specie.
Film divertente per tutta la famiglia..................i miei preferiti rimangono sempre i mitici pinguini!

Eye icon
Protagonisti, ancora una volta, il leone Alex il leone, la zebra Marty, l'ippopotamo Gloria, Melman la giraffa, e tanti nuovi amici. La location? L'Africa, ai piedi del Kilimangiaro.
Madagascar 2 al BFI Imax: per scompisciarsi dale risate cosa c'è di meglio di un cartone animato i cui doppiatori sono Ben Stiller (in Italia saranno Ale e Franz)? Una favola con protagonisti un leone, una zebra, un ippopotamo, una giraffa e svariate scimmie che saprà farvi dimenticare per un'ora e mezzo qualsiasi problema".

Eye icon
Abbandonati sulle lontane spiagge del Madagascar, I Newyorkesi hanno architettato un piano così folle che potrebbe funzionare! Con precisione militare i pinguini hanno riparato un vecchio aereo guasto...
Ritornano tutti i simpatici personaggi — Alex il Leone, Marty la zebra, Melman la giraffa e Gloria l’ippopotamo, Re Julien, Maurice e i pinguini.Nonostante parenti persi da tempo, rivali in amore e astuti cacciatori, l'Africa sembra un frenetico party...ma sarà meglio della loro casa a Central Park?

Eye icon
Riusciranno i nostri eroi a tornare a New York??? Con l'aereo scarcassato riusciranno solo ad arrivare in Africa...l'avventura continua.
Un altro episodio con gli amici Alex, MArty, Melman e Gloria e sopratutto i fantastici pinguini. Altre avventure altre risate!!!!

Lascia anche tu una recensione o un commento su questo film!
53
Recensioni
Totali
0%
Positive
0%
Negative