Globe icon
Marco Minniti (Movieplayer)
22.11.2012
Prendendosi meno sul serio che in passato, e puntando a stupire e a divertire più che a spaventare, Dario Argento confeziona il suo miglior film degli ultimi anni: ben lungi dal capolavoro, ma comunque il segno di un regista che ha ancora la voglia, la capacità e l'"occhio" per fare cinema.

Globe icon
Federico Pontiggia (Cinematografo)
22.11.2012
e smembramenti, sangue, mostri assortiti non danno forfait, questo Dracula è generoso anche sul fronte risate: sghignazzo libero, e tra una stereoscopia d’antan e dialoghi per minus habens trovare il colpevole è arduo...

Globe icon
Marita Toniolo (BestMovie)
22.11.2012
Tutto davvero troppo datato e povero di trovate narrative per appassionare, anche per un omaggio. Dracula 3D è insomma un’operazione di modernariato che ci può anche intenerire, ma non ha il ritmo giusto per conquistare, specie il pubblico dei neofiti.

Globe icon
Raffaele Meale (Cineclandestino)
21.11.2012
Argento riprende squarci di immaginario, salvo poi ricondurli alla propria idea di cinema: un mix a tratti inesatto ma sempre e comunque godibile di sequenze gore e splatter, con l'aggiunta di un continuo ricorso all'erotismo.

Globe icon
Sergio Sozzo (Sentieri Selvaggi)
21.11.2012
Dario Argento, il non morto del cinema italiano, ha rinunciato da tempo al proprio nome, e con esso al relativo luogo di sepoltura. E' costretto a continuare a vagare in questa (terza?) dimensione. E il Cinema è la sua (la nostra...) maledizione.

Globe icon
Gabriele Niola (BadTaste)
21.11.2012
Dracula 3D è esattamente quello che il trailer aveva fatto intuire. Una recitazione stentata e mal diretta di battute banali e scontate, messe in immagini poco curate e totalmente implausibili. Il tutto condito da effetti speciali di inizio anni 2000. Terribile.

Globe icon
Jackie Lang (I 400 calci)
20.11.2012
Sebbene il peggio Dracula 3D lo dia nella sceneggiatura, la parte che ti fa cadere fragorosamente a terra le braccia è decisamente quella relativa all’effettistica.

Globe icon
Gabriele Capolino (Cineblog)
20.11.2012
Il sangue non manca, e spesso scorre a fiumi, ma non può - ancora oggi - essere una scusante per potersi aggrappare e salvare un’operazione completamente sballata. Soprattutto se non ci si spaventa mai, e ci si annoia da morire in diversi momenti.

Globe icon
Luca Chiappini (Everyeye)
20.11.2012
Il film è da bocciare, il cammino in declino vede sempre più remota e sfocata la speranza di un riscatto del regista degno dei suoi primi film. Un vero peccato rovinare, film dopo film, una carriera avviata con titoli che hanno fatto la storia del cinema di genere.


Lascia anche tu una recensione o un commento su questo film!
10
Recensioni
Totali
0%
Positive
0%
Negative