Globe icon
Vanessa Trimani (www.supergacinema.it)
02.11.2015
Freeheld è un film che fa la differenza: il valore della riflessione che la pellicola suggerisce al pubblico ha un grande spessore umano e morale e fa appello alla parte più umana che è in noi (quella che nascondiamo agli occhi degli altri), accompagnandoci per mano nel mondo dei sentimenti struggenti ed assoluti.

Globe icon
Michele Granata (www.vertigo24.net)
02.11.2015
Il buonismo delle intenzioni e la totale assenza politica rendono Freeheld il pessimo e quasi imbarazzante tentativo di denaturare quella che dovrebbe essere una lotta combattuta ad armi pari, sempre se di parità di diritti stiamo parlando.

Globe icon
Valentina Alfonsi (www.loudvision.it)
02.11.2015
La coppia Moore-Page sullo schermo funziona bene ed è facile affezionarsi ai loro personaggi e, per chi si lascia coinvolgere dagli aspetti più emotivi, anche piangere un po’.

Globe icon
Alessia Grasso (seesound.it)
02.11.2015
Freeheld è una pellicola buona nelle intenzioni ma mediocre nell'atto pratico. Un cast davvero invidiabile messo tuttavia al servizio di una sceneggiatura che decade in tutti i cliché del genere drammatico civile. Piatto e privo di uno stile estetico ben preciso, il film avrebbe dovuto accompagnarci con maggiore efficacia all'interno delle emozioni e delle difficoltà affrontate da Laurel e Stacie.

Globe icon
Davide Stanzione (www.pointblank.it)
02.11.2015
Un dramma coniugale sui diritti della comunità omosessuale che non riesce a eludere del tutto le trappole del ricatto emotivo.

Globe icon
Marta Leggio (www.cinemamente.com)
02.11.2015
É facile entrare in empatia data la questione così dolorosa, però non si intravede dal punto di vista registico nessuna eccezionalità. Troppi rimandi a situazioni già viste, troppi elementi che ricordano Still Alice e degli stereotipi che rimangono fissi nello schermo. É facile rimanere compromessi sentimentalmente da una storia così complessa, però è difficile trovare nel film qualcosa di unico a cui legarsi.

Globe icon
David Di Benedetti (www.cinema4stelle.it)
02.11.2015
Sollett non va oltre il compitino scritto e realizza un film freddo, distaccato e didascalico, nonostante il cast di eccezionali talenti, primo fra tutti quello di Julianne Moore.

Globe icon
Laura Cappelli (www.pianetadonna.it)
02.11.2015
Un film che riapre l'attuale tema sui diritti estesi a tutte le coppie di fatto. Toccante ed emozionante, pulito e senza fronzoli. Con una magistrale Julianne Moore.

Globe icon
Massimo Volpe (www.linkinmovies.it)
02.11.2015
Storia scritta male, diretta nel più ovvio e convenzionale dei modi, personaggi privi di profondità, solita stucchevole enfasi americana che serve da lavaggio di coscienza, persino l’interpretazione affidata per i due ruoli principali a Julianne Moore ed Ellen Page, manca di spessore perché i personaggi hanno poco da offrire.

Globe icon
Carlo Cerofolini (ondacinema.it)
02.11.2015
Senza mai prevedere una parola fuori posto o una reazione fuori dalle righe, e con i cattivi che così non sono, "Freeheld" risulta troppo ecumenico per riuscire ad appassionare come invece dovrebbe.

Globe icon
Alessandro Aniballi (quinlan.it)
02.11.2015
Nonostante l’impegno profuso dalle protagoniste Julianne Moore ed Ellen Page, Freeheld è un melodramma stantio sul tema del riconoscimento dei diritti omosessuali, dove l’impeto della tesi sovrasta e annichilisce il racconto.

Globe icon
Giuseppe Trezza (www.myreviews.it)
02.11.2015
Freeheld non è un film brutto in assoluto, perchè nonostante tutto è confezionato bene e grazie a situazioni e dinamiche degne dei più classici lacrima movie ha strappato applausi, ha commosso ed emozionato i (tanti) spettatori in sala, ma basta superare lo scoglio dei sentimenti a buon mercato, basta rifiutare l’invitante melassa che ci viene inevitabilmente offerta per rendersi conto che si tratta di un’operazione senza  cuore, senza sofferenza, senza pathos.

Globe icon
Chiara Guida (www.cinefilos.it)
02.11.2015
Il film si fregia di ottime interpretazioni, su tutte quelle di Julianne Moore e Michael Shannon, ma di una regia didascalica e per nulla personale che si limita a impacchettare un prodotto già sulla carta vincente a causa della potenza emotiva della storia.

Globe icon
02.11.2015
"Freeheld: Amore, Giustizia, Uguaglianza" è un buon film, soprattutto per ciò che rappresenta e per quello che vuole dire.

Globe icon
Verdiana Paolucci (www.filmforlife.org)
02.11.2015
Freeheld, diretto da Peter Sollett, non brilla in originalità, ma tuttavia non si può negare il fatto che sia una commovente e toccante storia d’amore e di giustizia. Complice un cast principale con una chimica perfetta.

Globe icon
Valentina D'Amico (movieplayer.it)
02.11.2015
Il regista Peter Sollett dimostra di possedere l'intelligenza e l'umiltà necessarie per comprendere che il messaggio insito nella sua storia ha la priorità sul resto.

Globe icon
Marco Triolo (www.film.it)
02.11.2015
Ne risulta un film che ha sicuramente dei pregi, ma la cui delicatezza e correttezza finiscono per trasformarlo in un compitino televisivo poco emozionante. Restano le buone intenzioni, resta l'encomiabile tentativo di far passare la “normalità” di una storia d'amore, sia essa etero o gay, sopra tutto. Ma il cinema necessita di ben altro.

Globe icon
Lorenzo Colapietro (www.cinematographe.it)
02.11.2015
Peter Sollett porta sullo schermo una storia drammatica oggi più attuale che mai, Freeheld è un colpo al cuore, indubbiamente non brilla per originalità, ma riesce comunque a toccare le corde più profonde del nostro cuore, merito anche di una sceneggiatura che riesce ad alternare momenti comici e drammatici in un susseguirsi di un’altalena emozionale che non lascia scampo.

Globe icon
Federico Boni (www.cineblog.it)
02.11.2015
Sollett, che guardacaso ha in questi ultimi anni lavorato soprattutto in tv, non è proprio riuscito a far 'Cinema' nel pieno senso del termine, limitandosi ad un compitino a lungo asettico e piatto, tanto da frenare una toccante e importante storia di civiltà che meritava di esser raccontata in tutta la sua completezza. Ma in altro modo.

Globe icon
Daniela Catelli (www.comingsoon.it)
02.11.2015
Freeheld, raccontando una storia vera e toccante, commuove nel modo più facile ma fallisce nel darle la profondità che merita. Nonostante gli attori, la narrazione è scandita meccanicamente da luoghi (e personaggi) comuni e nell'ansia di concentrare la vicenda sulla giusta lotta per la parità di diritti di Lauren e Stacie, trascura il background culturale e sociale della storia, finendo per banalizzare la sofferenza di una donna che conduce la sua battaglia d'amore, eguaglianza e giustizia dal letto di morte.

Globe icon
Marzia Gandolfi (www.mymovies.it)
02.11.2015
Freeheld soffre una dimensione agiografica ed è affetto da una sorta di freddezza, di assenza di empatia, che desiste e rende le protagoniste poco coinvolgenti

Lascia anche tu una recensione o un commento su questo film!
21
Recensioni
Totali
0%
Positive
0%
Negative