User icon
Laura. c (ScreenWeek)
05.07.2012
Nonostante gli assunti hippie, Il film non ha nulla di politico, sembra più una semplice commediola giocata sui luoghi comuni e su un cast ben assemblato di attori legati alla scena indie.

Globe icon
Francesca Fiorentino (Movieplayer)
05.07.2012
Alla commedia di Jesse Peretz non mancherebbero certo gli elementi per essere definita interessante, in primis il protagonista ben interpretato da Paul Rudd, ma la sensazione è che il film non riesca ad andare al di là del racconto carino, concedendosi solo alcuni attimi divertenti.

User icon
Filippo Magnifico (ScreenWeek)
05.07.2012
Quentin Tarantino l’ha inserito nella lista delle migliori pellicole del 2011. Il perché è presto detto: ci troviamo di fronte ad un’opera che rispecchia appieno tutto quello che il buon cinema indipendente americano è in grado di offrire.

Globe icon
Giancarlo Zappoli (MyMovies)
03.07.2012
Il Sundance è spesso efficace nell'individuare film indie capaci di far riflettere sulle problematiche della società senza dover sottostare alle regole del cinema impegnato. È quanto riesce a Jesse Peretz anche grazie allo sguardo e alla gestualità di un Paul Rudd più in parte che mai.

Globe icon
Francesco Lomuscio (Everyeye)
03.07.2012
Il regista Jesse Peretz non sempre riesce a tenere alta l’attenzione dello spettatore, ma i novanta minuti di visione, in fin dei conti, scorrono via in maniera piacevole, grazie a diverse occasioni per sorridere e alla buona prova del nutrito cast.

Globe icon
Giorgio Viaro (BestMovie)
03.07.2012
Un film piccolo ma molto piacevole, con un cast di lusso in cui spicca Zooey Deschanel. Molte buone gag, una morale facile facile, e la sensazione di assistere a un tipo di commedia che si ferma un attimo prima di affondare nel demenziale ed è restia alla volgarità fine a se stessa.

Lascia anche tu una recensione o un commento su questo film!
6
Recensioni
Totali
0%
Positive
0%
Negative