Eye icon
4 Esce al cinema "Il matrimonio che vorrei" recitato dall'attrice vivente più brava del cinema mondiale, Maryl Streep
4 Marito e moglie che da 31 anni si amano, anche se da anni non si sfiorano, anche parlarne appare inutile quasi ridicolo, ecco che nella loro vita entra un luminare che cerca di farli avvicinare cercando di conoscersi meglio parlando ..e non solo..(Steve Carell dosato, per nulla comico, se la cava perfettamente superando qualsiasi cliché ). La domanda e': in un momento dove tutto e' in movimento, anche al cinema, le persone ameranno vedere un film recitato e non solo "movimentato"? La vera forza del film sono i dialoghi, le battute, il volto della Streep (non sbaglia una scena,pazzesca) e quello apparentemente cinico di Lee Jones. Scritto bene ed interpretato bene, basterà per incassare? Il film comunque cresce, non e' comico ma divertente ed in alcune scene emozionante, c'e' da superare il pensiero di vedere due persone "adulte" alla ricerca del desiderio fattore che al pensiero appare un limite, pero' il film non e' quello. Dalle battute iniziali "siete sposati perché' dovrebbe cambiare?" a quelle dei colleghi al massimo del cinismo (poi gli passa") a quelle di terapia..il film mette in moto le emozioni e alla fine porti a casa una verità che quello che conta nella vita non pensare di ripetere ogni giorno le stesse cose, ma dare valore alla presenza di chi hai vicino e soprattutto cercare di vivere di emozioni allontanando i nostri limiti e vivendo in armonia con l'unica persona che hai sempre voluto facesse parte della tua vita. Un film che ameranno le donne, che amera' chi ama il cinema, non un film per giovanissimi...ma chissenefrega magari ci fossero più spesso film del genere E la domanda che portiamo a casa e' "un film come voglia di tenerezza ad oggi incasserebbe?" Voto 6 1/2 - 7 Per chi ama gli attori da non perdere (probabilmente anche la sceneggiatura potrebbe essere candidata..sicuro secondo noi Tommy Lee Jones)

Globe icon
Ellen E Jones (www.totalfilm.com)
23.10.2012
Fine turns from Streep and Jones bedrock this compassionate, quietly subversive drama.

Globe icon
Alessia Paris (Cinema del Silenzio)
19.10.2012
Maryl Streep non è certo l’unica donna a credere di poter cambiare il proprio marito e conseguentemente il proprio matrimonio, però forse è l’unica che ci riesce. Quelli sullo schermo sono attori professionisti, si consiglia ai coniugi in crisi di non imitare a casa.

Lascia anche tu una recensione o un commento su questo film!
3
Recensioni
Totali
0%
Positive
0%
Negative