Globe icon
gabriele farina
02.11.2012
Questa volta William Friedkin firma una storia davvero particolare, sulla quale ho sincere difficoltà ad esprimermi.

Globe icon
Alessia Paris (Cinema del Silenzio)
11.10.2012
Killer Joe: ovvero quando nel dramma si insinua lentamente il grottesco, generando un sorprendente umorismo esplosivo capace di analizzare il sottile confine tra luci ed ombre dell’essere umano.Grasse amare risate.

Globe icon
Francesco Lomuscio (Everyeye)
11.10.2012
103 minuti di visione che, altamente violenti ed immersi in una polverosa ambientazione, puntano su splendidi dialoghi tenendo sempre in tensione lo spettatore e senza concedere alcuno spazio a personaggi positivi.

Globe icon
Valerio Sammarco (Cinematografo)
11.10.2012
Il film mischia con enorme naturalezza thriller, noir, dark comedy e grottesco, inquadra la disfunzionalità di una famiglia come poche altre volte il cinema americano era riuscito a fare: con violentissimo distacco e sentito divertimento, sfruttando al massimo un cast straordinario.

Globe icon
Sandro Patè (Film Review)
10.10.2012
Battute da antologia, personaggi divertenti-inquietanti e una bella storia di violenza ai limiti del nichilismo per uno dei più film più apprezzati del Festival del Cinema di Venezia 2011.

Globe icon
Vincenzo Lacolla (OndaCinema)
10.10.2012
Il film è un congegno perfetto che sintetizza linguaggi, temi e forme espressive di tutta la produzione noir passata e presente e che è destinato inevitabilmente a diventare un piccolo, lucente classico contemporaneo.

Globe icon
Federica Di Bartolo (FilmUp)
10.10.2012
E’ una storia violenta ma ironica, politicamente scorretta, capace di incantare lo spettatore grazie al suo realismo e alla sua durezza, al suo umorismo, dando vita ad una storia d’amore surreale e grottesca.

Globe icon
Sonia Serafini (Eco del Cinema)
08.10.2012
Una pellicola dissacrante, dura, che scava nell'America dei dimenticati, nel sogno americano rotto e distrutto, emarginati e ironici sceriffi si fronteggeranno nella pazzia. Il ritorno di un grande regista.

Globe icon
Pierpaolo Festa (FilmIt)
08.10.2012
Friedkin porta a casa un trionfo, offrendo a Matthew McConaughey la possibilità di rilanciare la sua carriera in direzioni ancora inesplorate e molto lontane da quelle commedie che gli richiedono soltanto di mettersi a petto nudo.

Globe icon
Luciana Morelli (Movieplayer)
08.10.2012
Killer Joe è un film cinico e divertente, cosparso di acredine e politicamente scorrettissimo. Il tutto anche grazie allo straordinario cast capitanato da Matthew McConaughey, il carismatico attore texano impegnato nella migliore interpretazione della sua carriera.

Globe icon
Gabriele Niola (MyMovies)
08.10.2012
Killer Joe si assesta dalle parti dello stile tarantiniano per quanto riguarda appeal, umorismo e la spiazzante stravaganza dei personaggi, e a quello dei fratelli Coen sul versante dei risvolti di trama e di una più generale visione nichilista del mondo.

Globe icon
Matt Mueller (www.totalfilm.com)
09.07.2012
Friedkin’s unflinching trailer-park noir features ugly characters, game performances, degradation and the obscene abuse of a chicken drumstick. Highly recommended, then.

Globe icon
Erika Pomella (Silenzio-in-Sala.com)
04.10.2011
Con l'ottima fotografia di Caleb Deschanel, e un ritmo sincopato, Killer Joe – uno dei migliori film visti al Lido – affascina proprio per quella vena rivoltante che accompagna tutta la narrazione.

Lascia anche tu una recensione o un commento su questo film!
13
Recensioni
Totali
0%
Positive
0%
Negative