Globe icon
Cinefilos (Cinefilos.it)
09.03.2012
Girato in 3D per un budget di 6,5 milioni di euro, il film è un’instancabile carrellata di battute di serie B (“la donna è come un aereo – piena di pulsanti, se premi quello giusto la fai decollare”), strizzatine d’occhio al gergo adolescenziale (i “trombamici” della generazione 2.0)

Globe icon
gabriele farina
21.02.2012
L’idea di base con cui parte Fausto Brizzi per questo suo nuovo lavoro non è malaccio, come pure la realizzazione iniziale. Purtroppo andando avanti Com’è bello far l’amore si perde decisamente nelle solite banalità.

Globe icon
Francesco Picerno (Corriere Romano)
17.02.2012
Visti i risultati della carriera di Brizzi, a questo punto i suoi grandi ispiratori Carlo Vanzina e Neri Parenti a confronto meriterebbero l'appellativo di maestri del cinema.

Globe icon
Francesco Lomuscio (Everyeye)
09.02.2012
Sorvolando su una visione tridimensionale piuttosto irrilevante, i connotati da piccolo schermo fanno decisamente male al prodotto destinato alle sale cinematografiche. Possiamo tranquillamente affermare di essere davanti al meno riuscito dei film di Brizzi.

Globe icon
Tiziana Morganti (Movieplayer)
09.02.2012
Un ibrido in cui la tecnica, applicata alla semplicità strutturale della commedia, perde ogni ragione di essere sia come spettacolarizzazione sia come amplificazione dell'emotività.

Globe icon
Federico Pontiggia (Cinematografo)
09.02.2012
Un’ideuzza di partenza, già edita, e poi via con stereotipi, equivoci, vuoti di sceneggiatura e la noia a triangolare.

Globe icon
Francesco Alò (BadTaste)
08.02.2012
Tre difetti principali: 3D assolutamente inutile, poca originalità in sceneggiatura, cast ristretto che stufa presto.

Globe icon
Marzia Gandolfi (MyMovies)
07.02.2012
Com'è bello far l'amore conferma l'abilità di Brizzi a confrontarsi coi meccanismi industriali e l'ambizione ad 'accomodare' la commedia americana.

Lascia anche tu una recensione o un commento su questo film!
8
Recensioni
Totali
0%
Positive
0%
Negative