User icon
Martina Di Gianfelice (Screenweek)
31.08.2015
Esperimento riuscito per operazione U.N.C.L.E che vi terrà incollati alla poltrona per uno spettacolo di puro intrattenimento.

Eye icon
4 Operazione U.N.C.L.E. è un altro dei titoli passati...
4 Operazione U.N.C.L.E. è un altro dei titoli passati un po' inosservati nell'ultima stagione, peccato, perché intrattiene con spirito e divertimento
agenti - segreti - divertente - scoppiettante - azione

Globe icon
01.09.2015
Operazione U.N.C.L.E. prova che Guy Ritchie è ancora un regista da tenere d'occhio, specie se si è alla ricerca di una verve brillante e di un'elegante estetica. Assieme a Kingsman e Spy è la terza spy story di ottima fattura che vediamo in questo 2015.

Globe icon
Federico Pontiggia (www.cinematografo.it)
01.09.2015
Che sia il sempiterno James Bond, il filologico ed elegantissimo La talpa oppure questa gaia – e gay nell’ammicco – Operazione, la solfa non cambia: gli inglesi la spy-story la fanno meglio. Anzi, come nessuno al mondo.

Globe icon
Davide Salvadori (www.staynerd.com)
01.09.2015
Non c'è un vero motivo per sconsigliare Operazione U.N.C.L.E. a meno che non riteniate l'impronta stilistica del regista fine a se stessa e non consideriate dissacrante il suo "far proprie" senza mezzi termini alcune autorevoli fonti d'ispirazione quali sono state in passato Sherlock Holmes o appunto, The Man from U.N.C.L.E. Una questione di gusti su cui c'è poco da discutere, ma quello che abbiamo qui per chi vi scrive, è semplicemente una discreta spy story (seppur non la più originale del mondo), un film dall'estetica ricercata, e in ultima analisi, un ottimo film di intrattenimento, a cui spero, il buon Ritchie vorrà prima o poi regalare un seguito.

Globe icon
Elisa Giudici (gamesurf.tiscali.it)
01.09.2015
Scenari suggestivi italianissimi, la bellezza conturbante delle sue due protagoniste, l'irresistibile botta e risposta tra il duo maschile e il marchio Ritchie sono un'amalgama che consente al regista di regalare al pubblico altri 116 minuti di puro intrattenimento, stilosissimo e ironico, irresistibilmente cool.

Globe icon
Alessia Laudati (www.film.it)
01.09.2015
Il regista inglese, funambolo di generi, dalla spy-story passando per il buddy movie, è in questa pellicola d'azione il demiurgo di una storia dall’equilibrio intelligente, dall’ironia sottile, e dal profondo respiro corale.

Globe icon
01.09.2015
L’ultimo film di Guy Ritchie è la conferma del talento del regista inglese, in particolare per storie di amicizia virile. Quelle in cui – qui ci si arriva dopo un bel po’ visto, che i due agenti preferirebbero darsele di santa ragione piuttosto che collaborare – dove il ritmo dell’azione lascia lo spazio alla battuta e lo stile il ritmo riconoscibilissimi non impediscono di godersi anche una trama semplice ma non banale.

Globe icon
Matt Goldberg (collider.com)
31.08.2015
Nel bene e nel male, i film di Guy Ritchie sono sempre un trionfo di stile sulla sostanza. Il che a volte può risultare positivo (Snatch), altre negativo (Sherlock Holmes). Operazione U.N.C.L.E. calza a pennello su Ritchie in questo suo incedere nella haute couture dell'Europa degli anni '60 con una allure spionistica nonsense. Il che, se appare privo di significato dal punto di vista del plot, funziona splendidamente da quello dello spettacolo.

Globe icon
Chris Nashawaty (www.ew.com)
31.08.2015
Ricco di stile ma povero di sostanza, il thriller spionistico di Ritchie ambientato durante la Guerra Fredda tenta di rivitalizzare una vecchia serie Tv anni '60 nel modo in cui fece Mission Impossible. Ma stavolta non ha funzionato.

Globe icon
31.08.2015
Non male, ma nemmeno buono abbastanza: quello che era un famoso show televisivo circa 50 anni fa non ha significato per le giovani audience di oggi.

Globe icon
Matteo Colibazzi (movieplayer.it)
31.08.2015
Non è per i nostalgici, ma è diretto benissimo, ha un'azione frenetica e livella tutti personaggi su un carisma difficile da trovare in giro. Aggiungete un pizzico di fascino per una buona parte del film girato a Roma, che fa più da cornice storico-politica per giustificare il periodo e avrete più di un motivo per dedicargli una visione.

Globe icon
Marco Lucio Papaleo (cinema.everyeye.it)
31.08.2015
Prendendo come spunto una serie televisiva di culto degli anni '60, Guy Ritchie porta al cinema un potenziale franchise di grande successo nell'anno della riscossa dei film d'azione in salsa spionistica: Operazione U.N.C.L.E. è ricco, sfrenato, divertente e pieno di trovate, spesso anche sopra le righe, come ci aspetteremmo dal filmaker britannico.

Globe icon
Federico Boni (www.cineblog.it)
31.08.2015
Un atipico action spionistico ricco di humor, quello diretto, sceneggiato e prodotto da Ritchie, che si è platealmente divertito a scimmiottare gli inseguimenti e le intricate trame alla 007 in cui niente è come sembra. Volendo omaggiare la serie originale il regista ha ambientato il tutto nei primi anni '60, siamo nel 1963, provando così a pennellare le origini dell'U.N.C.L.E., in tv già 'esistente' sin dalla primissima puntata.

Globe icon
Antonio Bracco (www.comingsoon.it)
31.08.2015
Con un minimo di colpi di scena per onorare la serie TV e il genere della spy story al quale appartiene, il film sa di dover stupire diversamente. È infatti l’esecuzione a rendere gradevole la visione. Henry Cavill e Armie Hammer colgono molto bene l’ironia e il carattere del film, interpretando agenti segreti dalle personalità e bandiere opposte ma costretti a collaborare per volontà dei loro governi.

Globe icon
Gabriele Niola (www.mymovies.it)
31.08.2015
Ritchie sembra aver capito bene come, se intrattenimento deve essere, il suo film debba essere pronto a ridere di sè assieme agli spettatori, rispettare determinati canoni senza diventare una parodia ma essere conscio della propria dimensione dolcemente fuori dal tempo, fino a farne un pregio. In questa maniera riesce a far passare nelle maglie di un racconto asciugato al massimo personaggi e ambientazioni che da "d'epoca" diventano fieramente vintage: artificiali, ricostruiti, esagerati nella loro adesione al proprio stereotipo.

Globe icon
Helen O'Hara (www.empireonline.com)
27.08.2015
Cavill e Hammer sono fatti l'uno per l'altro, anche se il ritmo del film non sempre riesce a mantenersi all'altezza della loro chimica.

Globe icon
Pete Hammond (deadline.com)
27.08.2015
Il film ha classe da vendere e dovrebbe riuscire ad accrescere il fattore nostalgia sia per le audience più giovani che per quelle avanti con l'età, che ben ricordano queste "ragazzate" da spie così diffuse e amate negli anni '60 edoggi tenute in vita da personaggi come Bond e Bourne.

Globe icon
Peter Debruge (variety.com)
27.08.2015
Un Guy Ritchie stranamente misurato ci offre un divertimento consistente arricchito da un tocco di classe, ma dei protagonisti insipidi e una certa mancanza di chimica rendono questo adattamento della serie TV facilmente dimenticabile.

Lascia anche tu una recensione o un commento su questo film!
19
Recensioni
Totali
0%
Positive
0%
Negative