Globe icon
Mattia Pasquini (www.film.it)
06.07.2015
Quella di crescita sembra essere una fase infinita (soprattutto al cinema, e nell'accoppiata Stiller-Baumbach, insieme gia' in Greenberg) e la fascinazione di poter sconfiggere il tempo che passa e' la piu' inebriante che ci sia. Ma anche la piu' ingannevole. Come ci viene dimostrato una volta di piu', anche se in maniera ironica, leggera e composta.

Globe icon
Antonio Maria Abate (www.cineblog.it)
06.07.2015
Radicalmente attuale, sagace tanto nelle premesse quanto nello svolgimento e nelle conclusioni, senza necessariamente pontificare ma al tempo stesso offrendo un punto di vista. Accattivante anche perché mostra un processo, un cambiamento, e lo fa senza sbavature, tenendoci incollati alla storia - e con una colonna sonora decisamente indovinata.

Globe icon
Emanuele Sacchi (www.mymovies.it)
06.07.2015
Baumbach gioca con l'ossimoro anagrafico in chiave di commedia intellettuale newyorkese e lo trasforma (apparentemente) in thriller sull'arte della truffa. Mentendo in entrambi i casi e ingannando Josh almeno quanto lo spettatore. L'unico limite di un'analisi spietata, meticolosa e assai divertente, benché in agrodolce, è rappresentato dai personaggi femminili, che non godono dello stesso trattamento approfondito di quelli maschili.

Lascia anche tu una recensione o un commento su questo film!
3
Recensioni
Totali
0%
Positive
0%
Negative