Eye icon
4 Ho dato il mio voto a #TuttiISantiGiorni: recuperat...
4 Ho dato il mio voto a #TuttiISantiGiorni: recuperato su Netflix qualche tempo fa e molto apprezzato! Toccante e divertente al tempo stesso.

Globe icon
Elena Pedoto (Everyeye)
11.10.2012
Originale e attraversato da una molteplicità di emozioni e registri, il film di Virzì centra ancora una volta il cuore della storia.

Eye icon
4 Visto..."Tutti i santi giorni"...Virzì style ...Non comicità spinta ma tanta ironia e molto sentimento.
4 per chi ama lo stile tagliente di Virzi' e vuole emozionarsi al cinema

Globe icon
Gianluca Arnone (Cinematografo)
11.10.2012
Un film comunque controcorrente, inedito, che sarebbe stato migliore se fosse rimasto fino in fondo com'era: modesto (nel senso buono), intimo, innamorato.

Globe icon
Massimiliano Scarnà (Film Review)
10.10.2012
L’ultima fatica di Paolo Virzì è, al solito, piena di personaggi divertenti e bizzarri e il registro è decisamente più leggero rispetto al precedente "La prima cosa bella".

Globe icon
10.10.2012
Tutto, nella storia portata sullo schermo da Paolo Virzì è marcato da silenziosi, sottintesi superlativi che alla fine esasperano lo spettatore in una lenta discesa verso lo stucchevole.

Globe icon
Maria Grazia Bosu (Eco del Cinema)
10.10.2012
Un grande amore capace di superare le difficoltà della vita e tanta voglia di un figlio: questo il fulcro del tenero e divertente film di Paolo Virzì

Globe icon
Fabiola Fortuna (FilmUp)
10.10.2012
"Tutti i santi giorni" è una commedia a tutti gli effetti, dunque la sceneggiatura è al primo posto in ordine di importanza ed è doveroso che la regia la segua e la esalti il più possibile, ma in questo caso ci troviamo di fronte ad un film quasi totalmente privo di sforzo creativo.

Globe icon
10.10.2012
La storia, girata con scelte tecniche che accentuano la dimensione intima, ti cattura dopo pochi minuti trascinandoti a schierarti dalla parte di questa coppia anomala, in lotta per la felicità a costo di fatiche, rinunce e compromessi talvolta comici.

Globe icon
Francesca Fiorentino (Movieplayer)
10.10.2012
Ironico ma non corrosivo, il film si muove leggero quindi nel raccontare la storia di due eccezioni, due ragazzi che non hanno avuto paura a scegliersi.

Globe icon
Vito Miraglia (Dazebao)
08.10.2012
Paolo Virzì si conferma, ancora una volta, il miglior regista di commedie in circolazione. La recitazione è perfetta, spontanea, con quel tocco di veracità sempre presente nei film di Virzi, grazie alla complicità degli accenti, dal toscano, al romano al palermitano.

Globe icon
Gabriele Capolino (Cineblog)
08.10.2012
Virzì non solo fa nuovamente centro, ma dà segno di una maturità che può lasciare seriamente stupiti. Perché la sua nuova opera ha un respiro ampio, internazionale, senza che questo scalfisca il suo “essere italiano”.

Lascia anche tu una recensione o un commento su questo film!
12
Recensioni
Totali
0%
Positive
0%
Negative