User icon
Lorenzo Pedrazzi (ScreenWEEK.it)
08.06.2017
Un blockbuster onesto, capace di trarre qualche sviluppo interessante da una trama prevedibile, simpaticamente démodé nella sua commistione di avventura, dramma e distensione comica, sull’ovvio modello di Indiana Jones (soprattutto nella prima parte) ma anche di molti colossal degli anni Novanta.

Eye icon
4 La Mummia mi ha divertito oltre le critiche che in ...
4 La Mummia mi ha divertito oltre le critiche che in gran parte si merita.

Globe icon
Davide Stanzione (www.bestmovie.it)
08.06.2017
[...] La mummia del 2017 è in realtà un luna park su larga scala carico di macabre suggestioni, tutto giocato su elementi mitologici dell’antico Egitto profondamente impregnati di morte, laddove anche la tentazione alla vita eterna non può che passare dalle viscere degli inferi. Un congegno elementare ma ad effetto, nel quale il giocare d’accumulo è una questione di luci che si fanno largo sottoterra e ombre conficcate chissà dove, di intrattenimento popolare e scoperte rabbrividenti.

Eye icon
4 Scorre via bene, un po' Indy, un po' classico e un ...
4 Scorre via bene, un po' Indy, un po' classico e un po' versione leggermente più seria di quelli con Fraser. Bene gli attori, soprattutto la Boutella che è assolutamente perfetta nella parte.| #LaMummia

Globe icon
Lorenzo Pietroletti (www.lascimmiapensa.com)
08.06.2017
Chi si aspettava un reboot completo rimarrà deluso perchè questo sembra essere più un remake malriuscito del film di Sommers con qualche piccolo cambiamento funzionale a creare un flebile legame (sicuramente molto divertente nella sua introduzione) con tutti gli altri film del Dark Universe. La cura delle scenografie e dell’ottima CGI non è sufficiente a colmare uno script malmesso ed una recitazione altrettanto pessima nel complessivo.

Globe icon
Roberto Vicario (gamesurf.tiscali.it)
08.06.2017
La Mummia non è un film buonissimo, anzi difetti ce ne sono e sono anche abbastanza visibili. Detto questo però, il film di Kurtzman, è un apripista per un mondo che è stato presentato in maniera affascinante e che mette i mostri della Universal in una posizione intrigante e che ci ha lasciato una discreta curiosità addosso. Vediamo come proseguirà questo nuovo viaggio cinematografico.

Globe icon
Domenico Misciagna (www.comingsoon.it)
08.06.2017
La mummia abbraccia lo dinamiche e i piani a lungo termine dei cinecomic attuali, compresa la tentazione dell'origin story, ma ciò che ne risulta sembra più posticcio, forse perché il materiale ha radici differenti e il piegarsi a quelle regole ne snatura il fascino.

Globe icon
Andrea Lupia (www.cinezapping.com)
08.06.2017
[...] un film godibile, da bibita e pop corn che purtroppo paga il prezzo di dover fare da apripista ad altri film e di non riuscire pienamente di conseguenza a centrare senza sbavature una identità precisa.

Globe icon
Marco Lombardi (www.moviestruckers.com)
08.06.2017
Tutto sommato questo moderno La Mummia risulta un buon film d’azione che si lascia guardare, con buone battute e un ottimo cast: l’eccessiva durata porta lentamente ad un finale tra i cunicoli della sotterranea Londra un po’ scontato e con la promessa che alcune situazioni e personaggi continueranno le loro avventure in altre pellicole.

Globe icon
Francesca Ferrandi (www.amando.it)
08.06.2017
Forse un reboot de La mummia ci voleva. [...] Ed ecco perché la Universal, che ha in cantiere un progetto a lungo termine sulla rivisitazione di film horror, ci ha visto lungo a partire proprio con il film La mummia: un buon materiale che, se ben sfruttato, può davvero rendere molto.

Globe icon
Cristina Tenca (www.cinematographe.it)
08.06.2017
[...] nessuna novità quindi, tranne la saggia scelta di scegliere una protagonista femminile. Interessanti e divertenti sono alcuni cambi repentini “di spirito”: in una stessa scena si passa dalla paura alla risata, un revival piacevole dell’omonimo film del ’99.

Globe icon
Costanza Mauro (www.pianetadonna.it)
08.06.2017
La mummia è un film che gioca con generi diversi, dall'horror al comico e questo è senza dubbio uno degli elementi più interessanti del lavoro di Kurtzman. Sofia Boutella nel ruolo di Ahmanet è semplicemente perfetta: bella, terribile, carismatica e tormentata riesce a dare credibilità a un personaggio davvero straordinario.

Globe icon
Thomas Cardinali (talkymovie.it)
08.06.2017
Tutto sta nello scegliere cosa si vuole vedere e siamo sicuri che gli amanti dell’action usciranno dalla sala soddisfatti, mentre gli amanti della storia con la sensazione di essere entrati in un match di boxe in cui lo spettatore rischia di essere preso da Tom Cruise per sfinimento.

Globe icon
Emanuele Manco (www.fantasymagazine.it)
08.06.2017
Ci si potrebbe divertire di più se l’operazione avesse un po’ di autoironia, invece anche l’umorismo sembra dosato come un ingrediente di una formula chimica, non come prodotto spontaneo. Se volete staccare il cervello e salire per 107 minuti sulle giostre La Mummia non vi deluderà. Se sperate in un fantasy horror che abbia qualcosa di nuovo da dire, lasciate perdere, non è un film che potrà sorprendervi.

Globe icon
Lorenzo Pietroletti (www.movietele.it)
08.06.2017
I puristi del genere rimarranno delusi da questo reboot fallimentare sotto tutti (o quasi) gli aspetti. Le tinte horror del primo film del 1932 svaniscono in favore di quelle adrenaliniche del film di Sommer diretto nel 1999. Lo script presenta molti problemi ed è caratterizzato da un perenne stato di ambiguità tra i personaggi che non permette uno sviluppo di empatia con lo spettatore.

Globe icon
Aurelio Vindigni Ricca (cinema.everyeye.it)
08.06.2017
Universal fa ripartire il franchise de La Mummia realizzando un film oscuro e spaventoso, che prende tutto in modo più serio rispetto alla precedente trilogia. La sceneggiatura però non riesce ad essere coerente fino in fondo, dopo un'ora di ottimo cinema horror-action mette troppa carne al fuoco e perde la sua robustezza.

Globe icon
Alessandro Gamma (www.ilcineocchio.it)
08.06.2017
Cruise ha sempre interpretato personaggi schietti e talvolta arroganti ma sempre amabili, affidabili e rassicuranti. Qui salta, corre o rimbalza qua e là spaesato dall’inizio alla fine, totalmente in balìa dello script.

Globe icon
Gabriele Niola (www.badtaste.it)
08.06.2017
In questa che a tutti gli effetti è una origin story (di quale personaggio precisamente è la parte più succosa della sceneggiatura), dopo aver visto il racconto gotico affacciarsi tramite alcuni indizi sparsi, come il gradito ritorno della nebbia nella brughiera inglese, la flagrante esposizione del classico romanticismo perduto tutto morte e sentimenti cristallini, belle e bestie, donne angelo, bionde e bianche prese in delicate relazioni con mostri, alla fine il ritorno a temi, figure e motivi che andavano di moda negli anni ‘30 non stona.

Globe icon
Lilly Leone (www.cubemagazine.it)
07.06.2017
Il cast è di prim'ordine e la qualità delle interpretazioni va di pari passo. Gli effetti speciali sono equilibrati senza eccessi. Le ambientazioni sono ben studiate e piene di atmosfere dark, mentre le soluzioni tecniche e gli effetti speciali sono di notevole impatto.

Lascia anche tu una recensione o un commento su questo film!
19
Recensioni
Totali
0%
Positive
0%
Negative