User icon
Gabriele Niola (ScreenWEEK.it)
28.08.2009
Il secondo progetto filmico tratto da un giocattolo Hasbro, si fonda sulla stessa idea alla base di Transformers ma con un approccio molto più superficiale

Eye icon
Baronessa è in realtà una normale biondona, senza problemi di diottrie, manipolata da suo fratello, il Comandante Cobra, ex amico di Duke, del quale lei era poi l'ex fidanzata, che ha imparato in soli 4 anni a diventare una fatale macchina da guerra? Devo aver visto il film sbagliato, temo...
Siamo più o meno concordi sul risultato finale di un film fatto con poche pretese e, sembra pure, con poca esperienza negli effetti speciali, parlerei brevemente di un argomento stranamente ignorato: la fedeltà all'originale. In ogni film tratto da 'qualcosa' sono disposto ad accettare un certo numero di 'modifiche personali' del remaker. G.I.-Joe le ha abbondantemente superate. Baronessa sarebbe la SORELLA del Comandante Cobra e l'amante involontaria di Destro (prima della faccia di ferro)... ma in realtà è una brava ragazza, bionda, che non porta gli occhiali da vista e che in soli 4 anni è diventata un soldato pari a quelli dell'elite dei GI-Joe? E non solo, sarebbe pure l'ex fidanzata di Duke? Scarlet, non avendo più un ruolo di 'spasimante' per Duke, si è beccata il primo che passava e che ci ha semplicemente provato con lei, prendendola per stanchezza. E Snake Eyes non è muto ma ha fatto il voto del silenzio?!? (hmn... mi hanno ammazzato il maestro... credo che smettendo di parlare per sempre, gli renderò onore) Fingendo che l'argomento sia finito qui, passo e chiudo sull'ipocrisia assassina della conta dei morti: ancora più patetica della versione 'cartone del sabato pomeriggio' che mostrava la vecchia serie animata (almeno lì si salvavano tutti, il che era comunque coerente) Durante gli scontri e gli inseguimenti, i protagonisti fanno le loro gag e le loro battute, intanto centinaia di civili vengono coinvolti in incidenti palesemente mortali... tuttavia, per tutta la durata del film, vedremo chiaramente morire solo 'cattivi' e forze dell'ordine. Le macchine bruciano, le città crollano, ma non si vede una salma e i soldatini generici esplodono a decine, nelle loro macchine hi-tech... ma non glie ne frega a nessuno. Si fermano tutti col fiato sospeso, solo quando si SUPPONE per un attimo che sia morto l'ultimo arrivato: 'il nero-macchietta spiritoso'.

Globe icon
Maria Grazia Bosu (EcoDelCinema)
10.09.2009
l’impressione ultima che rimane è quella di un racconto al quale manca comunque un po’ d’anima, quel qualcosa in più che ci fa condividere le pene di Volverine o di Spiderman in maniera più immediata

Globe icon
Riccardo Rosati (SpazioFilm)
10.09.2009
l tono totalmente fumettistico del film permette alla narrazione di svincolarsi con rapidità da ogni “trappola” di tipo politico, attestandosi come un piacevole prodotto di pura azione

Globe icon
Colinmckenzie (BadTaste)
10.09.2009
Effetti speciali orrendi, tono serissimo: più che brutto, un film senza ragione di essere...

Globe icon
Roberto Castrogiovanni (MoviePlayer)
10.09.2009
"G.I. Joe - La nascita dei Cobra" è esattamente quello che ci si potrebbe aspettare da un film che ha per protagonista la famosa serie di action figures: muscolare, fracassone, grondante di effetti speciali, ma anche privo di un vero e proprio sviluppo narrativo e ricolmo di stereotipi patriottici.

Globe icon
G.I.Joe: La Nascita dei Cobra (MyMovies)
10.09.2009
Grosso, ricco e fracassone il nuovo film da una linea di giocattoli vorrebbe essere Transformers ma non ne ha l'alchimia

Globe icon
Francesco Lomuscio (FilmUp)
10.09.2009
E il risultato finale, evidente prologo a una probabile serie, pur superando di poco la sufficienza non rientra affatto tra i peggiori lavori inclusi nel curriculum del regista

Globe icon
10.09.2009
Davvero difficile sopportare due ore di sparatorie, esplosioni, battute idiote, situazioni improbabili e attori con l'espressività di un calco in gesso.

Globe icon
Pietro Ferraro (ilcinemaniaco)
10.09.2009
Purtroppo il film sente forte la mancanza di uno script che doni ad ogni personaggio la giusta dimensione cinematografica e dei dialoghi almeno accettabili, a parte la splendida Baronessa interpretata da Sienna Miller la cui mise non lascia spazio ad ulteriori critiche.

Globe icon
dr. apocalypse (Cineblog)
10.09.2009
Anche l’action puro stenta, facendo cadere pesantissime responsabilità sulla regia di Sommers, a volte talmente banale e scolastica da far pensare che l’abbia quasi fatto apposta.

Globe icon
Riccardo Balzano (Trailersland)
31.08.2009
Tuttavia c'è da dire che "G.I. Joe" ... è un decente film d'intrattenimento ma debole come capitolo di lancio per un sequel (che il finale aperto suggerisce)

Globe icon
Roberto Semprebene (SilenzioInSala.com)
31.08.2009
Sicuramente la trama non presenta tratti di originalità, ma nel complesso non dovrebbe deludere quanti intendano vederlo per quello che è: puro intrattenimento a basso consumo di neuroni, un “giocattolone” che segue la stessa filosofia ludica dei modellini a cui si ispira.

Globe icon
Marco Lucio Papaleo (everyeye/movieye)
09.08.2009
Tenendo conto dell'obiettivo principale della pellicola, ovvero il puro divertimento di grandi (che anni fa giocavano con le action figure dei JOE e a cui sembra rivolta gran parte dell'attenzione di Sommers) e piccoli (che possono ora riscoprirli),raggiunge perfettamente il suo obiettivo

Lascia anche tu una recensione o un commento su questo film!
14
Recensioni
Totali
0%
Positive
0%
Negative