User icon
Andrea Suatoni (www.screenweek.it)
14.12.2017
L’Episodio VIII impone dei cambiamenti epocali alla saga, riuscendo nel difficile obiettivo di separare il nuovo corso dal vecchio senza dimenticare di omaggiarlo appieno.

Globe icon
Gabriele Niola (www.wired.it)
14.12.2017
Il secondo capitolo della nuova saga si distingue per una regia fortemente ispirata al cinema manga. Risponde alle domande del primo e si propone come perfetto film di transizione al terzo e conclusivo.

User icon
Roberto Recchioni (www.screenweek.it)
14.12.2017
Star Wars: Gli Ultimi Jedi è un fiacco e lunghissimo remake, punto-per-punto, dell’Impero colpisce ancora, che si snoda tra momenti volontariamente e involontariamente comici, molti attimi di noia e qualche bella sequenza.

Globe icon
GABRIELE BARDUCCI (www.thegamesmachine.it)
14.12.2017
Da una parte il cuore vorrebbe stroncarlo senza risparmio, dall’altra però è chiaro come la mia visione idealizzata risulti anacronistica per chi non si fa problemi nell’abbracciare il radicale cambiamento messo sul piatto da Disney: forse la miglior posizione sarà quella dettata dai nuovi spettatori cui la saga sembra indirizzarsi.

User icon
Roberto Recchioni
14.12.2017
Star Wars: Gli Ultimi Jedi è un fiacco e lunghissimo remake, punto-per-punto, dell’Impero colpisce ancora, che si snoda tra momenti volontariamente e involontariamente comici, molti attimi di noia e qualche bella sequenza.

Globe icon
Stefano Silvestri (www.eurogamer.it)
14.12.2017
Lungi dall'essere quella catastrofe che alcuni miei colleghi dipingeranno nelle prossime ore, Star Wars: Gli Ultimi Jedi è comunque un film imperfetto, un roller coaster di sensazioni contrastanti capace di prendere lo spettatore sapiens e di portarlo su, poi giù, poi ancora su, e di farlo uscire dalla sala irrazionalmente divertito.

User icon
Andrea Suatoni
14.12.2017
L’Episodio VIII impone dei cambiamenti epocali alla saga, riuscendo nel difficile obiettivo di separare il nuovo corso dal vecchio senza dimenticare di omaggiarlo appieno.

Globe icon
Vincenzo Lettera (www.multiplayer.it)
14.12.2017
Il seguito de Il Risveglio della Forza è forse il film più spettacolare e dirompente dell'intera saga.

Globe icon
Aurelio Vindigni Ricca (www.everyeye.it)
14.12.2017
Non prendete Gli Ultimi Jedi alla leggera, o alla svelta; è un capitolo che farà sicuramente discutere, in molti lo odieranno, tanti altri lo ameranno a prima vista, mentre una buona fetta di appassionati dovrà metabolizzarlo con la dovuta calma prima di apprezzarlo del tutto. Ciò che è sicuro è che, almeno per ora, non è importante la meta finale, ma il viaggio che ci spinge verso di essa.

Globe icon
Redazione (www.sugarpulp.it)
14.12.2017
Il problema è che non c’è un’idea buona che sia una, non c’è un personaggio che convinca, mancano completamente le basi di tutto. Le auto-citazioni sono talmente tante e talmente stupide che si arriva all’autoplagio senza senso, per non parlare poi dei registri completamente sbagliati dei dialoghi.

Globe icon
Gabriele Niola (www.badtaste.it)
14.12.2017
Pur essendo davvero molto lontani dalla forza di J. J. Abrams e del suo senso vorticoso di azione e narrazione interna all’azione, dalla sua perfezione spielberghiana nella fusione tra azione e intrattenimento, simpatia e gravitas, alleggerimento e dilemma, Rian Johnson crea una storia molto lunga (in almeno 4 atti) e tutto sommato convincente.

Globe icon
Federico Gironi ( www.comingsoon.it )
14.12.2017
Osa, allora Johnson. Osa ai limiti dell'eresia, ma senza superarli, scegliendo la strada di una rivoluzione dolce e progressista. Osa, e magari sbaglia, nell'accumulazione e nella lunghezza: si sentono, specie nella prima parte più lenta e farraginosa nella fase preliminare, i 152 minuti del film, il suo continuo rilanciare, l'andamento forse eccessivamente sinusoidale. Osa, e vince la sua scommessa, quando non ha paura di iniettare in una saga che sembrava avere perso lo smalto ironico dei primi episodi una massiccia dose di umorismo al limiti del demenziale, senza paura di fare indirettamente l'occhiolino al Balle spaziali di Mel Brooks; quando usa il sentimento senza diventare sentimentale.

Globe icon
Antonio Dini (www.fumettologica.it)
14.12.2017
Possiamo dire che Gli ultimi Jedi è un film potente, divertente e piacevole, ben scritto e diretto con garbo. Una gioia vederlo, farà sobbalzare sulla sedia, disperare, commuovere, arrabbiarsi, esaltarsi e alla fine applaudire, per salutare tanti eroi che non rivedremo più.

Globe icon
Roberto Buonanno (www.tomshw.it)
14.12.2017
Gli Ultimi Jedi è l'ottavo capitolo nella saga di Star Wars e si rivela un film eccellente. Costruito con maestria, sa mantenere il legame con la tradizione e inserire delle innovazioni. Solo i nostalgici inconsolabili non lo ameranno

Lascia anche tu una recensione o un commento su questo film!
14
Recensioni
Totali
0%
Positive
0%
Negative