User icon
Leotruman (ScreenWeek)
21.07.2016

Eye icon
3 I primi due decisamente più accattivanti, briosi e ...
3 I primi due decisamente più accattivanti, briosi e convincenti. Questo vive di rendita e manca di appeal. Aspettiamo il prossimo con grandi speranze! Ho dato il mio voto a Star Trek Beyond | #StarTrekBeyondIT :

Globe icon
Giulio Cicala (www.cinetvlandia.it)
22.07.2016
La forza del film sta nell'assoluto gioco di squadra, davanti e dietro alla macchina da presa, con una regia quasi sempre precisa, a parte piccole sbavature qua e là per voler sottolineare l'enfasi della scena, e un cast collaudato che dimostra d'essere un ottimo team sia sull'enterprise che a terra, capitanati da un sempre convincente e bravo Chris Pine, sicuramente nel ruolo a lui più congeniale. La CGI e gli effetti speciali sono come sempre puliti e molto equilibrati, usati con sapienza dal regista che non vuole stupire o meravigliare ma che vuole coinvolgere lo spettatore in un'avventura spaziale dal sapore vintage, in grado però di guardare anche al futuro. Lunga vita e prosperità per altri 50 anni e oltre a Star Trek, i viaggi spaziali continuano e si spera sempre con la medesima efficacia, geometria e pulizia visiva come fatto in questa prima trilogia reboot di grande appeal.

User icon
Leotruman (ScreenWeek)
20.07.2016
Star Trek Beyond esce domani nelle sale italiane e ancora una volta la saga ci regala un turbine di adrenalina ed emozioni, ma anche di toccanti omaggi alla serie tv classica e ai volti celebri purtroppo scomparsi. Il nostro commento in anteprima.

Eye icon
4 Star Trek Beyond, il terzo della serie reboot, è qu...
4 Star Trek Beyond, il terzo della serie reboot, è quello che mi è piaciuto di più dei tre. Il primo era bello, l'emozione di sentir "battezzare" Tiberius impagabile, indimenticabile il rivedere Nimoy, però ho talmente malsopportato la sala macchine piena di tubi e altri dettagli che alla fine non ne ho un gran ricordo. Del due ho adorato Cumberbatch e la prima metà, ma la seconda anche no. Qui mi sono ritrovato ancor più vicino allo spirito originale della serie, contro le aspettative di chi temeva che Lin lo avrebbe snaturato per renderlo più Fast & Furious e invece no.

Globe icon
Enrico Azzano (quinlan.it)
22.07.2016
Orfano dei lens flare e degli slanci drammatici di Abrams, Star Trek Beyond si lascia alle spalle la necessità di dover rigenerare un immaginario, inserisce il pilota automatico e si prepara idealmente a una nuova missione quinquennale: già alle prese col quarto episodio (quattordicesimo dallo Star Trek di di Robert Wise, datato 1979), Simon Pegg e soci sembrano voler seguire le vecchie e consolidate traiettorie disegnate dalla serie classica, così da riportare il franchise su quei binari richiesti a gran voce dai fan. Al netto della cgi e del 3D, un comprensibile ritorno all’ortodossia – sulla carta, dovrebbe essere un percorso inverso rispetto agli auspicati sviluppi del rinnovato Star Wars. Il tutto condito da commoventi omaggi e strizzatine d’occhio: funzionano a dovere le note rivisitate da Michael Giacchino, che rimandano ad avventure passate e future; le vecchie astronavi e la tecnologia d’antan; l’affetto cameratesco e di lunghissima data di Spock, Bones e Kirk, fatto di poche parole e grandi gesti. Ma funzionano anche l’avveniristica Yorktown, a sei gradi di separazione dal “pianeta bianco” di Ikarie XB 1, e il rilassante intreccio tra tecnologia e ironia. Basta lasciarsi cullare dal pilota automatico…

Globe icon
Gabriele Lingiardi (www.cineavatar.it)
22.07.2016
L’opera di Lin si rivolge ai fan più accaniti della serie, che apprezzeranno sicuramente i numerosi omaggi al compianto Leonard Nimoy (forse troppi per chi non nutre affetto filiale nei confronti dell’attore) e l’aura nostalgica che circonda le vicende. Star Trek è infatti, ad oggi, il migliore modo per trasmettere la meraviglia della scoperta, il superamento dell’impossibile e la fiducia nel progresso. L’Enterprise rimane ancora un oggetto cinematografico eccezionale e inesauribile verso cui tutti, soprattutto i più piccoli, dovrebbero tendere lo sguardo. Dal viaggio di Ulisse fino a quello di Kirk, lo spazio infinito come ultima frontiera può continuare ad insegnare valori importanti e a sedimentare nella cultura popolare i semi di una speranza verso il futuro che, in questi tempi, non può che regalare un sorriso

Globe icon
Andrea Ussia (www.persinsala.it)
22.07.2016
Star Trek Beyond è un’avventura fantascientifica estremamente classica, che soddisfa il palato dei fan.

Globe icon
Marco Lucio Papaleo (cinema.everyeye.it)
22.07.2016
Oltre a una buona dose di umorismo c'è molta azione, in Star Trek Beyond, ma in verità c'era spazio per inserirne ancora: Justin Lin e Simon Pegg, tuttavia, forse per timore di scontentare i fan più oltranzisti, non hanno dato "il meglio di sé" nelle rispettive specialità, limitandosi a un giusto mix e tenendo comunque sempre presenti i precetti di Roddenberry e la mitologia fondante l'universo trekkiano. Soprattutto, c'è molto afflato umano, tra una spericolatezza e l'altra, e il tutto appare dosato perfettamente, con il valore aggiunto di un cast in parte e ben sfruttato, volti nuovi compresi. Il film non presenta nessuna novità particolare o valore distintivo nel panorama attuale, ma se vi alletta un nuovo viaggio là, "dove nessuno è mai giunto prima", Beyond fa per voi. E ora siamo molto curiosi per il futuro di questa saga.

Globe icon
Pierpaolo Festa (www.film.it)
22.07.2016
Justin Lin eredita la saga da J.J. Abrams alleggerendola dall'epica forzata e puntando invece sull'ottimo intrattenimento

Globe icon
Verdiana Paolucci (www.filmforlife.org)
22.07.2016
Non era facile prendere in mano il lavoro lasciato da J.J. Abrams, ma Justin Lin riesce a portare azione e divertimento di pari passo, riuscendo a creare una pellicola godibile e puramente estiva. Tredicesimo film del franchise, uscito in concomitanza con il 50esimo anniversario dalla prima messa in onda della storica serie, Star Trek Beyond riparte esattamente dove si era concluso Into Darkness, con la Enterprise nello spazio nella sua missione di esplorazione. Il film di Lin è nostalgico, rivolto al passato (c’è un pensiero rivolto al vecchio Enterprise, il ricordo a Leonard Nimoy, primo Spock del piccolo schermo), ma sopratutto è introspettivo. In questo capitolo, Kirk inizia a domandarsi chi è realmente, cos’ha in comune con suo padre e se vuole diventare come lui. Beyond è quindi il suo viaggio alla ricerca di se stesso, per capire se merita davvero il titolo di capitano.

Globe icon
Davide Belardo (darumaview.it)
22.07.2016
Azione, umorismo, linea drammatica e viaggi nello spazio, sono gli ingredienti giusti per un'ottimo spettacolo cinematografico. Justin Lin conferma che dopo 50 anni la saga di Star Trek è ancora senza frontiere.

Globe icon
Chiara Guida (www.cinefilos.it)
22.07.2016
Se la regia di Justin Lin si sposa alla perfezione con le adrenaliniche avventure di James T. Kirk e compagnia, complice l’allenamento sui set del franchise di Fast and Furious, dall’altra l’anima prevalentemente di intrattenimento del film lo rende un perfetto esemplare del genere, pur facendolo assomigliare in maniera disarmante, come struttura e tempi, ad altri prodotti.

Globe icon
Valerio Porcu (www.tomshw.it)
22.07.2016
Star Trek Beyond rinnova la tradizione di Star Trek senza sconvolgerla del tutto, e ci mette davanti personaggi convincenti, con un loro carattere. Le scene d'azione sono ben bilanciate con il resto, la scenografia spettacolare e gli eccessi quasi tutti tollerabili.

Globe icon
21.07.2016
L'ultimo capitolo di Star Trek è giunto sul grande schermo col titolo di Star Trek Beyond (aldilà) ed è diretto da Justin Lin che ricordiamo per la serie Fast and Furious: The Fast and the Furious: Tokyo Drift (2006), Fast & Furious - Solo parti originali (2009), Fast & Furious 5 (2011) e Fast & Furious 6 (2013) e, nel suo stile, è una vera carambola di action pure&nude nel pieno dello spazio conquistato dai nostri protagonisti: Chris Pine prima di tutto come Capitano dell'Enterprise James T. Kirk, Zachary Quinto nella parte del nipotino dell'Ambasciatore Spock (Leonard Nimoy), e Karl Urban nei panni Dott. Leonard 'Bones' McCoy.

Globe icon
Carolina Tocci (www.movielicious.it)
21.07.2016
La sceneggiatura rimaneggiata da Simon Pegg riesce a catturare lo spirito originale della serie senza spingere troppo su citazionismi e altri aspetti malinconici: rispettoso della fanbase, Star Trek Beyond funziona perfettamente anche nell’intrattenere lo spettatore casuale, combinando la filosofia e i principi da cui è nato questo universo, quelli cari a Gene Roddenberry, con scenografie mozzafiato e scene d’azione al cardiopalma.

Globe icon
Matteo Novelli (www.abovetheline.it)
21.07.2016
Star Trek ha dalla sua una tale carica positiva da renderlo una delle storie più luminose della galassia, e questo terzo capitolo rimarca questo idea attraverso un solido manipolo di protagonisti a cui è impossibile non affezionarsi. Ma ci sono anche sequenza d’azione concitate che si alternano ad altre di ampio respiro, e una scena geniale nel terzo atto che unisce la potenza del suono alla colonna sonora. Se questo non vi basta, saltate questo viaggio spaziale e preparatevi per il prossimo: occhio però, potreste perdervi l’avventura più bella dell’estate.

Globe icon
Cecilia Strazza (www.vertigo24.net)
21.07.2016
Lasciando intatta la sua verve scanzonata, forse suggerita dagli inserti comici di Pegg nella sceneggiatura, Justin Lin rende questa nuova avventura nella galassia ancora più adrenalitica: Star Trek Beyond è di fatto un buon blockbuster dall’anima spettacolare che si lascia condurre dalla magia degli effetti speciali (con un 3D d’immersione davvero piacevole) e dalla traccia lineare del suo svolgimento classico.

Globe icon
Emanuele Manco (www.fantasymagazine.it)
21.07.2016
Con Justin Lin alla regia aumenta l'azione ma rimangono gli elementi fondamentali che hanno reso Star Trek un mito contemporaneo.

Globe icon
Gianluca Arnone (www.cinematografo.it)
21.07.2016
Justin Li rovina quanto di buono fatto da J.J. Abrams: il terzo episodio della saga non è nemmeno interlocutorio, solo ipercinetico e confuso.

Globe icon
21.07.2016
Non è un caso perciò se la visione di “Star Trek Beyond” somiglia un po’ ad un lungo giro sulle montagne russe: tra momenti di rettilineo in cui si rischia addirittura di sfiorare la monotonia e momenti adrenalinici, in cui il percorso ripido, le accelerazioni e le curve scatenano un repentino entusiasmo, utile a risvegliare dal torpore. Perché quando c’è da azionare il rombo dei motori la pellicola riesce a scaldarsi (e a scaldare) alla grande, è generosissima nello spingere il pedale della velocità e lanciarsi a mille: intercettando persino sequenze pregevoli, roboanti e avvincenti per lo spettatore. Peccato che Lin non riesca comunque, tramite ciò, a pareggiare le sue mancanze, a equilibrare un prodotto che, per certi versi, quando ci si mette a livello di adrenalina e divertimento, non ha nulla da invidiare ai suoi predecessori, anzi, molto spesso pare addirittura essere in grado di superarli, sfondando di prepotenza il muro della fantascienza e dello spasso, ma soddisfacendo lo stesso con qualche riserva di troppo.

Globe icon
Fabio Tosti (www.mauxa.com)
21.07.2016
In un mondo che ricalca i precedenti, ma introducendovi peculiarità che stupiranno lo spettatore non tanto dal punto di vista narrativo, quanto da quello più spettacolarmente visivo, e  godendo di un tono leggero e improntato verso il sano umorismo, Star Trek Beyond sarà un’altra pietra miliare per i fan della saga.

Globe icon
Ilaria Scognamiglio (www.cinemamente.com)
21.07.2016
Star Trek Beyond non sarà certo ricordato come uno dei kolossal migliori di fantascienza, ma sicuramente supera di buon grado la prova, regalando al pubblico dei Trekkie un altro fantastico viaggio a bordo dell’Enterprise.

Globe icon
Mario D'Angelo (www.gamesvillage.it)
21.07.2016
Star Trek Beyond è un film pienamente godibile, divertente, bello da vedere e sentire. Superiore, se non a quello del 2009, sicuramente al secondo capitolo. E se anche non lo fosse, è decisamente più in linea con la saga che tanti ha appassionato. Domani, teletrasportatevi al cinema.

Globe icon
Andrea Giovalè (www.staynerd.com)
21.07.2016
Il punto che separa questo voto dalla sufficienza striminzita è dovuto soltanto alle visuali da Asimov sotto LSD e al dinamismo anche concettuale che regalano alla pellicola tutta. Per il resto: solito cattivo, solito mix di spari e botte, solito pacco di ironia sagace, doppio finale e tutti a casa. La mancanza di gravi errori o debolezze strutturali, oggi, non è più così scontato e quindi ci fa piacere, ma il cinema è fatto anche per osare. Questo Star Trek Beyond difficilmente scontenterà i fan, ma altrettanto difficilmente ne sconvolgerà qualcuno, al di là dell’entusiasmo visivo che scatena. Come terzo film perfettamente in linea con i precedenti, forse poteva concedersi qualche licenza in più, invece lascia l’intera responsabilità di essere rivoluzionario, ormai fattasi onerosa, al prossimo e futuro film della saga, il quarto. Che sia… una nuova speranza?

Globe icon
Emanuele Sacchi (www.mymovies.it)
21.07.2016
Star Trek Beyond resta un gradevole momento di intrattenimento in compagnia di alcuni dei migliori amici che si possano desiderare. Cosa che può sembrare poco rispetto alle attese ma che si dimostra assai più rilevante in tempi che rifuggono la medietà per abbracciare il gigantismo ad ogni costo.

Globe icon
Elisa Giudici (www.mondofox.it)
21.07.2016
Star Trek Beyond è un gran bel film estivo e un dignitoso tredicesimo capitolo cinematografico della saga di Star Trek, capace di distanziarsi dalle posizioni non semplici di Into Darkness e di riavvicinarsi all'etica originaria della saga, al suo spirito esplorativo e positivo potendo un freno alla militarizzazione della Federazione e alla drammatizzazione degli eventi. 

Globe icon
Emanuele Biotti (www.badtaste.it)
21.07.2016
Oltre a garantire intrattenimento e spettacolo, Star Trek Beyond grida che questa saga può spingersi oltre e andare potenzialmente ovunque, finché avrà la fiducia del pubblico, per ribadire concetti semplici. E se la semplicità è l’ultimo stadio della complessità, l’equipaggio dell’Enterprise è pronto a ribadire la banalità del bene: la paura della morte ci tiene in vita, ma è meglio morire salvando vite che vivere portandone via.

Globe icon
Antonio Maria Abate (www.cineblog.it)
21.07.2016
È proprio lo stesso Lin ad offrire le cose migliori in Beyond. Si veda a come sfrutta in maniera visivamente sensata e scenografica la conformazione di Yorktown, composta da più anelli dalla gravità opposta, che dà adito a sinuosi movimenti di camera che quasi giocano con la vista, come ingannandola, provocando però un certo piacere come avviene con le illusioni ottiche. Così come funzionano certi scontri a fuoco, che pur non costituendo nelle intenzioni il fulcro, si impongono come momenti tra i più alti del film.

Globe icon
Luca Liguori (movieplayer.it)
21.07.2016
Oltre a questo, e ai prevedibili e inevitabili risvolti che avranno sulla trama, davvero non c'è nulla di più - ed è quanto meno ironico per un film che si intitola Beyond - semplicemente perché Pegg non solo non si sforza di dire nulla di nuovo, ma si tiene ben lontano anche dal solo provarci.

Globe icon
Alessio Giuffrida (www.cinematographe.it)
21.07.2016
Empatico quanto basta, Star Trek Beyond è un degno lavoro cinematografico, convenzionale nella sua naturalezza, ma che presenta – seppur in maniera marginale – spunti riflessivi non indifferenti.

Globe icon
Daniela Catelli (www.comingsoon.it)
21.07.2016
Star Trek Beyond non è certo è un brutto film, anzi, come opera di genere è decisamente interessante, ma è un passaggio intermedio nella mitologia trekkiana, che ha risentito della defezione di Abrams e non sarà ricordato come uno degli episodi più memorabili della lunga storia dell'Enterprise. Pur non violando la Bibbia dell'universo Trek – anche se l'insistitita amore tra Uhura e Spock ci fa sempre un certo effetto –, rivela qua e là delle goffaggini che lo fanno assomigliare più all'omaggio di un ragazzo che a un prodotto adulto a sé stante. Di sicuro può piacere anche a chi non è un fan di questo universo e che lo apprezzerà come action e film di fantascienza realizzato in modo ineccepibile.

Globe icon
Stefano Dell'Unto (www.mangaforever.net)
21.07.2016
Tutto quello che dev’essere un pop corn movie emozionante e divertente. 120 minuti di grandissimo cinema d’intrattenimento, sostenuti da un ritmo forsennato e senza una sbavatura. Continua ad essere prediletta la componente action ma il lavoro di scrittura inizia anche a riconciliarsi con i contenuti della serie originale. Spiace dirlo ma J.J. Abrams è meglio come produttore che come regista. Lunga vita e prosperità a Justin Lin che è arrivato là dove Abrams non era giunto prima.

Globe icon
Andrea Alfano (spettacoli.leonardo.it)
21.07.2016
Un prodotto perfetto d’intrattenimento puro, che non ha altre velleità se non quella di divertire lo spettatore (omaggiando, in un paio di momenti, anche i vecchi fan della serie classica), con sequenze ultra-dinamiche che portano il franchise lì dove – effettivamente – non era mai stato prima.

Globe icon
Giorgio Viaro (www.bestmovie.it)
20.07.2016
Star Trek Beyond è un oggetto cinematografico strano, che si pone delle domande interessanti, e poi sviluppa le risposte in parte per necessità e in parte per convinzione. Il primo atto è memorabile, poi si entra in questa corsa a perdifiato che porta il film fino ai titoli di coda – c’è molta fretta in ogni scena, di conseguenza il gioco esalterà alcuni e annoierà a morte altri. In ogni caso, è l’ennesimo segnale di come il governo della serialità e il dominio economico dei franchise stiano trasformando il cinema nei suoi tempi e nelle sue forme.

Globe icon
Valerio De Vittorio (gamesurf.tiscali.it)
19.07.2016
Star Trek Beyond non stupisce con scelte particolarmente coraggiose, ma convince e diverte. Dedicato a fan vecchi e nuovi, il film intrattiene con momenti esilaranti ed altri più toccanti, sapendo dosare con precisione sequenze d'azione eccellenti e adrenaliniche con altre più intime. Memorabili gli scambi di battute tra Scotty e la nuova arrivata Jaylah, così come le interazioni tra Spock e Mccoy. L'assortimento inedito dei protagonisti ha permesso di portare su schermo delle alchimie inedite, a tutto vantaggio dello spettacolo. Peccato che l'arco narrativo principale non abbia molto mordente, così come il cattivo interpretato da Idris Elba, davvero sotto sfruttato. Ad ogni modo, Star Trek Beyond è consigliato senza riserve.

Globe icon
Drew McWeeny (www.hitfix.com)
19.07.2016
Justin Lin è a suo agio nel gestire l'azione più caotica, ma sa anche che ciò che rende il tutto davvero interessante è dare la possibilità al pubblico di divertirsi a passare un po' di tempo con i personaggi.

Globe icon
Matt Maytum (www.gamesradar.com)
19.07.2016
L'Enteprise è al sicuro nelle mani di Justin Lin. Grazie a un vivace senso dell'avventura e a un buon lavoro di squadra, Star Trek Beyond è uno spassoso, se non essenziale, film per l'estate.

Globe icon
Peter Bradshaw (www.theguardian.com)
19.07.2016
Le relazioni interpersonali tra l'equipaggio dell'Enteprise sono la vera attrattiva del film. Un'avventura entusiasmante.

Globe icon
Brian Truitt (www.usatoday.com)
19.07.2016
Questa avventura galattica potrà risultare imperfetta, ma il suo mix di serietà, allegria e i temi cari ai vecchi Trek rende il film un viaggio entusiasmante verso la frontiera finale.

Globe icon
Owen Gleiberman (variety.com)
19.07.2016
È un film solido che fa il suo dovere e possiede una piacevole atmosfera retrò.

Globe icon
Russ Fischer (www.thewrap.com)
19.07.2016
Questo capitolo riprende ciò che aveva reso la serie originale così allettante, e dà la possibilità all'ottimo cast di interagire in una storia lineare. Non sarà coraggioso, ma Beyond soddisfa.

Globe icon
Tom Huddleston (www.timeout.com)
19.07.2016
Il film è un vero spasso per tutta la sua durata, un carnevale vertiginoso di battute, scazzottate, esplosioni, inseguimenti ed effetti speciali che vi faranno uscire gli occhi fuori dalle orbite. Cosa si potrebbe chiedere di più?

Lascia anche tu una recensione o un commento su questo film!
43
Recensioni
Totali
0%
Positive
0%
Negative