User icon
Leotruman (ScreenWeek)
16.11.2016
La recensione senza spoiler di Animali Fantastici e dove trovarli, primo capitolo della nuova saga magica creata da J.K.Rowling ambientata prima degli eventi accaduti nei libri e nei film di Harry Potter.


Globe icon
Roberto Semprebene (www.silenzio-in-sala.com)
17.11.2016
La cupezza che contraddistingueva gli ultimi episodi di Harry Potter, non a caso diretti da Yates, permane complessivamente in questo Animali fantastici e dove trovarli: nonostante le molte scene divertenti e colorate, il regista non ha saputo recuperare dalla saga precedente la meraviglia e la magia, rimanendo - anche in questa nuova declinazione - un po’ freddo, tanto in termini di fotografia che di messa in scena. Animali fantastici e dove trovarli è un prodotto ben confezionato, che non mancherà di riscuotere successo.

Eye icon
3 Animali Fantastici è il prequel della saga di Harry...
3 Animali Fantastici è il prequel della saga di Harry Potter, ambientata nella New York anni ’20. Avevano tutte le possibilità per creare qualcosa di fresco, nuovo, ma che rimandasse la mente dello spettatore ad Hogwards senza troppa fatica. Dico “avevano” perché non credo che il lavoro sia stato fatto davvero come si deve. Benino, ma non bene. Non c’è la stessa magia che avvolgeva i vecchi capitoli — la Rowling è più brava a scrivere libri che non sceneggiature, probabilmente — e per tutto il film ho avuto la sensazione che mancasse qualcosa; qualcosa che ha reso il film banale e del tutto poco coinvolgente. Ho trovato davvero fastidiosi i continui cambi emozionali del montaggio, troppo evidenti e alcune volte forzati. Si passa da scene cupe a scene humor senza alcun criterio, rendendo la pellicola quasi stucchevole. La storia risulta lenta e quasi niosa in alcuni punti, davvero poco rilevanti per la trama — oltretutto —, mentre ho avuto l’impressione che i momenti clou venissero quasi buttati nel mucchio a caso. Molti temi vengono dati per noti, dando per scontato che lo spettatore abbia già avuto a che fare con il mondo magico, pertanto non ritengo che sia un film visibile a tutti, ma solo da coloro che hanno visto o letto Harry Potter. I personaggi vengono presentati tutti abbastanza piatti, senza troppe sfumature e merletti, non permettendo una reale immedesimazione con loro. Per concludere l’ho trovato un film faticolo, poco entusiasmante e mal strutturato. Speriamo che i prossimi siano realizzati con maggior rigurardo.
harrypotter - animali - fantastici

Globe icon
Marco Alocci (www.myreviews.it)
17.11.2016
Animali Fantastici riesce nel suo compito di convincere chi, con l’epilogo di Harry Potter, aveva ormai definitivamente (a malincuore) chiuso con le avventure del mondo di J.K. Rowling. Lo fa innovando e sorprendendo, divertendo ed emozionando, senza mai dimenticare di descrivere magnificamente una realtà magica in cui farci sognare. Attraverso Newt e la sua valigia scopriamo un mondo di cui abbiamo sempre sentito parlare ma che mai abbiamo avuto la possibilità di vedere, viaggiamo come esploratori in una quinta animata dalla magia. Un mondo fantastico, appunto, lì dove la magia stessa sposa la più vivida immaginazione, volontà in atto di creare nuovi mondi, plasmarli, viverli.

Eye icon
4 Ho dato il mio voto a Animali Fantastici e dove tro...
4 Ho dato il mio voto a Animali Fantastici e dove trovarli

Globe icon
Mirko Lomuscio (www.youmovies.it)
17.11.2016
Il film di Yates vince sotto molti aspetti, in primis quello di riuscire ad accantonare l’universo del noto Potter con qualcos’altro che potrebbe appassionare stando all’altezza della situazione; questo film anticipatore delle arti magiche potteriane è un godibile prodotto per grandi e piccini, a cui si possono trovare non molti difetti e che gode di una semplice struttura, quasi come un fantasy anni ’80 sotto certi aspetti. Forse è difficile pensare che Redmayne possa accantonare l’iconica immagine di Daniel Radcliffe, ma stando a ciò che Animali fantastici e dove trovarli ha da mostrare nulla è impossibile, perché qua avrete di che divertirvi, che siate fan o no del mondo della Rowling (a proposito, lo script è ad opera della stessa scrittrice), ed in più troverete una serie di strizzate d’occhio ad Hogwarts, i suoi docenti e al futuro del franchise, annunciato dalla presenza di guest stars inaspettate ma prossime a primeggiare nel futuro di questa nuova saga. Ne vedremo delle belle.

Eye icon
4 Ho dato il mio voto a Animali Fantastici e dove tro...
4 Ho dato il mio voto a Animali Fantastici e dove trovarli | #AnimaliFantastici : "Michela in sala si sentivano solo i tuoi versetti" Una testimonianza di @ilaria Trepiccioni (Pregasi evitare battute da bar)

Globe icon
Cinzia Zagato (www.intothemovie.com)
17.11.2016
Animali Fantastici E Dove Trovarli è una storia sul recupero delle creature magiche fuggite a New York, che cresce fino a toccare temi profondi come la paura della persecuzione da parte dei No-Mag, la repressione dell'identità e l'ansia dell'essere scoperti e non compresi. Xenofobia e ambientalismo si inseriscono in un contesto magico fondendosi in un racconto che appare leggero e delicato ma nasconde profonde riflessioni.

Eye icon
5 Come promesso Animali Fantastici ti catapulta nel m...
5 Come promesso Animali Fantastici ti catapulta nel mondo mafico che tutti noi amiamo, ma in una inedita e bellissima New York, con personaggi che ho già voglia di rivedere e tenerissime e fantastiche crearure che adesso sappimo davvero dove trovare: al cinema! #AnimaliFantastici :

Globe icon
Luca Zanovello (www.masedomani.com)
17.11.2016
La saga di Newt si apre con un respiro ampio e divertente, qualche utile morale accennata (il rispetto e la salvaguardia animale, il superamento della paura per il diverso) e promettenti premesse per il futuro. Condensate in due ore godibili, siate voi inguaribili rowlinghiani o dei comunissimi babbani.

Globe icon
Valeria Roscioni (spettacoli.leonardo.it)
17.11.2016
Tematiche sociali, messaggi riguardanti l’accettazione del diverso, anche e soprattutto quando il diverso è dentro di noi, e il tentativo di donare alla storia anche una certa morale si scontrano, però, con una sceneggiatura che, quando si tratta di dare spessore alle forze del male, non riesce a centrare l’obiettivo fino in fondo. Un po’ perché si dà troppo spazio alle allegre peripezie dei buoni, anche quando sono solo un divertissement, e un po’ perché c’è di mezzo Colin Farrell, unico neo in un cast davvero in parte. Si tratta di un difetto perdonabile. Citazionismo, ammiccamenti al mondo di Harry Potter e persino una scena con un bar malfamato in stile Star Wars, hanno decisamente la meglio. Chi non lo capisce è un mangiamorte.

Globe icon
Martina Calcabrini (www.taxidrivers.it)
17.11.2016
Il film, gotico adattamento cinematografico dell’omonimo libro scritto per beneficienza da J.K. Rowling nel 2001, punta l’attenzione piuttosto sul rapporto tra mago e creatura magica, mostrando che la seconda è sempre più umana degli umani stessi e, di converso, più magica della stessa magia. David Yates, già regista delle ultime quattro pellicole potteriane, conosce benissimo il background del genere gothic-fantasy ed, evidenziando le caratteristiche dell’America dei primi del ‘900, sfoggia tonalità grigiastre che sposano perfettamente le tinte bianche e nere delle ambientazioni, conferendo, così, maggiore rilevanza all’irruenta policromia dei veri protagonisti dell’opera. Sebbene il ritmo delle azioni sembri, a volte, rallentato rispetto allo svolgimento della vicenda, Animali fantastici e dove trovarli si rivela un buon fantasy pieno di colpi di scena e mistificazioni in perfetto stile Rowling.

Globe icon
Luca Marchetti (www.sentieriselvaggi.it)
17.11.2016
La fusione tra la sua storia magica e la Storia reale (il film, oltre alle immancabili easter eggs per gli appassionati, è ricco di riferimenti storici alla Grande Guerra o al massacro di Salem) crea un’atmosfera affascinante simile a quelle dei volumi di Tintin o degli episodi migliori dell’indimenticabile Le avventure del giovane Indiana Jones. In questo primo episodio, però, è innegabile che la mancanza di una forte e strutturata base letteraria. La penna della Rowling si sente perfettamente, nella costruzione di alcuni personaggi, come lo splendido auror Graves di Colin Farrell, e nel terzo atto.

Globe icon
Alessandra De Tommasi (cinema.everyeye.it)
17.11.2016
In un cocktail di fantasy, gangster movie, action e romance, J.K. Rowling volta pagina. Chi si aspettava una variante della storia di Harry Potter dovrà fare i conti con un’era diversa, ma Eddie Redmayne conquista e convince con la bacchetta di Newt e il cast è gradevole e ben assortito.

Globe icon
Valerio Brandi (www.cinefarm.it)
17.11.2016
Una storia decisamente interessante e avvincente, che vi terrà col fiato sospeso fino alla fine, perché il film ti inganna, ti porta su più direzioni, per svelarti solo verso la fine alcune cose.

Globe icon
Marco Minniti (quinlan.it)
17.11.2016
Tra tuffi in valige contenenti mondi, quasi moderne arche di Noè portatili, fumosi locali popolati di creature magiche, che rimandano all’indimenticata taverna dove Han Solo fece la sua prima apparizione in Guerre stellari, distruzioni urbane assortite degne di un disaster movie, il film sfodera inoltre un buon uso del 3D, che fornisce profondità sia alle (poco presenti) location magiche, sia alla “babbana” ma non meno luccicante New York degli anni ‘20. A mancare al film è un po’ la consistenza narrativa, insieme alla capacità di farsi biglietto introduttivo per un mondo che (comunque) vale la pena di esplorare. Ma chiunque quel mondo lo abbia già (in parte) visitato, resterà qui di nuovo, inevitabilmente, preso all’amo.

Globe icon
Augusto D'Amante (www.mondofilm.it)
17.11.2016
Animali Fantastici e dove trovarli, quindi, getta le basi, fa da apri-pista ad una nuova era, ci suggerisce una serie di domande che chissà quando troveranno risposte, ci inganna promettendoci qualcosa di familiare (complice un certo tema musicale all’inizio del film), ma ci mette davanti a qualcosa di nuovo. L’era di Harry Potter (per il momento) è finita; ora c’è un nuovo mago che merita la nostra attenzione, Newt Scamander.

Globe icon
Letizia Rogolino (www.newscinema.it)
17.11.2016
David Yates ha diretto diversi capitoli di Harry Potter, pertanto non è nuovo al mondo di J.K. Rowling e non si sforza troppo per realizzare un film di intrattenimento, che regala il giusto mix di emozione, divertimento e colpi di scena. La sua ricetta iniziale funziona anche per la storia di Newt Scamander e quindi meglio non esagerare, tenendo lontano Animali Fantastici e dove Trovarli dall’ombra di una saga pluriennale con un seguito di appassionati con il fucile puntato. Portare la magia nei ruggenti anni ’20 a New York, che già si ricordano con stupore e romanticismo, è senza dubbio un esperimento riuscito per la Rowling, che si scopre tagliata anche per il  cinema.

Globe icon
Ilaria Scognamiglio (www.cinemamente.com)
17.11.2016
Con effetti speciali spettacolari, nuove fantastiche creature magiche da conoscere ed un cast eccezionale, Animali Fantastici e Dove Trovarli soddisfa le attese di tutti i Potteriano e non fa altro che aprire un nuovo capitolo di una saga che speriamo possa continuare ad essere all’altezza della precedente.

Globe icon
Massimo Lastrucci (www.ciakmagazine.it)
17.11.2016
A parte le citazioni dirette (Hogwarth e il grande Albus Silente ricordato dal suo allievo Scamander), il rodato team di tanti episodi col maghetto con gli occhiali si è sforzata, piuttosto bene precisiamo subito, di resuscitare quasi la stessa aura dei primi, con l'accurato sfoggio a profusione di effetti speciali, il mix humour-tempi cupi all'orizzonte (esempio “Il calcio è il quidditch dei No-Mag?” si chiede spiritosamente e profeticamente un articolo sul giornale dei maghi), più una miriade di personaggi minori tutti caratterizzati al dettaglio (e che magari ritroveremo in futuro).

Globe icon
Erika Pomella (www.movietele.it)
17.11.2016
Animali Fantastici e dove trovarli è uno di quei film che si ferma tra stomaco e cuore, che ti rapisce e ti fa innamorare ancor prima che ti sia concesso rendertene conto. La magia del mondo di J.K. Rowling, sospesa tra il vecchio e il nuovo, si riverbera negli occhi degli spettatori, che non potranno fare a meno di innamorarsi di questo universo in continua evoluzione.

Globe icon
Marcello Paolillo (www.gamesvillage.it)
17.11.2016
Animali Fantastici e Dove Trovarli invita distrattamente il pubblico ad affezionarsi ai nuovi personaggi, un’impresa decisamente ardua visto che (perlomeno in questo primo capitolo) non vi è alcun protagonista memorabile o degno di nota. Incluso Newt Scamander, anonimo, dinoccolato e a tratti davvero insopportabile, tanto da sembrare spesso un cosplay malriuscito di un personaggio della saga principale.

Globe icon
Raffaella Mazzei (www.mistermovie.it)
17.11.2016
Chi ha amato le vicende di Hogwarts amerà anche quelle degli animali fantastici, con i loro spettacolari effetti speciali e quell’aurea da sogno in grado di arricchire la realtà.

Globe icon
Chiara Guida (www.cinefilos.it)
17.11.2016
Animali Fantastici e Dove Trovarli riesce a dare un nuovo slancio alla lotta tra la luce e il buio, strizzando l’occhio allo spettatore che è fedele al franchise ma facendosi ammirare anche da chi non ha mai incontrato prima Harry Potter e confermando che la Rowling non ha perso il suo smalto.

Globe icon
Giulio Cicala (www.cinetvlandia.it)
17.11.2016
Animali fantastici e dove trovarli  è un film che racconta poco, da solo dei piccoli spunti, è una sorta di prologo incentrato sulla vita di Newt Scamandro e poco di più. Non è un film che esalta o ti fa venir voglia di saperne di più sul docente e le sue creature fantastiche, ma almeno ti da l'idea che si possa narrare una nuova storia lontana da Hogwarths e ampliare così l'universo di Harry Potter. Ritmo e dinamicità ai prossimi film, si spera.

Globe icon
Marita Toniolo (www.bestmovie.it)
17.11.2016
La Rowling con questo film conferma un’immaginazione florida e un talento notevole come autrice di una sceneggiatura originale, dando vita a un’avventura avvincente, che fa di Animali fantastici un oggetto totalmente nuovo, sprigionato dal mondo di Harry ma totalmente a se stante.

Globe icon
Domenico Misciagna (www.comingsoon.it)
16.11.2016
Animali fantastici e dove trovarli per chi scrive ha soprattutto il colossale pregio di cercare un'identità propria, confrontandosi con una saga così famosa da intimorire forse ormai la sua stessa autrice.

Globe icon
Valerio Sammarco (www.cinematografo.it)
16.11.2016
Sorprendente e folle: magico. Il nuovo inizio dell’universo J.K. Rowling è da applausi, e riconsegna al cinema il suo strumento più incisivo, quello dello stupore

Globe icon
Carolina Tocci (www.movielicious.it)
16.11.2016
In oltre due ore di sfrenata fantasia visiva non si può che rimanere estasiati da quel fiabesco quotidiano che la Rowling è stata in grado di immaginare ancora una volta, farcito di situazioni e personaggi originali che fanno valicare i confini della concretezza, pur mantenendo una credibilità e una verosimiglianza all’interno del contesto narrativo in cui si muovono.

Globe icon
Marianna Cappi (www.mymovies.it)
16.11.2016
Bisogna essere creature un po' magiche, com'è J. K. Rowling, per far saltar fuori da un bestiario di poche pagine, pensato come testo scolastico per i giovani allievi di Hogwarts, una pentalogia che, stando almeno al primo capitolo, non ha nulla del calco della saga potteriana ma soltanto una magnifica continuità di visione e di felicità d'invenzione. In questo quadro, David Yates non ha, però, un ruolo minore: la sua frequentazione dell'universo magico della scrittrice ne ha fatto probabilmente il miglior traduttore in circolazione per il cinema, specie degli episodi più scuri e perturbanti, com'è questo, nei quali dimostra ancora una volta di saper equilibrare con sapienza la necessità di non edulcorare il tema e l'eleganza di non indulgere nell'orrorifico per vezzo.

Globe icon
Gabriele Ottaviani (convenzionali.wordpress.com)
16.11.2016
Il problema fondamentale di questo film senza dubbio spettacolare e dagli accenti epici, ispirato dal genio della Rowling, che ci trasporta in una New York del millenovecentoventisei dickensiana e magnificamente ricostruita, in cui la magia è sotto attacco e la gente è spaventata da tutto ciò che non conosce, che respinge, rifiuta e condanna (quanto aveva ragione, ahimè, Vico coi suoi corsi e ricorsi storici…), è che sono noiosi e ripetitivi pure gli effetti speciali. Peccato. Va bene per i bambini. Piccoli. Molto.

Globe icon
Pierpaolo Festa (www.film.it)
16.11.2016
Lontani da sequenze didattiche e cercando di diminuire il più possibile i soliti spiegoni della saga, i realizzatori slacciano la cintura di sicurezza e si lasciano andare all'esplorazione, settando un nuovo tipo di tensione: sin dall'inizio, infatti, lo spettatore si ritrova nel bel mezzo dell'azione in città, davanti al rischio che i maghi vengano costantemente scoperti dagli umani. I fan di Potter avranno sbalzi di gioia quando sentiranno un lessico familiare usato nei film precedenti, ma alla voce familiarità c'è sempre il tema portante: non conta l'età dei protagonisti, anche loro affrontano un percorso di maturità e sui loro volti si colgono i ragazzini che erano fino all'altro ieri. In altre parole questi nuovi maghi sono più eredi che antenati di Harry, Hermione e Ron. 

Globe icon
Valeria Brunori (www.ecodelcinema.com)
16.11.2016
Un bel film, trascinante, avventuroso, magico, ma a tratti con quella insidiosa sensazione che si sarebbe potuto fare di più.

Globe icon
Martina Barone (www.cinematographe.it)
16.11.2016
Visivamente coinvolgente, assemblato da inquadrature pirotecniche e mirabolanti, il film diretto da David Yates, fedele collaboratore per la realizzazione al cinema di mondi magici, è il perfetto bilanciamento di fili del racconto differenti eppure collegati, distinti non soltanto dal contenuto, ma dall’utilizzo di un determinato stile volto a caricare emotivamente lo spettatore, il quale si ritrova a ondeggiare tra il luminoso e impressionante mondo dell’appassionato di animali Newt Scamander e l’oscurità dominata da infime ombre e dalla presenza di un potere fortemente corrotto e malvagio.

Globe icon
Roberto Vicario (gamesurf.tiscali.it)
16.11.2016
Animali Fantastici e Dove Trovarli getta le basi per quello che, molto probabilmente, sarà un vero e proprio nuovo - ma soprattutto credibile - universo magico a cui affezionarsi. Yates, la Rowling e tutto il cast hanno confezionato una splendida avventura, all'interno della quale vale davvero la pena perdersi col cuore e con la testa.

Globe icon
Karin Ebnet (www.movieforkids.it)
16.11.2016
La mancanza di una vera storia alla base del film un po’ si sente, con i personaggi che vagano alla ricerca di creature magiche per le strade di una New York del 1926 come unica traccia e un ritmo un po’ altalenante tra scene d’azione e scene descrittive, ma questa mancanza viene perfettamente compensata da alcuni personaggi che riempiono lo schermo e conquistano lo spettatore con poche battute e sorrisi.

Globe icon
Valentina Alfonsi (www.loudvision.it)
16.11.2016
[David Yates] non si è fatto notare negli ultimi quattro film di Harry Potter (“L’ordine della fenice”, “Il principe mezzosangue” e le due parti di “I doni della morte”), continua a non farsi notare qui: fa il suo mestiere, senza grandi idee di messa in scena né tantomeno un’impronta d’autore. Peccato, questa nuova saga poteva essere anche un’occasione per creare e osare di più dietro la macchina da presa, ma la Warner evidentemente preferisce non rischiare.

Globe icon
Federico Vascotto (www.dituttounpop.it)
16.11.2016
La regia di David Yates, reduce dagli ultimi film di Harry Potter, sorprende poiché gioca continuamente col punto di vista dello spettatore: quello del nomag, quello degli animali del titolo per le strade di New York, quello del cattivo, quello di chi la sa lunga sugli episodi a venire. Proprio come Kowalski, una volta arrivati ai titoli di coda, anche gli spettatori vorranno rivivere subito daccapo la storia di Newt a New York, per poi ricordarla e dimenticarla nuovamente, in una sorta di déjà vu, pronti per partire alla volta di un nuovo viaggio che chissà con quali incredibili altre magie ci saprà stupire.

Globe icon
Costanza Mauro (www.pianetadonna.it)
16.11.2016
È così che la Rowling riesce perfettamente a legare Animali Fantastici e dove trovarli al clima del tempo e a costruire una serie di preziosi rimandi con il passato, certo, ma anche con l'epoca attuale che più che mai sembra subire il fascino di figure forti ed autoritarie. Non immaginatevi però un film noioso, Animali Fantastici è grandioso proprio perché questi temi così forti si armonizzano con le parti più fantasiose e creative del film, quelle che ci fanno sognare perché un mondo così, con il giusto tocco di magia, vorremmo conoscerlo anche noi.

Globe icon
Gabriele Niola (www.badtaste.it)
16.11.2016
Ancora più inusuale per J. K. Rowling è poi quanto male siano trattate le relazioni tra personaggi. Se ormai ogni spettatore ha avuto modo di farsi un’idea sulla regia di David Yates (per chi scrive un disastro senza appello che questo film non fa che confermare, a colpi di goffe soluzioni, ritmo altalenante e pessima gestione degli attori di cui fa le spese soprattutto Katherine Waterston), stupisce come in un film di buonissimo intrattenimento che non lesina in grandi trovate, che ha come sempre la capacità migliore di immaginare, creare e spaziare con la fantasia sia per il bestiario (alcuni animali sono davvero ben pensati, animati e curati) che per i luoghi (uno per tutti la camera della pena di morte che sembra uscita da Brazil di Terry Gilliam), alla fine i personaggi professino grandi sentimenti che non sentiamo né vengono costruiti. A parte l’unica storia d’amore del film, il coraggio, l’amicizia e la fratellanza di cui si parla non sono mai davvero credibili, mai rese concrete. Solo parole.

Globe icon
Federico Boni (www.cineblog.it)
16.11.2016
Finalmente eccellente sul piano degli effetti speciali, a lungo nota dolente del franchise precedente, Animali Fantastici e Dove Trovarli gode ancora una volta appieno della sconfinata immaginazione della sua autrice, apparsa tutt'altro che arrugginita ad un lustro dalla fine della sua più celebre creazione, indubbiamente più complessa, originale e stratificata (soprattutto negli iconici personaggi). Forse non del tutto misurato nei toni, che troppo allegramente spaziano tra la tenerezza adolescenziale degli animali (l'ornitorinco ladro è già cult) e le più adulte allusioni sociopolitiche all'America trumpiana di oggi, il film di Yates da' il via con forza e capacità ad un nuovo miliardario franchise che ci intratterrà per almeno i prossimi 8 anni, probabilmente legandosi, con l'avvicinarsi della sua conclusione, al primo capitolo potteriano.

Globe icon
Jamie Graham (www.gamesradar.com)
15.11.2016
Non incanta come avevano fatto i migliori film di Harry Potter, ma riesce a risultare soddisfacente grazie a situazioni autenticamente elettrizzanti e spaventose.

Globe icon
Helen O'Hara (www.empireonline.com)
15.11.2016
Grandioso, immenso e fervido di immaginazione, il film è così occupato nella creazione del suo mondo da dimenticarsi a volte di divertirsi un po'. Ma adesso che il lavoro più faticoso è stato fatto, ci sono tutte le ragioni per sperare che le prossime avventure saranno ancora più magiche.

Globe icon
Chris Nashawaty (www.ew.com)
15.11.2016
Per quale motivo Animali fantastici è così curiosamente scialbo? Perché non incanta? In primo luogo, a causa delle interpretazioni, le quali sono sorprendentemente piatte, esclusa quella di Redmayne. E in secondo luogo, l'esilità del materiale di partenza dà al film una sensazione di rigonfiamento. Rowling, che si è occupata dello scrivere la sceneggiatura, presenta il suo mondo ma si tratta di un universo che non è neanche lontamente ricco quanto quello di Hogwarts. E i personaggi malvagi sono i classici cattivoni da film. Animali fantastici rappresenta due ore belle da vedere ma incoerenti e insignificanti.

Globe icon
Jason Solomons (www.thewrap.com)
15.11.2016
Animali fantastici e dove trovarli ha tutti gli ingredienti per diventare un immenso blockbuster per famiglie, ma anche tutte le boriose trappole. Non ha ancora trovato un giusto equilibrio, ma come suggerisce il titolo, di sicurò saprà dove trovare la formula magica per i prossimi film.

Globe icon
15.11.2016
Le parole d'ordine sono inventiva ed effetti speciali, e questo mondo ci invita ad esplorarlo con la stessa efficacia dei migliori capitolo di Harry Potter.

Globe icon
Tim Grierson (www.screendaily.com)
15.11.2016
Animali fantastici, ampliando in maniera valida il franchise di Harry Potter con una nuova epoca e nuovi personaggi, parte lentamente prima di trovare il suo ritmo, e offre uno spettacolo sufficiente e un po' di emozione.

Globe icon
Peter Debruge (variety.com)
15.11.2016
La presenza di David Yates alla regia dona coerenza al progetto, tuttavia sarebbe stato piacevole offrire un nuovo punto di vista sul mondo creato da Rowling con questa serie, specialmente considerando quanto gli ultimi capitoli fossero diventati cupi e seriosi. Nonostante ciò, Yates conosce questo universo meglio di chiunque altro, ed eccelle nel trovare soluzioni visive per le idee più impegnative. Grazie ai suoi collegamenti con i misteri di Harry Potter, Animali Fantastici è chiaramente stato concepito per i fan più fedeli di Rowling, e sebbene possa generare confusione nei nuovi arrivati, i più devoti apprezzeranno il fatto che il film non tratta mai il suo pubblico con sufficienza.

Globe icon
Cath Clarke (www.timeout.com)
15.11.2016
Il primo capitolo dello spin-off dei film di Harry Potter è al contempo creativo e familiare — e Eddie Redmayne è accattivante nei panni del nuovo magico protagonista.

Globe icon
15.11.2016
Animali fantastici dimostra quanto la scala di un film sia meno importante del livello di attenzione che concorre alla sua creazione. I film di Harry Potter erano stati concepiti così perfettamente da contenere un infinito numero di possibilità per delle future opere, e Animali fantastici si unisce al filone al momento giusto, non limitandosi a ripetere la formula quanto ad arricchirla con ammaliante grazia.

Globe icon
Peter Bradshaw (www.theguardian.com)
15.11.2016
JK Rowling, maga dell'intrattenimento, è tornata alla carica nel mondo della magia in una pioggia di scintille soprannaturali — e ha creato una gloriosa avventura fantasy e d'amore.

Lascia anche tu una recensione o un commento su questo film!
52
Recensioni
Totali
0%
Positive
0%
Negative