Eye icon
5 Fresco e geniale, coppia ben assortita, personaggi ...
5 Fresco e geniale, coppia ben assortita, personaggi azzeccatissimi! Ho dato il mio voto a The Nice Guys | #TheNiceGuysilFilm :

Globe icon
Gabriele Niola (www.badtaste.it)
31.05.2016
In questo film spensierato in cui non ci si ferisce mai e la morte dei cattivi non pesa, la sceneggiatura sì diverte a usare gag all’inizio per trasformarle in piccoli tormentoni che tornano fino alla fine del film, aumentandone il divertimento, crea un mondo e un vocabolario unico dei protagonisti (la maniera in cui fanno arbitrariamente riferimento ad Hitler), inventanuove dinamiche comiche che non conoscevamo (il confondere quel che si è sognato con quel che è stato davvero detto) e condisce il suo scemo comico (Gosling) con un tono e una spacconeria tutte sue. Le caratteristiche migliori di una commedia (avere così tanta personalità da donare l’illusione di non avere ispirazioni ma aver creato tutto da zero) sono qui messe a servizio dell’esaltazione di un genere non tramite la sua presa in giro, ma come ha sempre fatto Black tramite l’esaltazione delle sue componenti più importanti.

Eye icon
4 Finalmente visto e non posso fare altro che aggiung...
4 Finalmente visto e non posso fare altro che aggiungermi al coro. Gran bel film, Shane Black é una garanzia, la coppia Russell Crowe / Ryan Gosling funziona alla grande (é sempre un piacere, soprattutto, vedere Gosling recitare come Dio comanda). Nostalgico e moderno al tempo stesso, riporta alla mente il gran bel cinema di genere di un tempo senza farlo rimpiangere. Un'eccezione che dovrebbe diventare regola. Ho dato il mio voto a The Nice Guys | #TheNiceGuysilFilm :

Globe icon
Federico Pontiggia (www.cinematografo.it)
31.05.2016
Un’onesta commedia burlesque svagata, iperviolenta e stravaccata, che segnala soprattutto l’ottima chimica tra Gosling e Crowe – vi ricordate agli Oscar? – e che deve tanto allo schema “scemo e più scemo” almeno quanto al canovaccio poliziotto buono (Holland) e poliziotto cattivo (Jackson). Con qualche tocco splatter e uniforme gusto pop(corn), più di qualche battuta nonsense a segno e, soprattutto, un’ironia metalinguistica, ovvero, parodistica, che omaggia e insieme sfotte il sottogenere à la Arma letale, Nice Guys mantiene quel che promette: due ore senza pensieri, un tot di plasma e due detective improbabili che forse non avranno giustizia, ma un’agenzia investigativa, beh, quella sì.

Eye icon
5 Se non avete ancora visto The Nice Guys correte a v...
5 Se non avete ancora visto The Nice Guys correte a vedere #TheNiceGuysilFilm, se non questa sera domani, che tanto piove! Loro sono eccezionali, il film è divertente, paragonato ad Arma Letale ma molto, molto più divertente e anche con quella trama intrigante e finale roccambolesco che davvero dai su. Un cinema che non ce ne è tanto in circolazione e con nostalgia ti trovi a dire che dovrebbe essercene di più, anche se no, di più stancherebbe, meglio pochi ma buoni.

Globe icon
Cristina Gervasio (www.movietele.it)
31.05.2016
Grazie ad una brillante sceneggiatura e alla bravura dei protagonisti, The Nice Guys risulta un ottimo film, che riesce a mescolare alla perfezione ironia, suspense ed azione nella Hollywood degli anni '70.

Eye icon
3 Ho dato il mio voto a The Nice Guys | #TheNiceGuysi...
3 Ho dato il mio voto a The Nice Guys | #TheNiceGuysilFilm : per divertirmi mi sono divertita, ho voglia di vedere altre avventure, ma non mi ha trascinato come avrei pensato

Globe icon
Carlo Andriani (www.newscinema.it)
31.05.2016
L’esplosivo prologo regala solo un assaggio di quello che vedremo nei 120 minuti di The Nice Guys, il film che segna il ritorno di Shane Black al buddy movie dopo la parentesi cinecomics di Iron Man 3; un’operazione rischiosa che, mettendo insieme due attori come Ryan Gosling e Russell Crowe, omaggia la fine degli anni ’70 con una soundtrack a tema e una fotografia vintage. L’umorismo dissacrante e l’imprevedibilità della storyline sono i punti di forza di una action-comedy ricca di ritmo, gore alla Quentin Tarantino e brillanti idee di regia. Se Gosling rende il personaggio di Holland divertente ma a tratti eccessivo, Crowe convince nei panni del burbero Jackson; due ruoli che, in un modo o in un altro, si integrano dando una marcia in più al film. Il resto del cast è altrettanto sorprendente:  Angourie Rice è perfetta nei panni della furba figlia di Holland e Matt Bomer è memorabile in ruolo diverso dal solito.

Eye icon
5 "È certe volte, certe volte, alla fine vinci!" Russ...
5 "È certe volte, certe volte, alla fine vinci!" Russell e Ryan, con #TheNiceGuys, avete vinto! Ho dato il mio voto a The Nice Guys | #TheNiceGuysilFilm :

Globe icon
Martina Amantis (www.abovetheline.it)
31.05.2016
La dote di Shane è quella di rendere tutto estremamente equilibrato, grazie a un tocco personale ben definito che arricchisce la storia con gang estremamente divertenti e mai fuori luogo. Tutti i pezzi del mosaico combaciano alla perfezione e nulla è lasciato al caso, merito anche di una sceneggiatura frizzante, scritta a quattro mani con Anthony Bagarozzi: elementi pulp, romanzo poliziesco e riferimenti ai cult televisivi degli anni Settanta/Ottanta vengono mescolati insieme, trasformandosi in materia brillante ed estremamente duttile nelle mani sia del team di produzione, che in quelle dei pluripremiati attori protagonisti. La parabola di questi “idioti” prende vita grazie alla prova più che convincente di Gosling e Crowe, calati perfettamente nell’atmosfera trendy dell’epoca: due caricature scapestrate, più abituate a picchiare, bere e truffare che risolvere casi investigativi. Ed è proprio questa immagine al limite del ridicolo che porta lo spettatore a fare il tifo per loro e a dispiacersi, alla fine della pellicola, per l’inevitabile saluto.

Eye icon
4 Con Zootropolis, il film che ha resuscitato il budd...
4 Con Zootropolis, il film che ha resuscitato il buddy cop (o buddy detective, in questo caso): esilarante. Ho dato il mio voto a The Nice Guys | #TheNiceGuysilFilm :

Globe icon
Andrea Alfano (spettacoli.leonardo.it)
31.05.2016
Il film gioca benissimo con tutti gli stereotipi del genere hard boiled e della letteratura noir: c’è, come detto, il picchiatore col passato misterioso, lo smilzo che non ne azzecca una e si fa rimettere in riga da sua figlia, la femme fatale (interpretata da Kim Basinger), la dark lady che non ti aspetti e una grandissima quantità d’azione. I personaggi se le danno di santa ragione per quasi tutto il film, arrivando al limite della parodia quando si lanciano da altezze improbabili  e si rialzano come se nulla fosse, per continuare la scazzottata. Il film funziona alla grande perché tutto è reso coerente da una sceneggiatura forte, che riesce a divertire e appassionare con le due indagini parallele, per poi esplodere in un finale davvero inaspettato. Crowe e Gosling si trovano a meraviglia nei panni di questi due personaggi volutamente ricalcati dai classici della letteratura e cinematografia di genere e tra loro c’è un’alchimia particolare, che traina tutto il film.

Globe icon
Federico Vascotto (www.dituttounpop.it)
31.05.2016
The Nice Guys è una sorta di Deadpool versione anni ’70 con le super cazzole al posto dei super poteri. Un film in cui ogni errore, ogni sbaglio dei due strampalati protagonisti avviene incredibilmente al posto giusto e al momento giusto e come in un mosaico va a incastrarsi in una tanto assurda quanto azzeccata serie di (s)fortunati eventi che porta all’imprevedibile epilogo finale. Nicely done, dudes, nicely done.

Globe icon
31.05.2016
Cammina sulla falsa riga di "Kiss Kiss Bang Bang" allora Black, con una coppia inedita la cui alchimia fa inevitabilmente la differenza, impazzando sugli spettatori, i quali devono arrendersi di fronte alle classiche battute taglienti e ai momenti irresistibili che contraddistinguono il cinema dello sceneggiatore e regista americano sin dagli antipodi: ora probabilmente da registrare una volta per tutte come suo marchio di fabbrica originale e inconfondibile. Scheletri nell'armadio, dipendenze croniche e nervosismi da controllare, sono solo alcuni dei deficit che minano la qualità del mestiere di detective ostentato da Gosling e Crowe, deformazioni professionali che, ineluttabili, vanno ad infestare la loro missione complicandogli spesso la vita, ma anche semplificandogliela. Espediente con il quale la pellicola avverte di non volersi prendere mai troppo sul serio, ponendo la tensione del thriller e le questioni politiche sollevate ai piani inferiori e portando in cima quello spirito da commedia slapstick con il quale esaltare le qualità (nascoste?) dei suoi interpreti.

Globe icon
Gabrele Acerbo (cinema.sky.it)
31.05.2016
La commedia action diretta da Shane Black e interpretata da Russell Crowe e Ryan Gosling è un autentica macchina spettacolare e divertente, impreziosita dall'appetitosa partecipazione di Kim Basinger.

Globe icon
Marta Leggio (www.cinemamente.com)
31.05.2016
Un noir hardboiled dai toni altamente comici ma anche drammatici, che segue le vicende di un investigatore privato atipico e un picchiatore squattrinato impegnati nel caso di una ragazza scomparsa e dell’assassinio di una porno star. Più che la diramazione delle indagini, è tutto quello che sta attorno, dalla sceneggiatura alla location, a rendere questo film un gioiellino da non perdere. Gag memorabili come quelle del gabinetto o dell’insonnia al volante, battute servite da personaggi come Kim Basinger rendono il film imperdibile.

Globe icon
Luca Liguori (movieplayer.it)
31.05.2016
E se divertente lo è davvero è merito di alcune battute davvero ben scritte ed alcune trovate strepitose nella loro semplicità (provate voi ad essere nel bel mezzo di una sparatoria su una piattaforma girevole), ma soprattutto è merito di questi due divi che fin dalla prima apparizione scherzano sulla loro reputazione da duri e mettono a disposizione il loro indiscutibile talento per interpretare non due eroi, non due modelli da seguire, ma due personaggi assolutamente mediocri, cinici e calcolatori, e spesso anche molto meno svegli della media. Eppure la solita formula della coppia improbabile, della collaborazione forzata tra due che a malapena si sopportano - e se l'Holland di Gosling fosse più furbo e scaltro ci verrebbe quasi da paragonarli alla più celebre coppia del cinema di genere italiano, visto che il personaggio di Crowe ha più di un qualcosa di Bud Spencer - funziona sempre, e questi due nuovi amiconi sono talmente nice insieme che non solo si fa il tifo per loro per tutto il film, ma sui titoli di coda si pensa già all'immancabile sequel. Noi siamo già pronti, ma prima vogliamo rifare un altro giro su questa nuova giostra di Shane Black.

Globe icon
Pierpaolo Bonelli (www.cinetvlandia.it)
31.05.2016
The Nice Guys è una commedia d'azione divertente e ritmata come poche. Certo, allo spettatore viene chiesto di stare al gioco e non badare troppo al dettaglio, ma una volta capita la regola il film fila come un treno. La coppia cialtrona funziona, sia fisicamente sia come scrittura: tiene il ritmo slapstick (la scena dell’incontro tra i due in bagno, su tutte) e quello dialettico. Insomma, i due ci sanno davvero fare, tanto che alla fine siamo realmente convinti che solo due come loro potrebbero risolvere un caso che vede coinvolti politica e industria automobilistica, come nella migliore delle tradizioni complottiste.

Globe icon
Virginia Campione (www.cinematographe.it)
31.05.2016
Nonostante un intreccio complesso e ben architettato in cui non mancano colpi di scena e azione, l’aspetto che fa la differenza fra questo comico-poliziesco ed altri film del genere sono proprio le tante esilaranti situazioni in cui si ritrovano i protagonisti che, perfettamente assortiti nei loro ruoli e grazie ad un’eccellente caratterizzazione, finiscono per far ridere lo spettatore anche solo con una sfuggente espressione. Una prova davvero ampiamente superata da Crowe e Gosling, in particolare da quest’ultimo, un attore che negli ultimi anni sta dando prova di sentirsi a proprio agio in ruoli variegati e spesso affatto semplici. E dire che Crowe, come dichiarato in conferenza stampa, si è sempre affidato al metodo – appunto – Crowe, ovvero provare le battute di fronte ad un mobile. Ma nonostante non abbia “la f….a idea di cosa sia il metodo Stanislawski”, ad avercene di attori di questo calibro! La riuscita di The Nice Guys è tutta o quasi in quest’eccezionale alchimia fra protagonisti, che fa perdonare la parsimonia di battute dall’umorismo tagliente, prerogativa meglio sviluppata dal regista nel suo film del 2013, Kiss Kiss Bang Bang.

Globe icon
Christian Auricchio (www.freneek.it)
31.05.2016
È tutto il film ad esser surrealmente divertente, grazie soprattutto al personaggio interpretato da Ryan Gosling, che strizza parecchio l’occhio (e liscia i baffi) a quel gigante della gag che fu Peter Sellers. Se infatti Russell Crowe fa fondamentalmente Russel Crowe, ossia il burbero dal cuore tenero, spetta a Gosling il ruolo del piacione-pasticcione, ruolo in cui dà il meglio di sè supportato egregiamente da una sceneggiatura infarcita di scazzottate, esplosioni e dialoghi capaci di strappare ben più di un sorriso a mezza bocca. Il risultato finale è un lungo omaggio, ai confini della parodia, ai polizieschi degli anni Settanta, in cui non manca qualche riferimento, nemmeno tanto velato, a L.A. Confidential.

Globe icon
Roberto Vicario (gamesurf.tiscali.it)
31.05.2016
The Nice Guys è un ottimo action movie con elementi da commedia che appassiona a e diverte per tutta la sua durata. Grazie ad una sceneggiatura che sorregge splendidamente i due protagonisti del film, Gosling e Crowe, e le vicende in cui si troveranno coinvolti, oltre al divertimento riuscirete a percepire anche un pizzico di nostalgia che vi riporterà a diverse pellicole degli anni '80/'90...cosa probabilmente voluta dallo stesso Black.

Globe icon
Valentina Marchetti (www.storiadeifilm.it)
31.05.2016
Shane Black è riu­sci­to a por­ta­re sul gran­de scher­mo un film ec­cel­len­te, im­pec­ca­bi­le sotto ogni punto di vista, della trama, della co­mi­ci­tà, del­l'a­zio­ne, della fo­to­gra­fia. La sor­pre­sa è Ryan Go­sling, che siamo abi­tua­ti a ve­de­re in ruoli in cui come Drive e Gang­ster Squad re­ci­ta sem­pre la parte del per­so­nag­gio in­tri­gan­te, o da bello e dan­na­to come in Come un tuono, ma mai pron­to alla bat­tu­ta sem­pre al mo­men­to giu­sto e al­l'au­to-iro­nia come in Nice Guys. E il ri­sul­ta­to sono due ore di ri­sa­te,di azio­ne, in­da­gi­ni, di com­me­dia nel senso mi­glio­re del ter­mi­ne, dove gran­di idea­li e con­cet­ti sono af­fron­ta­ti allo stes­so tempo e con suc­ces­so, senza che nulla sia mai fuori luogo. Un suc­ces­so an­nun­cia­to che farà re­gi­stra­re cer­ta­men­te il tutto esau­ri­to nelle sale.

Globe icon
Giorgio Viaro (www.bestmovie.it)
31.05.2016
Questo lato selvaggio mancante è barattato con una enorme quantità di stile, e soprattutto con un’estremizzazione dell’elemento slapstick – non si contano le gag fisiche nel film. Inoltre è il puro caso a far procedere la storia, Holland e Jackson non sono né particolarmente coraggiosi né straordinariamente intelligenti, ma è come se il fato si sforzasse di aiutarli, facendogli spesso letteralmente piombare tra le braccia indizi e testimoni di cui hanno bisogno. Ci sono per chiudere in The Nice Guys più siparietti riusciti di tutto il cinema Marvel degli ultimi dieci anni, che – da Iron Man in poi – a Shane Black deve moltissimo (al di là del fatto che abbia diretto in persona Iron Man 3), ed è bello ritrovare quel tipo di umorismo nel suo luogo nativo invece che affidato, di seconda mano, ai supereroi.

Globe icon
Eleonora Materazzo (www.filmforlife.org)
31.05.2016
Merito anche di una sceneggiatura ben scritta dallo stesso regista Shane Black, il film da una parte fila liscio intrattenendo con numerose gag sempre al posto giusto che fanno ridere di gusto lo spettatore, dall’altra procede come ogni buon poliziesco che si rispetti, cioè seminando dubbio e curiosità, senza mai lasciar intendere qualcosa in anticipo allo spettatore rispetto a quanto sanno i personaggi. Un giusto equilibrio di generi per The Nice Guys, che gioca su un mix di situazioni esilaranti, come le mille cadute, anche da altezze vertiginose, da cui March rimane sempre illeso, le risse, le scazzottate, le sparatorie, gli inseguimenti, e battute spassose, come quella, già divenuta leggenda, di March che dopo aver seminato morti e feriti dice: “Almeno non si è fatto male nessuno”. The Nice Guys è un film che riporta alla mente le migliori atmosfere degli anni 70, tra indimenticabili successi musicali ed echi di scazzottate come si deve, con un’anima parodistica di cui non può far altro che vantarsi, e che forse (speriamo) rivedremo fra qualche anno sul grande schermo.

Globe icon
Elena Pedoto (cinema.everyeye.it)
31.05.2016
Il regista e sceneggiatore Shane Black mette insieme i volti di Ryan Gosling e Russell Crowe per dirigere The Nice Guys, commedia goliardica e frizzante su due irresistibili poco di buono. Dialoghi frizzanti, dinamismo della messa in scena e una irresistibile coppia di bravi ragazzi (Gosling-Crowe) servono a dovere questa action comedy perfetta per una serata al cinema, e dove la quota sindacale di risate e azione è senz'altro assicurata.

Globe icon
Cristina Maccarrone (www.milanoweekend.it)
31.05.2016
Film che a tratti prende meno, a tratti fa fare grasse risate, resta nel complesso godibile, perfetto per una serata di cinema infrasettimanale perché (solo apparentemente) non troppo impegnativo, ma comunque ben strutturato. Per gli appassionati di polizieschi, sicuramente una pellicola che ricorda un modo di fare cinema che per certi versi non esiste più. La nostalgia è protagonista anche nella scelta della colonna sonora: Bee Gees, KISS, Kool & the Gang, gli America e Al Green: per fare un salto indietro fino agli anni ’70 o anche conoscerli per la prima volta.

Globe icon
Federico Boni (www.cineblog.it)
31.05.2016
Tra colori pastello e hit musicali d'annata, Black si diverte a disegnare i lineamenti di questi due antieroi che spaziano tra bruta fisicità (Russell) e trionfo slapstick (Ryan), ritrovata moralità e lisergiche visioni, api assassine e Adolf Hitler, rivitalizzando un genere che da tempo necessitava di una simile rinascita. Mai esageratamente idiota tanto da diventare demenziale, eppure così genuinamente piacevole, The Nice Guys ha di fatto regalato ad Hollywood un'altra inverosibile coppia cinematografica a cui concedere, box office permettendo, almeno un altro caso da risolvere.

Globe icon
Marzia Gandolfi (www.mymovies.it)
31.05.2016
Se Kiss Kiss Bang Bang celebrava Raymond Chandler, attraverso la complessità dell'intreccio e la titolatura dei capitoli che riprendeva titoli di suoi celebri romanzi e novelle, The Nice Guys respira le atmosfere lisergiche dell'autore americano e di una città che ha praticamente inventato lui. Cow-boy sentimentali e alcolici che campano su un loro personalissimo codice morale, i nice guys agiscono un polar muscolare che abbassa la suspense e alza il volume della musica. Musica che contribuisce alla legatura coreografica di pedinamenti, scazzottate, corse e coup the théâtre, armonizzando la follia slapstick di Gosling col senso epico dello spettacolo di Crowe, la caleidoscopia sartoriale con la parata cromatica del décor. Enjoy.

Globe icon
Pietro Masciullo (www.sentieriselvaggi.it)
31.05.2016
Il risultato è un film solido e divertente, a suo modo sincero, ma che alla fine risulta alquanto stanco nelle ricette spettacolari e un po’ sterile nelle forme in cui le ri-proprone. Rimangono gli echi dei vecchi buddy movie, certo, con le immortali scazzottate. Rimane il piacere di un cinema fatto di volti e corpi senza superpoteri e rimane lo sguardo sornione di Russell Crowe che (ci) ricorda ancora l’etica di tutti i Marlowe che furono. Forse non è molto, ma ci si può accontentare.

Globe icon
Simona Carradori (farefilm.it)
31.05.2016
Shane Black torna a sbattere in faccia al pubblico la sua regia autentica, schietta, che se con Kiss Kiss Bang Bang era già a livelli altissimi, dopo The Nice Guys diventa memorabile, come un pugno di Jackson Healy dritto in mezzo agli occhi. 

Globe icon
James Mottram (www.gamesradar.com)
31.05.2016
Si sarebbe dovuto intitolare "The Funny Guys". La partnership tra Crowe e Gosling fa viaggiare la commedia violenta di Black alla massima velocità. Estremamente spassoso.

Globe icon
31.05.2016
Pronto sia con le battute che con i pugni, questo è il ritorno di Black a fare ciò che fa meglio. E nessun altro può superarlo.

Globe icon
Owen Gleiberman (variety.com)
31.05.2016
The Nice Guys è un burlesque ultraviolento, quel tipo di buddy film gioiosamente ostile che era diventato un caposaldo degli anni ottanta, con la differenza che questo film è straordinariamente scaltro riguardo la propria frivolezza.

Globe icon
Andrew O'Hehir (www.salon.com)
31.05.2016
In sintesi, The Nice Guys è "Chinatown" rifatto da Quentin Tarantino con protagonisti delle versione aggiornate e sboccate di Abbott e Costello, interpretati da due degli attori più famosi dei nostri tempi.

Globe icon
Russ Fischer (theplaylist.net)
31.05.2016
The Nice Guys è il miglior film di Black. È divertente in maniera eccentrica, con ottime performance da parte di Crowe e Gosling, ed una cognizione del tempismo perfetta che aiuta ad appianare alcune delle battute meno efficaci e dei punti più deboli della sceneggiatura.

Globe icon
Tomris Laffly (www.timeout.com)
31.05.2016
Un impressionante ritorno alla sconcezza degli anni settanta ed ai buddy flick degli anni ottanta, il poliziesco di Shane Black soddisfa quella voglia che non sapevate neanche di avere.

Lascia anche tu una recensione o un commento su questo film!
36
Recensioni
Totali
0%
Positive
0%
Negative