Globe icon
Martina Barone (www.cinematographe.it)
16.12.2015
Non assente di volgarità, scivoloni, peti in bagagliai della macchina ed espliciti riferimenti sessuali, Vacanze ai Caraibi non sarà certo il film che coronerà questo anno cinematografico, ma se si vuole tornare ad una certa spensieratezza potrebbe essere la scelta da fare, senza aspettarsi di uscire dalla sala più maturi di quando si è entrati.

Globe icon
Emanuele Bianchi (seesound.it)
15.12.2015
Vacanze ai Caraibi è una sequela di situazioni e battute già viste che punta tutto sullo stereotipo e sul trash per storie che procedono in maniera stantia e forzata.

Globe icon
Giuliano Vizzaccaro (www.ecodelcinema.com)
14.12.2015
Neri Parenti, con “Vacanze ai Caraibi – Il film di Natale” ritrova e consolida il ‘suo’ storico format, per la soddisfazione di tutti gli addicted.

Globe icon
Federica Rizzo (darumaview.it)
14.12.2015
Neri Parenti torna al cinepanettone "old style" accentuando e ridicolizzando tutti i vizi e le manie italiane in chiave farsesca, elemento che ha reso il genere in Italia popolarissimo. Divertente il one man show di Dario Bandiera sull'isola deserta, interessante la prova di Ilaria Spada per la prima volta in commedia pura e ben riuscito il duo De Sica/Ghini con la "new entry" Angela Finocchiaro.

Globe icon
Marta Leggio (www.cinemamente.com)
14.12.2015
De Sica e Ghini almeno per questa volta, rimangono fedeli alle loro consorti, ma riescono comunque a divertire il pubblico natalizio con gag scurrili, volgarità non propriamente gratuite e una moralità abbandonata da tempo. Se nel complesso Neri Parenti ripropone un lavoro un po’ troppo didascalico e eccessivamente gesticolato per una comicità come quella del cinepanettone, non possiamo non trovare dei lati positivi. L

Globe icon
Francesco Lomuscio (cinema.everyeye.it)
14.12.2015
Vacanze ai Caraibi manca di una regia che sia in grado di garantire la giusta verve alla sua intera evoluzione e non sempre riesce nell’impresa di centrare il bersaglio per quanto riguarda la comicità.

Globe icon
Gabriele Niola (www.badtaste.it)
14.12.2015
Non ci sono dubbi che l’idea comica è sempre più ridicola (se mai non lo sia stata) oltre che mal eseguita con una teatralità sempre più pronunciata e fuori luogo e che come il film esce dal seminato del cinismo (le parti di Argentero e Ilaria Spada o quella scritta malissimo di Dario Bandiera) entra nella noia. Eppure in questa rivendicazione di un atteggiamento volgare e sprezzante, di questa cattiveria contro i personaggi che non si cura della morale, che non vuole farsi ammaestrare nè intende moderare il linguaggio o i riferimenti sessuali c’è qualcosa di liberatorio, non nella fattura ma nella proposta. Sarebbe falso non riconoscerlo per quanto rimanga intollerabile la maniera in cui tutto è messo in scena, senza nessuna decenza per il grado minimo di sofisticazione e sospensione dell’incredulità. 

Globe icon
14.12.2015
Una commedia un tantino complessa ma non più di tanto, paesaggi di sogno, ville di estremo lusso, vita da super ricchi che dietro un’apparente opulenza nascondono ben altro; una commedia che, se vogliamo inventarci una morale, potremo catalogare tra quelle che rappresentano come tutto il mondo sia paese, tale e quale a come descritto in questo film della durata di 100 minuti ( forse un po’ troppi ) che un sapiente Neri Parenti ha diretto per Wildside.

Globe icon
Daniela Catelli (www.comingsoon.it)
14.12.2015
La domanda fondamentale è: si ride o no? L'importante, con questo genere di film, è sapere cosa si va a vedere. Se lo si accetta per quello che è, qualche volta anche lo spettatore più prevenuto si lascia andare alla risata, anche se non gli piace ridere per certe cose: Christian De Sica e Massimo Ghini del resto sono due consumati animali da scena, a loro agio con l'iperbole come su un palcoscenico del varietà e si rimpallano la palla con convinzione, finendo per farci ridere anche quando non vorremmo.

Globe icon
Paola Casella (www.mymovies.it)
14.12.2015
Una commedia più vintage che vecchia, che ricodifica esplicitamente il genere attenendosi in modo parodistico ai suoi cliché.

Lascia anche tu una recensione o un commento su questo film!
10
Recensioni
Totali
0%
Positive
0%
Negative