La verità sta in cielo
La verità sta in cielo
Data Uscita: 06 Ottobre 2016
(Italia • 2016) La verità sta in cielo
Eye icon
5 Ho dato il mio voto a La verità sta in cielo | #LaV...
5 Ho dato il mio voto a La verità sta in cielo | #LaVeritàStaInCielo : Un film che di default dovrebbero vedere tutti gli abitanti di questo nostro martoriato paese....

Globe icon
Federica Rizzo (darumaview.it)
06.10.2016
Impostato come un'inchiesta giornalistica che prova a dipanare l'intricata vicenda della scomparsa di Emanuela Orlandi, avvenuta nel 1983, e che ancora non trova nessuna risposta sicura, La verità sta in cielo mette insieme, come in un puzzle piccoli frammenti che in questi anni sono venuti fuori senza portare però realmente alla verità effettiva. Faenza si dimostra bravo nel dare allo spettatore tutte le notizie necessarie perchè comprenda l'intricato tessuto su cui in tutti questi anni si sono mossi i protagonisti della vicenda; non riesce però a renderla realmente fruibile e appassionante, forse a causa delle numerose informazioni che vuole e deve darci.

Eye icon
4 Ho dato il mio voto a La verità sta in cielo | #LaV...
4 Ho dato il mio voto a La verità sta in cielo | #LaVeritàStaInCielo : e il cielo su Roma tuona perché è pieno di verità.

Globe icon
Emanuele Zambon (cinema.everyeye.it)
06.10.2016
Pazienza, dunque, se La verità sta in cielo è colpevole di qualche svarione tecnico (il più eclatante è l'audio fuori sync in fase di doppiaggio di alcune sequenze) e di qualche passaggio fin troppo didascalico e privo di mordente. Risponde ad un dovere più grande, quello di smuovere le coscienze dei protagonisti di oltre 30 anni di bugie e segreti, invocando, se non la giustizia, quantomeno la verità. Perché, per citare uno dei protagonisti del film, "a volte è meglio il clamore che il silenzio".

Globe icon
Federica Guzzon (www.cinematographe.it)
06.10.2016
La verità sta in cielo è la frase detta dal Papa Bergoglio al fratello di Emanuela Orlandi. Circa dopo 30 anni qualcuno ha detto che la ragazza è morta, ma questo non basta. La verità è quella che ti permette di avere giustizia, di sentirti libero, di capire e affrontare il futuro. Noi italiani siamo abituati a conoscere una realtà distorta e questo ha indebolito la nostra speranza di sapere. Questo film per quanto da molta importanza a una ricostruzione effettiva dei fatti, non vuole comunicare intellettualmente, bensì punta a provocare delle reazioni emotive. Vedere La verità sta in cielo aiuta a ricordarci che il passato deve essere affrontato, accantonarlo a un angolo ci impedisce di essere sempre impreparati ad andare avanti, smembrando la nostra identità di popolo.

Globe icon
Mirko Lomuscio (www.youmovies.it)
05.10.2016
Diciamo che con La verità sta in cielo Faenza puntava a voler raggiungere un certo tipo di cinema di informazione caro al JFK – Un caso ancora aperto di Oliver Stone, utilizzando del finto materiale di repertorio alternato a quello di fiction più delle attuali vere dichiarazioni, ma al massimo qua si arriva ad eguagliare un tipo di risultato già presente in alcuni lungometraggi diretti da Renzo Martinelli (Piazza delle Cinque lune e il recente Ustica soprattutto), anch’egli emulatore del regista di Platoon.

Globe icon
Claudio Fontanini (www.cinespettacolo.it)
05.10.2016
Quello che vorrebbe essere insomma un affresco di vita nazionale becera e corrotta, si rivela in realtà un noioso e prevedibile elenco di fatti che non si fanno mai cinema.

Globe icon
Anna Quaranta (www.taxidrivers.it)
04.10.2016
Roberto Faenza è bravo a muoversi tra finzione e realtà, formulando ipotesi fondate sul materiale studiato e messo insieme; il finale del film lascia naturalmente aperta la questione [...]. La verità sta in cielo è un film che lascia sconcertati; la fitta catena di eventi che si susseguono e si intersecano, tra la malavita romana e le istituzioni politiche, finanziarie e religiose sembra la trama di un thriller e invece sono fatti reali e con un fondamento.

Globe icon
Maria Grazia Bosu (www.ecodelcinema.com)
04.10.2016
Il film di Faenza si inserisce a ragione in quel filone di cinema civile che preferisce il linguaggio della fiction a quello del documentario, per raccontare sotto forma di romanzo una verità storica inconfutabile ma così maggiormente fruibile ai più. La verità sta in cielo è un film ben scritto, ben recitato e ben interpretato, che da voce a quella parte di Italia che non si stanca d’indignarsi.

Globe icon
Carlo Andriani (www.newscinema.it)
04.10.2016
La narrazione di Faenza, riprendendo il sapore della fiction italiana, cattura l’attenzione con un equilibrio televisivo lontano dalla settima arte. Non è un difetto ma un modo per guardare con consapevolezza un prodotto diverso dallo spirito internazionale di Gomorra. L’elementarità dei personaggi ne è un esempio: abbozzati per il grande schermo ma strutturati per un prodotto in più puntate, gli anti-eroi di La verità sta in cielo spiccano grazie alla performance di  Greta Scarano (la protagonista di Suburra) che ruba la scena ai più famosi Riccardo Scamarcio, Maya Sansa e Valentina Lodovini, intrappolati in ruoli freddi e macchinosi. Il risultato è un lavoro efficace per rivivere un caso tragico della storia italiana ma didascalico per conquistarci sul piano emotivo.

Globe icon
Paola Casella (www.mymovies.it)
04.10.2016
La compilazione e l'impilamento delle notizie che la cronaca ci ha via via raccontato non equivalgono invece ad una rilettura artistica di ciò che è accaduto, a maggior ragione quando la narrazione è appesantita da dialoghi letterari che sottolineano in maniera didascalica il significato di ciascuna conversazione senza restituirne il senso profondo. Gli attori si sforzano di iniettare un po' di spontaneità in questi scambi di informazioni innaturali senza riuscire a ribellarsi ad uno schema narrativo che finisce per occultare la verità dietro un eccesso di retorica. Un film che ha l'ambizione (nobile e giusta) di raccontare una pagina oscura della storia d'Italia non può fare l'effetto finale di una schermata di Wikipedia.

Globe icon
Antonio Bracco (www.comingsoon.it)
04.10.2016
A parte qualche scivolone tecnico, come alcuni dialoghi recitati in post-produzione e non a sync con il labiale degli attori, presumibilmente per raccordo con una più corretta e aggiornata versione dei fatti narrati, il film è appagante sia sul fronte narrativo che su quello investigativo. Il caso di Emanuela Orlandi, una vittima innocente finita suo malgrado dentro giochi di potere di gente avida, vigliacca e spietata, è un esempio di quanto gli intrighi loschi di chi è al potere possano colpire collateralmente semplici e onesti cittadini. Attenzione alle persone avide, vigliacche e spietate intorno a voi, gente infima che non ha epoca, partito, razza, religione.

Globe icon
Alessia Laudati (www.film.it)
04.10.2016
La verità sta in cielo risulta essere un film che ha più la dimensione didascalica della fiction rispetto a quella epica del grande cinema. L'indirizzo poco rischioso appare poi confermato anche dalla scelta di due attori, Scamarcio e Scarano, che hanno già gravitato intorno al tema del malaffare romano in Romanzo Criminale e Suburra, e quindi in grado di richiamare da soli nel pubblico un immaginario di riferimento ben preciso e affine al film. Un lavoro fatto bene, interessante, ma che non si libra molto sopra i nostri cuori per intensità e maestria.

Lascia anche tu una recensione o un commento su questo film!
13
Recensioni
Totali
0%
Positive
0%
Negative