Globe icon
Rosanna Donato (filmup.leonardo.it)
22.03.2016
Il lungometraggio di Gaudioso, remake del film franco-canadese “La grande seduzione” e del “Doc Hollywood” con Michael J. Fox, è ideale per passare una serata tranquilla e spensierata con la famiglia o tra amici, in quanto è molto divertente, anche se - in realtà - permette di riflettere su alcune tematiche importanti, che spesso non vengono prese in considerazione dai più.

Globe icon
Antonio Bracco (www.comingsoon.it)
22.03.2016
Un paese quasi perfetto, a dispetto di quanto si possa pensare, schiva gli stereotipi sulle differenze culturali che hanno fatto la fortuna di altri film. Anzi, per quanto resti una commedia brillante, l’arma che sfodera non è quella della comicità, piuttosto quella della gentilezza.

Globe icon
Francesco Lomuscio (cinema.everyeye.it)
22.03.2016
Sceneggiatore, tra l’altro, di Gomorra e L’abbiamo fatta grossa, Massimo Gaudioso torna dietro la macchina da presa tramite Un paese quasi perfetto, basato sul lungometraggio canadese La grande seduzione, diretto nel 2003 da Jean-François Pouliot. Con il veterano Nando Paone incluso nel cast in gran forma, una moderna favola italiana di provincia che, caratterizzata dalla tematica di fondo dell’incontro-scontro già sfruttata dallo stesso Gaudioso in benvenuti al Sud, di cui curò la sceneggiatura, non strappa risate in maniera eccessiva ma risulta decisamente gradevole per una serata dinanzi al grande schermo.

Globe icon
Martina Barone (www.cinematographe.it)
22.03.2016
Commediola di cui è difficile parlare male, pur non splendendo certo per originalità o particolare inventiva, ma gode di una genuinità paesana che rimane la colonna portante del film. Situazioni comiche ben sostenute dagli attori Fabio Volo, Silvio Orlando e Nando Paone, anche se è Carlo Buccirosso a risaltare sui colleghi con il suo solito fare da caratterista che, sebbene simile di film in film, rimane goffo e irresistibile. Seppur lievemente guastato da un finale frettoloso e smaccatamente favolistico, Un paese quasi perfetto fa venire voglia di rivisitare i luoghi delle proprie origini lasciando sul viso un piccolo sorriso, come quello di chi è orgoglioso della sua terra.

Globe icon
Paola Casella (www.mymovies.it)
22.03.2016
Un paese quasi perfetto è il remake italiano di un film francocanadese del 2003, La grande seduzione, ma è soprattutto il tentativo di bissare il successo di un altro remake, quel Benvenuti al Sud sceneggiato dallo stesso Gaudioso. E se è vero che Gaudioso ha una grande abilità nell’adattare alla realtà italiana storie che provengono da altri paesi, non è altrettanto abile nel rendere i suoi personaggi riconoscibili nel contesto dell’Italia contemporanea. È certamente intenzionale la scelta di una cifra retrò e del tono favolistico di cui sopra, ma anche nelle caratterizzazioni più stilizzate ci deve essere un riscontro di verità, un sottotesto autentico che qui manca, e che invece sarebbe necessario parlando di crisi economica e di problemi reali come la perdita del lavoro e l’abbandono dei paesi da parte dei neodisoccupati.

Globe icon
Lorenzo Di Nubila (www.cinemamente.com)
22.03.2016
Una commedia molto divertente, seppur con contenuti e tematiche importanti.

Lascia anche tu una recensione o un commento su questo film!
6
Recensioni
Totali
0%
Positive
0%
Negative