User icon
Roberto Recchioni (blog.screenweek.it)
07.05.2019
Se il primo atto è straordinario, divertente, pieno di battute e trovate, il secondo non ha lo stesso brio e il terzo è meno epico di quanto dovrebbe, con in più con un colpo di scena finale che potrebbe irritare i fan più puri e duri dei Pokémon. Ma, in conclusione, ad avercene di più di film del genere, capaci di reinventare un franchise rimanendogli però fedeli, garantendo un momento di genuino svago per tutta la famiglia.

Globe icon
Valerio Brandi (darumaview.it)
08.05.2019
Pokémon: Detective Pikachu è un regalo inaspettato e meraviglioso. Per i fan, ma non solo: una storia come quella di Detective Pikachu, grazie alla regia e sceneggiatura di uno come Rob Letterman (Shark Tale e Piccoli brividi), e la vena comica di Ryan Reynolds in versione “tenero Deadpool giallo”, si rivelerà godibile anche per chi non ha mai sentito parlare di questi piccoli mostriciattoli tascabili.

Globe icon
Marco Palma (www.nintendon.it)
08.05.2019
La formula adottata da Letterman e compagni, quindi, funziona e fan ben presagire per il futuro. Pare infatti che Detective Pikachu sarà solo il primo di una lunga serie di film con protagonisti i Pokémon e il mondo pseudo-reale. Personalmente, non vedo l’ora d’immergermi in un cinematic universe di tale portata. Per quanto non reinventi una specifica filosofia di film, fa tutto ciò che deve e nel migliore dei modi: rispetta il materiale originale reinterpretandolo nella chiave probabilmente più congeniale al creatore della serie videoludica e, soprattutto, diverte. Che alla fine è la cosa più importante. Il miglior tie-in tratto da un videogioco? Sfido chiunque a dire il contrario.

Globe icon
Gabriele Niola (www.badtaste.it)
08.05.2019
Pokémon: Detective Pikachu mostra quale sia la conclusione cui sono arrivate le major dopo decenni di adattamenti: cambiare tutto non vuol dire per forza non essere fedeli e soprattutto risolve molti problemi. Così il mondo dei Pokémon ha subito un make-up noir fatto di metropoli nipponizzata, pioggia e detective in pericolo. E funziona! Nulla è originale se non lo spirito e i personaggi, ma l’aria è proprio quella giusta. Quest’idea trova una chiave e un look cinematografici alla storia senza perdere la natura innocente e bambinesca della proprietà intellettuale. Il melange non stona anzi è virtuoso, come se i Pokémon fossero nati per popolare una città assieme agli uomini e come se la loro apparenza fosse perfetta per nascondere qualcosa. I Pokémon insomma sono carini e teneri, fanno ridere, tutti ridono di loro e con loro, sono come noi, sono in mezzo a noi, in certi casi siamo noi.

Globe icon
Dario Vetrano (nintendoomed.it)
08.05.2019
L’adattamento ha qualche falla qua e là tra giochi di parole tradotti letteralmente e personaggi con un accento inusuale, ma il risultato finale è comunque piuttosto godibile. La stessa identica cosa si potrebbe dire per la trama, semplice e al contempo con delle discrepanze che potrebbero far storcere il naso e dare il pensiero che sia stata quasi un pretesto per mostrare i Pokémon in live-action. I personaggi stessi, più che per le loro abilità, sembrano essere semplicemente trascinati dal corso degli eventi con un pizzico di fortuna.

Globe icon
Marco Minniti (quinlan.it)
08.05.2019
Pokémon: Detective Pikachu infila alcune riuscite sequenze d’azione (in particolare nella parte iniziale del film, e poi verso il finale), riuscendo complessivamente a intrattenere il suo target con un buon mestiere; ciò è vero in special modo quando il regista, nell’ultima frazione del film, sembra trovare faticosamente una quadratura del cerchio – e della storia – incanalando infine quest’ultima in una precisa direzione. Il pubblico di riferimento, ne siamo certi, apprezzerà: in fondo, non era questo il film da cui ci si potessero aspettare (in primis perché non erano promesse) sottigliezze narrative o ardite riletture del soggetto originale. Resta, però, un po’ di curiosità di sapere cosa sarebbe stato Pokémon: Detective Pikachu se il regista avesse osato un po’ di più: se, insomma, avesse tentato una vera e propria reinterpretazione, più cinematografica, dell’universo creato a suo tempo da Satoshi Tajiri. Curiosità destinata, ovviamente, a restare inappagata.

Globe icon
Letizia Rogolino (www.newscinema.it)
08.05.2019
La combinazione del live action e CGI è molto ben calibrata e grande spazio è lasciato alla fantasia e al sentimento. L’amicizia tra Pikachu e Tim è costruita gradualmente con tenerezza, confronto e complicità, ma anche il legame tra gli esseri umani e i Pokémon è curioso e interessante, da approfondire. Letterman sceglie uno stile retrò portando sullo schermo un film esteticamente influenzato dal mondo dei videogiochi del passato, ma si preoccupa anche del contenuto, raccontando una storia semplice ma coerente, che coinvolge grandi e piccoli. I Pokémon assumono il ruolo di adorabili armi, ma anche di compagni fedeli che, se ben addestrati, possono offrire un valido aiuto per evitare il peggio e fermare i piani discutibili del villain Howard Clifford, interpretato da Bill Nighy. Quest’ultimo si ritrova su una sedia a rotelle dopo un brutto incidente e le sue finanze possono permettergli di sviluppare una tecnologia in grado di fondere insieme esseri umani e Pokémon per sempre.

Globe icon
08.05.2019
Dal punto di vista della trama il film si dimostra particolarmente scorrevole anche se non originalissimo, come qualche colpo di scena di cui uno solo è veramente inaspettato, ma è pur sempre un film per ragazzi, capace però di dimostrarsi divertente per gli adulti. Al cinema infatti molti over 21 sono scoppiati a ridere a seguito di una delle numerosissime battute che arricchiscono la storia. Perché il vero punto di forza è il modo in cui è rappresentato Pikachu. Per la prima volta Pikachu parla e non poco, con risultati notevoli. Azzeccatissima è la voce scelta, quella di Ryan Reynolds, famoso soprattutto per essere l’attore che interpreta Deadpool, l’antieroe Marvel politicamente scorretto e famoso per la sua irriverenza. In Pikachu sembra di rivedere l’atteggiamento già visto in Deadpool, pur rimanendo in un contesto adatto alle famiglie. Fortunatamente tutto questo è fruibile dal pubblico italiano, visto che nel doppiaggio è stato chiamato Francesco Venditti, che già aveva doppiato Reynolds per i due film sul mercenario chiacchierone.

Globe icon
Giorgia Tropiano (www.movietele.it)
08.05.2019
Il film è realizzato tecnicamente molto bene, sia a livello di computer grafica che di effetti speciali, il personaggio di Pikachu ha una caratterizzazione pazzesca, anche grazie al lavoro svolto al doppiaggio da Ryan Reynolds, che lo rende simpatico ai bambini ma vicino anche al mondo adulto grazie al suo umorismo tagliente. Anche se la detective story di fondo è molto lineare e scontata, non manca lo stesso di appassionare e coinvolgere lo spettatore che sarà catapultato in un mondo fantastico e divertente, un mondo in cui i Pokèmon esistono, per tutti i 104 minuti di durata della pellicola.

Globe icon
Fabrizia Malgieri (www.gamereactor.it)
08.05.2019
Al netto delle critiche, Pokémon: Detective Pikachu è una pellicola che è comunque in grado di intrattenere, soprattutto grazie alla potenza carismatica del Pokémon elettrico titolare. Nonostante una trama e interpreti "umani" abbastanza dimenticabili, ciò che colpisce di questo film è l'aver trasformato in realtà il sogno segreto di tanti fan dei pocket-monster, ma anche di aver fatto sedere fianco a fianco generazioni di appassionati di diverse fasce d'età. Che è esattamente questo ciò che dimostra quanto un franchise, nonostante qualche piccolo e perdonabile scivolone nel suo adattamento cinematografico, sia incredibilmente solido e capace di dialogare con tante generazioni diverse.

Globe icon
Marco Minniti (www.asburymovies.it)
08.05.2019
Avventura fantascientifica per famiglie, che tenta di dotarsi – con alterni risultati – di un’aura un po’ noir, Pokémon: Detective Pikachu mantiene sostanzialmente quello che promette, anche se i precedenti di Rob Letterman facevano sperare in qualcosina in più.

Globe icon
Elisa Giudici (www.mondofox.it)
08.05.2019
La resa grafica dei Pokémon e l'effetto nostalgia rendono il film gradevole, ma destinato a un pubblico così ingenuo che non cattura davvero come potrebbe gli adulti, se solo ne avesse l'ambizione.

Globe icon
William Maga (www.ilcineocchio.it)
08.05.2019
[...] anche se sarebbe stato lecito aspettarsi qualcosa di più da Pokémon Detective Pikachu sul lato della scrittura, dello sviluppo dell’intrigante e insolito mash-up tra film noir e cartone animato e della chimica tra i protagonisti, questo costosissimo ibrido rimane un buon punto di partenza – grazie soprattutto al riuscito world building – per quello che potrebbe risultare, incassi permettendo, uno dei franchise di punta della Warner Bros. dei prossimi anni.

Globe icon
Andrea Giovalè (www.cinematografo.it)
08.05.2019
La trama è debole, estremamente specifica (oltre il limite del ripetitivo) in alcuni punti quanto convenientemente ambigua in altri, i colpi di scena sono tutti prevedibili e, pur prevedendo un target di pubblico molto pronunciato verso il basso, poco gratificanti.

Globe icon
Mario Petillo (www.tomshw.it)
08.05.2019
Detective Pikachu è un film che va sicuramente a dare una sferzata di ottimismo a quel filone di film tratti dai videogiochi. Non delude alcun tipo di aspettativa, né però le supera: la visione ci accompagna in quell’ora e mezza di vicenda molto basilare, cullandoci tra battute al vetriolo e qualche momento di tenerezza, giocando argutamente sul rapporto di coppia tra Tim e Pikachu e strizzando l’occhio ai più giovani fan dei Pokémon e anche a quelli un po’ più maliziosi, che però non cederanno al bisogno di storcere il naso qui e lì. Come esordio per il mondo Pokémon in live-action è sicuramente positivo, pur restando un film di poco superiore a una sufficienza: che, in ogni caso, di questi tempi non è assolutamente da buttare.

Globe icon
Andrea Giuliani (www.gamesoul.it)
08.05.2019
Consiglio caldamente la visione a tutti gli appassionati della serie di ogni età, e anche se non ci troviamo davanti ad un capolavoro siamo di certo verso la strada giusta per uscire finalmente dalla maledizione dei deludenti film ispirati ai videogiochi.

Globe icon
Federico Vascotto (www.mangaforever.net)
08.05.2019
Il film porta avanti una storia lineare ma non infantile, non troppo ingarbugliata ma ricca dei giusti plot twist, mantenendo la componente noir-mystery promessa dal titolo senza però dimenticare lo stile scanzonato che caratterizza oramai Ryan Reynolds. Pokémon Detective Pikachu riesce quindi dove altri avevano fallito: intrattenere piacevolmente un pubblico anche familiare, facendo venire voglia a fine visione di catturare subito un pokémon da avere come amico, oppure di cantare a squarciagola la sigla del cartone animato.

Globe icon
Alessandra Borgonovo (it.ign.com)
08.05.2019
Detective Pikachu combina il meglio dei film d'animazione con i punti di forza del videogioco per un risultato che, lo ripeto, non dovete valutare dal punto di vista narrativo perché la sua semplicità è evidente e dichiarata: non è un kolossal senza tempo destinato a rimanere nella memoria storica del cinema, sono "solo" un paio d'ore da trascorrere all'interno di una realtà che tanti hanno desiderato potesse realizzarsi - alla stregua dell'universo di Harry Potter e di Hogwarts. È accattivante, esilarante, leggero, a tratti persino commovente e si differenza quanto basta da una formula che stava iniziando a diventare stantia. La decisione di sviluppare un film basato su uno "spin-off" videoludico si rivela senza dubbio azzeccata e il risultato è un'opera d'intrattenimento aperta sia agli adulti sia ai piccoli.

Globe icon
Marianna Cappi (www.mymovies.it)
07.05.2019
Manualistico nell'intreccio, il film ha un retrogusto leggero e gustoso e un divertente cast misto.

Globe icon
Lilly Leone (www.cubemagazine.it)
07.05.2019
I fan di tutto il mondo potranno finalmente vedere Pikachu sul grande schermo nella prima avventura Pokémon live-action. Il cast è molto ricco con Justice Smith nel ruolo di Tim; Kathryn Newton nei panni di Lucy, una giovane reporter; e il candidato Oscar Ken Watanabe nel ruolo di Lt. Yoshida. La trama è intigrante, il legame tra Tim e Pikachu è coinvolgente e molto positivo. Gli effetti visivi sono davvero incredibili. È un film piacevole per tutti, un grande film per famiglie.

Globe icon
Ornella Petrucci (www.lospecialista.tv)
07.05.2019
[...] la bellezza dell’affetto di un padre, la tenerezza dell’amicizia, l’amare le differenze, l’appello a credere in se stessi e nelle proprie capacità. È un film per tutte le età, piacerà ai piccini che indicheranno in sala col dito i loro beniamini, come il cane Snubbull, e agli adulti che si sentiranno di nuovo bambini scoprendo Ryme City, una futuristica Londra dove umani e Pokémon vivono fianco a fianco in un iperrealistico mondo live-action. Con "Pokémon Detective Pikachu" si viaggia di fantasia, avventura e magia. Tutto è elettrizzante.

Globe icon
Gian Luca Pisacane (www.film.it)
07.05.2019
Una storia di Pokémon senza attacchi speciali, dove gli allenatori sono amici, e non ci si scanna nelle arene. Vicenda anomala, che si distacca dalla serie dei cartoni animati, dai videogiochi e dai vari Mew contro Mewtwo. Si ammicca al surriscaldamento globale, si esalta il pacifismo, e naturalmente l’uguaglianza. Non mancano i momenti da ottovolante, si ha la sensazione di essere davanti a un immenso luna park, a tratti cinefilo (a modo loro, ci sono anche i Gremlins). [...] Pokémon – Detective Pikachu è una piacevole sorpresa, un mix di generi. A volte prevedibile, ma dallo spirito elettrico.

Globe icon
Andrea Barricelli (www.ciakclub.it)
07.05.2019
Pokemon: Detective Pikachu è un buon film che, pur con qualche sbavatura e senza ricercare una trama particolarmente complessa o innovativa, vince la difficile sfida di creare un contesto credibile, nel quale far vivere i mostriciattoli più amati della storia dei videogiochi; è plausibile immaginare che, in caso di successo di questa pellicola, l’esperimento venga replicato e, dopo la visione di quest’opera prima, non possiamo che dirci favorevoli, confidando comunque in un pizzico di coraggio in più da parte degli sceneggiatori.

Globe icon
Ecleto Mucciacciuoli (www.vigamusmagazine.com)
07.05.2019
Detective Pikachu centra il suo obbiettivo. Anche se la pellicola non sarà memorabile, rimane comunque uno dei migliori film d’intrattenimento del franchise degli ultimi anni. L’originalità e l’accostamento scenico di elementi così difficili fanno grande onore alla direzione di Rio Letterman, artefice di quel che potrebbe essere un sontuoso punto di partenza per i prossimi venti anni del franchise. Il cast vanta comunque di artisti di qualità del calibro di Ryan Reynolds, nei panni (o nella pelliccia) di un Pikachu mai apparso su schermo: irriverente e decisamente destinato a un pubblico più adulto. A troneggiare per carisma e fascino è però uno splendido Bill Nighy: un ricco idealista che ha plasmato la città sulla religiosa cooperazione tra i diversi esseri viventi.

Globe icon
Claudio Caramadre (movies.gamesource.it)
07.05.2019
Pokémon: Detective Pikachu è visivamente stupendo e Pikachu non ha mai destato una compulsiva voglia di coccolarlo come in questo film. Peccato per i difetti di trama, l'intreccio semplicistico e alcune situazioni non gestite benissimo a livello di messa in scena. Di sicuro andrà meglio la prossima volta, perché questo è solo l'inizio, vero?

Globe icon
Lorenzo Pietroletti (www.lascimmiapensa.com)
07.05.2019
I Pokemon sono diventati nel tempo una vera icona crossmediale e, in qualche modo, anche del contemporaneo artistico. E questo Detective Pikachu rispecchia tutte quelle caratteristiche filmiche e profilmiche che lo ascrivono in uno dei migliori esempi odierni. Contaminare col noir un prodotto rivolto ad un target ben preciso e non propriamente adulto è un’operazione azzardata nell’intento ma vincente in questo caso specifico. La progressiva formazione del giovane protagonista, tipica dei film d’animazione, viene ricontestualizzata secondo l’accezione e la forma del noir, senza mai (e poi mai) lasciare che gli stilemi dell’animazione prevarichino su quelli del noir stesso. E viceversa. Da togliersi il cappello.

Globe icon
Andrea Prosperi (cinema.nerdplanet.it)
07.05.2019
Detective Pikachu dona sogni ad occhi aperti, proprio grazie alla grande efficacia scenica. Scenografie e Pokémon sono infatti studiati per non risultare artificiosi all’interno di questo live-action, ma sfruttano un design in grado di portare sul grande schermo molti elementi del mondo Pokémon, dalle architetture agli ambienti, rendendo le creature a dir poco veritiere, lasciando allo spettatore la sensazione di sognare un mondo abitato dalle icone della propria infanzia (e anche oltre!). Il risultato finale è quello di mostrare cosa accadrebbe se i Pokemon fossero reali, tra azione e gag, in maniera a tratti anche auto-ironica. A questo punto non c’è bisogno di dire altro: preparatevi a correre al cinema, per vivere una nuova avventura, tra risate e azione, insieme ad un Pikachu caffeinomane e al suo impacciato partner!

Globe icon
07.05.2019
Si tratta indubbiamente del miglior film basato su un videogioco prodotto finora, il ché è un enorme traguardo raggiunto da Legendary Pictures e Warner Bros.. Il lungometraggio, infatti, non vuole seguire assolutamente i canoni della serie su console Nintendo, ma prende una strada opposta, allontanandosi dalle lotte e dalle catture. Abbiamo davanti il fantastico mondo dei Pokémon che da piccoli abbiamo sempre sognato e infatti è così, esattamente come lo immaginavamo. Nonostante la prevedibilità di alcune situazioni, e la sua semplicità complessiva, la trama riesce a tenerci seduti davanti lo schermo perché ci porta comunque a porci domande su quale sia la verità dietro il mistero della morte del padre di Tim. Il nostro consiglio, però, resta comunque di mantenere basse le aspettative riguardanti la trama. I fan dei Pokémon non possono e non devono assolutamente farsi perdere Detective Pikachu, soprattutto perché dentro di loro sanno che è questo l’universo che hanno aspettato per così tanto tempo.

Globe icon
Luca Marinelli Brambilla (www.staynerd.com)
07.05.2019
ttimo, veramente un bel film che scorre liscio e sembra durare 20 minuti. Un giallo noir che non ti aspetti, in grado di piacere sia ai grandi che ai più piccoli, realizzato magistralmente sotto il profilo tecnico. Come detto, l’unico difetto è quello per cui non ci sono abbastanza focus sulla convivenza tra pokémon e umani, e lascia ancora di più l’amaro in bocca perché quando la vediamo questa convivenza funziona perfettamente.

Globe icon
07.05.2019
La storia, capace di regalare diversi colpi di scena, riesce a essere accattivante non solo per gli appassionati di sempre o per i giovanissimi, ma anche per chi accede all'universo dei simpatici mostri multigenerazionali per la prima volta, un universo ricreato ad arte nel quale è proprio Pikachu a essere l'elemento maggiormente riuscito vuoi per la tenerezza che suscita, vuoi per la sua innata simpatia.

Globe icon
Roberto Vicario (gamesurf.tiscali.it)
07.05.2019
Pokémon Detective Pikachu è un kids movie divertente, in grado di incastrare una storia semplice e a tratti banalotta, all'interno di un mondo vero e credibile, in cui i Pokémon sono molto più di un semplice pretesto per portare i fan al cinema. Purtroppo però, gli allenatori con alcune primavere sulle spalle si dovranno accontentare di easter egg e splendide citazioni, ma avranno la scusa per portare i loro figli al cinema, e provando così a farli appassionare ai simpatici mostriciattoli di The Pokémon Company.

Globe icon
07.05.2019
Pokémon: Detective Pikachu non punta a raggiungere né i livelli di profondità che aveva il primissimo film Pokemon né alla spettacolarità di altri. Tuttavia riesce a convincere e a ricavarsi un suo piccolo spazio tra i tanti adattamenti cinematografici a tema Pokémon, essendo anche il primo in versione live action. Ci viene presentata una pellicola che riesce a divertire, coinvolgere e a tratti anche rapire, pur presentando tematiche già ampiamente sviscerate. Insomma Pokémon: Detective Pikachu è un film che sa fare tesoro dell’esperienza di un brand con più di vent’anni alle spalle, che convincerà sia i più piccoli che i grandi appassionati.

Globe icon
Tiziano Sbrozzi (www.gamelegends.it)
07.05.2019
Pokémon: Detective Pikachu è un film divertente che incontra i gusti dei vecchi e nuovi fan della serie di mostriciattoli targata Nintendo. Ottimo il lavoro svolto dal produttore, Warner Bros. che è stato capace di portare alla realtà il sogno di milioni di appassionati, permettendo di vivere, seppur in un modo non convenzionale, un mondo a tema Pokémon che in pochi avrebbero anche solo immaginato. Il film è una vera festa per gli occhi, possiamo solo che consigliarvi di vedere per credere.

Globe icon
Marcello Portolan (www.projectnerd.it)
07.05.2019
Un trionfo grafico al quale non corrisponde una trama di uguale livello, il target principale di Detective Pikachu è ovviamente quello dei giovanissimi e di conseguenza la trama sarà alquanto semplice e lineare. Uno sviluppo senza grossi colpi di scena che però intrattiene e diverte, lasciando correre selvaggiamente l’immaginazione dello spettatore. [...] Detective Pikachu è una festa di CGI, intrattiene per tutta la sua durata, diverte, centra il suo obbiettivo, ma se cercate qualcosa di diverso da questo…forse allora rimarrete delusi

Globe icon
Martina Barone (www.cinematographe.it)
07.05.2019
Per nulla curato sotto il punto di vista visivo, la confezione di Pokémon: Detective Pikachu è assai più basica rispetto alle possibilità che un mondo formato da umani e Pokémon in armonia avrebbe potuto creare. Nessuno stile particolare, nessun taglio o colore o luce caratteristica a determinare un assetto registico e di allestimento visuale che potesse aggiungere peculiarità alla più che anonima messinscena. Ampliata anche da cigolanti passaggi interni, che a tratti producono un senso di attrito nelle singole sequenze. Mai tanto, però, come nelle scene d’azione dell’opera, che più del senso di movimento e pericolo provocano solo un’accozzaglia prolungata e inefficace.

Globe icon
Valentina Ariete (multiplayer.it)
07.05.2019
Sulla carta un film soltanto per i più piccoli, Detective Pikachu, grazie sopratutto alla voce di Ryan Reynolds nella versione originale, che gli dà una carica comica travolgente, arriva a un pubblico molto più vasto, riuscendo a divertire per 104 minuti. La storia è semplice, il mistero che dà il via alla trama si risolve in fretta se si è spettatori attenti e i personaggi umani non sono approfonditi, ma l'umorismo di Reynolds (che ha improvvisato molte battute), la bellezza della computer grafica e il ritmo serrato fanno di Detective Pikachu un buon prodotto di intrattenimento. Chi sognava di vedere come sarebbe il mondo se i Pokémon esistessero davvero può finalmente gioire.

Globe icon
Federico Gironi (www.comingsoon.it)
07.05.2019
Pokémon Detective Pikachu è un film capace di proporre un contenuto sufficientemente semplice per i più piccoli ma anche abbastanza articolato e infarcito di riferimenti per interessare i loro “partner” adulti, e di calare il tutto dentro un impianto formale molto curato: di particolare rilievo la fotografia di John Mathieson, che si è fatto vanto - a ragione - di aver girato in 35mm e non in digitale, a tutto vantaggio di un realismo che non stride affatto nella convivenza con la computer graphic, ma che anzi porta a un matrimonio d’immagini di invidiabile armonia.

Globe icon
Luca Ceccotti (cinema.everyeye.it)
07.05.2019
Detective Pikachu rompe finalmente la maledizione dei cinemagame, i film tratti da opere videoludiche. Non delude né supera le aspettative ma le rispetta ampiamente, crogiolandosi nella sua esaustiva bontà, divertito, a tratti intelligente nelle dinamiche dei rapporti tra personaggi - quindi molto riuscito. Un'opera che si rivolge a tutti senza vergognarsi di voler arrivare a ogni fetta demografica possibile, dai fan hardcore ai più giovani, fino ai neofiti. Un titolo che vive del suo pokémon protagonista e lo eleva a detective e mascotte, amico e fratello, spalla comica e anche drammatica. In Pikachu c'è tutto, dall'assuefazione al caffè alla sagacia investigativa di uno Sherlock Holmes in erba, il che lo rende pungente, sagace e oltremodo adorabile. Come primo live-action dedicato all'universo Pokémon, dunque con tutte le incognite del caso, non potevamo davvero chiedere di meglio.

Lascia anche tu una recensione o un commento su questo film!
38
Recensioni
Totali
0%
Positive
0%
Negative