Globe icon
13.02.2020
Tom Hanks è perfetto per questo ruolo, il suo volto ha le espressioni giuste per sembrare maledettamente e incondizionatamente gentile, un po’ come se fosse il Forrest che tutti ricordano. Tutti vorrebbero avere un uomo del genere come vicino, qualcuno che è disposto a porgere l’altra guancia aiutandoti a risolvere quei problemi che non pensavi neanche di avere; e lo fa con assoluto incanto. Ma la dolcezza che si può ritrovare nel personaggio di Fred viene richiamata dalla dolcezza degli stessi dialoghi. I drammi familiari vengono così scanditi da un ritmo lento e delicato che, però, è in grado di colpire il bersaglio.

Globe icon
Eleonora Freso (darumaview.it)
11.02.2020
Incredibile il lavoro da interprete fatto da Tom Hanks che riesce e ricalcare il ritmo, le movenze e il pacato tono paterno di un essere umano, prima che presentatore televisivo, straordinariamente fuori dal tempo che è anche il rappresentante di una televisione che sembra lontana anni luce dalla nostra.Nell’era in cui la violenza è stata sdoganata su tutti i media una figura come quella di Mister Rogers risulta quasi surreale e potrebbe addirittura irritare un pubblico particolarmente caustico e disilluso. Non fate questo errore, in un mondo colmi di cattivi maestri, abbiamo tutti bisogno di scoprire, o ricordare, che il nichilismo non è l’unica strada.

Globe icon
Carola Proto (www.comingsoon.it)
11.02.2020
Tom Hanks ha fatto un gran lavoro su Fred Rogers, rallentando il modo di parlare, i movimenti e l'andatura, e guardando in macchina in una della scene più significative, come se si stesse rivolgendo a noi chiedendoci una prova di autoconsapevolezza.

Globe icon
Lucio Di Loreto (www.staserafilm.it)
04.02.2020
Un Amico Straordinario rimarrà nella mente per averci messo di fronte alle nostre debolezze in modo sobrio ma disorientante, trasmettendo tuttavia un senso di positività imprevista, grazie alla quale resettare errori e strascichi di una vita sofferta e prendendo spunto dalla nobiltà d’animo che Fred tramanderà a Lloyd, per ricostruire un’esistenza migliore, sia come padri, figli e lavoratori!

Globe icon
Maurizio Encari (www.newscinema.it)
04.02.2020
Nella ricerca di raccontare una personalità magnetica e unica attraverso una vicenda esterna, cedente in più occasioni a dinamiche forzatamente strappalacrime, Un amico straordinario perde di omogeneità e la strada del bio-pic classico sarebbe stata sicuramente preferibile a conti fatti. Il risultato finale è infatti godibile e, per un certo tipo di audience i toni quieti e affabili saranno un toccasana, ma si sente perennemente la mancanza di quel guizzo, stilistico ed espositivo, potenzialmente ottenibile con un’altra impostazione alla base.

Globe icon
Cristiano Esposito (magazinepragma.com)
04.02.2020
Un film di forte impatto emotivo, confezionato ad hoc per sortire proprio questo effetto. In un intreccio continuamente sospeso tra vita reale e televisione non mancano alcune buone trovate visive di Marielle Heller .Tom Hanks ci regala una performance memorabile, profonda e di grande intensità anche nei silenzi. Ed assolve perfettamente il compito di restituirci una figura complessa come Rogers, di un’umanità estrema e intrisa dei migliori valori. Il film riesce con eleganza e grazie ad una sceneggiatura brillante a non cadere nella retorica e a non dipingere mai come banale la bontà del presentatore più amato degli Stati Uniti d’America.

Globe icon
Raffaele Cianni (zon.it)
04.02.2020
Se adorate i film biografici con tinte drammatiche ma col lieto fine, Un Amico Straordinario è il film per voi. Un Tom Hanks ancora una volta indimenticabile e toccante, una regia pulita che seppur non straordinaria conferma le già intraviste doti artistiche di Marielle Heller, un sottotesto semplice ma allo stesso tempo importante per tutti noi.

Globe icon
Marco Albanese (stanzedicinema.com)
04.02.2020
Se il film della Heller fosse stato un po’ di più su Rogers ci avrebbe regalato un film migliore. Invece il suo è un film sui tormenti familiari di questo giornalista Lloyd Vogel, che affossano Un amico straordinario in un pantano di cliché e sentimentalismo a buon mercato.

Globe icon
Gian Luca Pisacane (www.cinematografo.it)
04.02.2020
Cronaca di un'amicizia non comune. Tom Hanks è perfetto nell’incarnare le movenze, la voce, di un intrattenitore che ha fatto la storia della tv d’oltreoceano. Una sorpresa. Heller conosce le regole del dramma famigliare, sa come dirigere la cronaca di un’amicizia non comune. Dipinge le illusioni e i desideri con dialoghi delicati, dove Rogers può anche sembrare un alieno, sempre compassato, mai fuori controllo. Ma infine le luci del set si spengono, la scaletta giunge al termine, e restano le inquietudini di tutti i giorni, le note di un pianoforte che risuonano in una stanza vuota.

Globe icon
Erika Pomella (www.movietele.it)
04.02.2020
Un film che parla direttamente al cuore dello spettatore, facendolo commuovere e ricordandogli che essere una brava persona è, prima di tutto, un esercizio mentale.

Globe icon
Lorenzo Crestani (hotcorn.com)
04.02.2020
Un’opera riuscita in grado di commuovere e divertire.

Globe icon
Roberto Manassero (www.mymovies.it)
16.01.2020
Un film spiazzante che trae la sua forza dalla semplicità disarmante del suo protagonista Fred Rogers.

Lascia anche tu una recensione o un commento su questo film!
12
Recensioni
Totali
0%
Positive
0%
Negative