Globe icon
Francesco Petrucci
16.10.2008
Così sul grande schermo approda la dimensione del mondo del precariato e dei suoi assurdi, quanto banali e stilizzabili schemi, che Virzì ha il merito di riuscire a rendere quasi simpatici.

Globe icon
Dr. Apocalypse (Cineblog)
13.10.2008
Cast perfetto ed affiatatissimo, sceneggiatura brillante, amaramente divertente, regia notevole, soprattutto dal punto di vista tecnico, con movimenti e punti macchina di assoluto livello, il film è uno spaccato perfetto quanto amaro dell’Italia di oggi

Globe icon
Glauco Almonte (Cinema del Silenzio)
13.10.2008
E’ uno sguardo nero, nerissimo, quello sulla situazione attuale; tuttavia, i toni da commedia e certe situazioni lasciano pensare che l’analisi della realtà del precariato sia un po’ troppo superficiale

Globe icon
Daniele Sesti (Filmfilm)
13.10.2008
Quello che propone è un percorso crudele a tratti anche feroce nel quale, pur mitigando la spietatezza di quel che si racconta con momenti di lucida ironia, mette in mostra le vere e proprie mostruosità di una società

Globe icon
Chiara Renda (MyMovies)
13.10.2008
Accentuando stavolta i toni tragicomici e grotteschi da commedia nera, il regista toscano dà vita a un'opera corale, matura e agghiacciante, che rivisita (attualizzandola) la miglior tradizione della commedia amara alla Monicelli

Globe icon
Andrea D'Addio (Filmup)
13.10.2008
Sempre attento a registrare e riportare i cambiamenti della vita sociale del Paese, Paolo Virzì è forse l’unico nostro regista capace di rielaborare, a suo modo e con intelligenza, la troppe volte evocata a sproposito commedia all’italiana

Lascia anche tu una recensione o un commento su questo film!
6
Recensioni
Totali
0%
Positive
0%
Negative