King Kong
King Kong
L'ottava meraviglia del mondo
Data Uscita: 16 Dicembre 2005
(USA, Nuova Zelanda, Germania • 2005) King Kong
User icon
N.P. (segn.. da Tmax) (SCREEN WEEK)
10.11.2008
Un gruppo di esploratori, guidato dal regista Carl Denham si trsferisce nelle isole Skull, nei pressi di Sumatra ..........

Eye icon
5 ottimo film
5 ottimo film

Globe icon
Ivan Zulberti (SilenzioInSala.com)
29.01.2010
Non si fosse chiamato Peter Jackson, non fosse stato King Kong, sarebbe stato un capolavoro. Purtroppo, viste le premesse, era lecito aspettarsi di più.

Eye icon
Amore fra un uomo ed una donna e poi fra un orango ed una donna ..... chi morirà?
Avevo visto questo film ad un'anteprima nel 2005, mi avevano regalato un fotogramma del film .... lo conservo ancora. Mi era piaciuto, è molto + spettacolare del predecente remake, negli anni gli effetti speciali hanno fatto passi da gigante. Il regista è bravissimo e fra gli attori spicca, in una parte da cattivo, Jack Black, bravissimi anche i conprimari. Naomi Watts è brava, sicuramente è molto difficile recitare con un bestione di tali dimensioni. Recentemente il film è stato trasmesso in televisione, l'ho rivisto con piacere.

Globe icon
Marco Spagnoli (fantascienza)
12.11.2008
Forse più che dal film del 1933, l'ispirazione per il suo King Kong è derivata a Peter Jackson dai cosiddetti B — movies degli anni Cinquanta.

Eye icon
Un gruppo composto da esploratori finiscono per errore su un'isola e l'unica donna della troupe, viene rapita dagli abitanti del luogo e offerta in sacrificio al gigantesco gorilla.
Un film che non si basa solo sull'uso di effetti speciali ma gioca anche sui sentimenti. Infatti, soprattutto la fine, è veramente toccante. Sicuramente consigliato.

Globe icon
Gianluca Pelleschi (spietati)
12.11.2008
Il film ha una prima parte lunga e articolata in cui Peter Jackson parla (di) cinema a diversi livelli. Strutturalmente ragionando, le leggi non scritte del monster movie dicono che il pezzo forte, il mostro, deve farsi attendere.

Eye icon
Un gruppo di ricercatori scopre l'esistenza di king kong in mezzo a una giungla dove vivono altre creature preistoriche.
La vecchia storia di King kong rivista nel mondo moderno.Begli effetti speciali, king kong sembra vero!!! Un film per gli amanti del genere Jurassic Park. Jack Black non adatto a quel ruolo..

Globe icon
Vaniel Maestosi (cinemadelsilenzio)
12.11.2008
Sesto film più costoso della storia del cinema. Impossibile con questo tipo di budget non ammaliare lo spettatore nei contenuti, nelle ricostruzioni scenografiche, nel turbine di effetti visivi che cavalcano le tre ore di immagini.

Eye icon
Grande film, superiore di molto alle versioni precedenti. Sicuramente il suo remake supera l'originale.
Spettacolari effetti speciali(Ann cade da un tronco e King Kong la prende al volo! Oppure la corsa dei venatosauri con i brontosauri è davvero stupenda!), splendida colonna sonora ottima scenografia strabiliante cast ottimo sonoro ed anche divertente comicità. Grandioso anche il regista Peter Jackson che nonostante le tre ore del suo film non ha per niente annoiato.

Globe icon
film.tv (film.tv.)
12.11.2008
Jackson ci fa tremare, sobbalzare, inorridire, commuovere e anche ridere, evocando lo scontro mortale tra la civiltà e la natura, tra il cinema e la sua materializzazione impossibile

Eye icon
Torna alla ribalta uno dei personaggi più "pelosi" e amati della cinematografia mondiale.
Torna alla ribalta uno dei personaggi più "pelosi" e amati della cinematografia mondiale. Mentre la depressione miete vittime un pò dovunque, all'attrice di grandi speranze, ma scarse sostanze,Ann Darrow (l'intensa Naomi Watts) viene offerta dall'istrionico regista-artista Carl Denham (lo stranamente semi-serio Jack Black)l'occasione di fare un film.Peccato che le cose si dimostreranno un pò più difficili del previsto. Tra innamoramenti inter-razza e non (la parte del fidanzato è affidata ad un romantico Adrien Brody) e avventure al limite di "Jurassic Park" e "Il signore delle mosche", la nostra bella attrice si ritroverà rapita, salvata e conquistata dal sacrificio di una creatura a cui l'amore fa superare ogni limite. Insomma una grande prova per il regista Jackson e un grande regalo per noi che avremo l'occasione di rivedere ancora la mitica scalata all'Empire State Building e la Skull Island mentre sbuca dalla nebbia.

Globe icon
Marzia Gandolfi (mymovies)
12.11.2008
New York, 1933. Durante la Grande Depressione la fame di fama conduce una troupe cinematografica su un'isola misteriosa per girare un film spettacolare e avventuroso

Globe icon
Francesco Lomuscio (filmup.)
12.11.2008
Con oltre 200 milioni di dollari di budget ed un validissimo cast, il neozelandese Peter Jackson, progressivamente elevatosi da maestro del cinema splatter a raffinato autore fino a diventare una delle più potenti figure cinematografiche del globo

Globe icon
Federico Gironi (segn. da BlackArcana) (movieplayer)
11.11.2008
Traspare con grande evidenza la volontà del regista di realizzare un film che potesse stupire e sbalordire dal punto di vista spettacolare

Globe icon
N.P. (segn.. da Tmax) (FILM.IT)
10.11.2008
Nel 1930 una troupe cinematografica capitanata da uno spericolato documentarista finisce per errore su un'isola ricoperta da una giungla impenetrabile.

Globe icon
N.P. (segn.. da Tmax) (MOVIEPLAYER)
10.11.2008
Un gruppo composto da esploratori e cineasti indipendenti, che hanno in progetto di girare un documentario, si reca nella Skull Island, a largo di Sumatra, attirato dalla credenza che lì vi sia un gigantesco e pericoloso gorilla chiamato Kong.

Globe icon
N.P. (segn.. da Tmax) (REPUBBLICA)
10.11.2008
1930. Una troupe cinematografica capitanata da uno spericolato documentarista finisce per errore su un'isola ricoperta da una giungla impenetrabile. L'unica donna della troupe viene rapita dagli abitanti del luogo e offerta in sacrificio al gigantesco gorilla

Globe icon
furio (mymovies)
22.10.2008
King Kong" è un grande film, superiore di molto alle sue versioni precedenti. Uno dei rari esempi in cui un remake supera l'originale. Un omaggio alla Hollywood che si salva, quella dei film che vanno dagli anni '30 agli anni '50.

Globe icon
duilio antonio vaccari (mymovies)
22.10.2008
l film è il terzo dedicato al fantastico scimmione innamorato della bella bionda, metafora della bella e la bestia. Il remake che troverete oggi è forse dei tre quello più fedele per ambientazioni, costumi ed atmosfere a quello originale...

Lascia anche tu una recensione o un commento su questo film!
20
Recensioni
Totali
0%
Positive
0%
Negative