User icon
Lorenzo Pedrazzi (http://blog.screenweek.it/)
20.07.2015
Trattandosi di un supereroe francamente impopolare, armato di poteri suggestivi ma bizzarri, l’astuzia del film risiede nell’ibridazione degli stili, al punto che Ant-Man si allontana dal sottogenere supereroistico per avvicinarsi di più alla commedia, al caper movie e alla fantascienza pura.


Globe icon
Karin Ebnet (www.movieforkids.it)
07.08.2015
Con Ant-Man la Marvel amplia ulteriormente il suo pubblico creando una vera giostra di divertimento, mettendo riferimenti a idoli dell’infanzia (la distruzione del trenino Thomas indica proprio il passaggio all’età della consapevolezza dei bambini che abbandonando i cartoni per i supereroi in carne e ossa) e realizzando un film che è l’intrattenimento ideale per tutta la famiglia.

Eye icon
4 Un grande piccolo eroe
4 Un grande piccolo eroe
grande - piccolo

Globe icon
07.08.2015
Il pregio più grande di Ant-Man è probabilmente quello di non sembrare quasi per niente un film della Marvel. C’è la commedia che gioca sulle diverse etnie dei protagonisti, c’è il tema delle rapine superorganizzate, c’è quello della famiglia ma non si avverte quasi mai quell’aria di epicità, di pesantezza e di serietà del canone che ci si aspetterebbero da un film di supereroi.

Globe icon
Pierpaolo Bonelli (cinetvlandia.it)
07.08.2015
un film che ha le dimensioni del suo protagonista e lo spessore del fumetto, perché se in un film non c'è un personaggio - non uno - che riesce a farsi ricordare al termine dei titoli di coda, allora qualche problema c'è.

Globe icon
Alessia Laudati (www.film.it)
07.08.2015
L’umanesimo di Ant-Man brilla di luce propria, ma anche la parte action, sebbene non sorretta da un budget immenso, riesce a regalare vivacità e dinamismo a un personaggio tanto assurdo quanto amabile. E inoltre il film vive di un bilanciamento riuscito tra il caos esistenziale di Rudd/Ant-Man e il rigore scientifico con il quale Pym/Micheal Douglas mette ordine in una generazione di precari della vita e nuovi superoi tutti da formare.

Globe icon
Chiara Guida (www.cinefilos.it)
06.08.2015
Con Ant-Man sembra però chiaro il percorso che la Marvel vuole intraprendere, allontanarsi dagli standard stilistici dei film precedenti, per cercare di personalizzare, in base al protagonista, il tono del film e riportando il cinefumetto supereroistico non più a un genere ma a un tema. Allontanarsi da un sentiero codificato e sicuro sembra il passo necessario a casa Marvel per riuscire a rinvigorire quello che sta diventando un settore vecchio e al momento pieno di concorrenza.

Globe icon
Davide Salvadori (www.staynerd.com)
06.08.2015
Peyton si dimostra capace di non tradire lo spirito 'semi-anarchico' del progetto originale, limitandone i toni grazie alla sua regia più quadrata e disciplinata, ma riuscendo con talento e ispirazione a confezionare uno dei più bei film dedicati agli eroi Marvel.

Globe icon
Marco Lucio Papaleo (cinema.everyeye.it)
06.08.2015
Non ha quel tocco di irriverenza e sperimentazione che ha permesso a Guardiani della Galassia di diventare una hit indimenticabile, ma è un film di coerenza e sostanza in ogni suo aspetto (musiche ed effetti compresi) che diverte ed emoziona senza troppi fronzoli, in maniera diretta e ben congegnata.

Globe icon
Roberto Vicario (gamesurf.tiscali.it)
06.08.2015
Il film funziona, intriga, non annoia mai, ma soprattutto porta il Marvel Universe ad esplorare un genere che all'atto pratico ancora mancava. Ant-Man è un heist movie di quelli leggeri in cui la “seriet” della missione principale da portare a termine è controbilanciata da una serie di gag e personaggi comici che funzionano.

Globe icon
Antonio Maria Abate (www.cineblog.it)
06.08.2015
Meno spettacolarità e un po' più di sostanza per questa spassosa commedia Marvel, che si situa a metà strada tra The Avengers e I guardiani della galassia, restando appena un gradino più sotto. Ad ogni buon conto, missione compiuta.

Globe icon
Francesco Alò (www.badtaste.it)
06.08.2015
Un divertente film Marvel che funziona, ha cuore, intrattiene e introduce un personaggio che potrebbe portare qualche novità, e risentimento, dentro una certa squadra di supereroi. Mai sottovalutare le formiche.

Globe icon
Kevin Harley (www.gamesradar.com)
05.08.2015
Quando fu data notizia della sostituzione di Wright alla regia, gli spettatori Marvel reagirono in maniera molto negativa. Tuttavia, il tocco di Wright è ancora percepibile e la sostituzione non ha compromesso il risultato finale. Reed può non avere l'irriverenza e l'ambizione che avrebbe avuto Wright, ma cattura brillantemente e senza difficoltà l'equilibrio tra azione, dramma e commedia.

Globe icon
Tim Grierson (www.screendaily.com)
05.08.2015
I migliori film della Marvel riescono a bilanciare azione, spettacolo, humour, irriverenza e buoni sentimenti con tanta facilità che lo spettatore è spesso portato a dare quest'alchimia per scontata. Ant-Man ci ricorda che questo mix non è sempre così coeso: questo mediocre film d'avventura riesce infatti ad essere divertente, toccante o eccitante solo a tratti e mai allo stesso tempo.

Globe icon
Pete Hammond (deadline.com)
05.08.2015
Nel film si può ammirare tutta l'abilità comica di Rudd e siamo certi che anche i fan più accaniti del fumetto apprezzeranno questa versione di Ant-Man. Rudd è perfettamente immerso nel ruolo, sa di non essere Amleto e il suo tocco leggero, proprio come quello di Pratt ne I guardiani della Galassia, è il benvenuto.

Globe icon
05.08.2015
Il film ci consegna tutta l'eccitazione e l'avventura che ci si aspetta dalla Marvel. Solo, avremmo desiderato anche qualcosa in più.

Globe icon
05.08.2015
Fantascienza, azione, heist-movie, soap opera, commedia: il film cavalca tanti generi quanti sono i personaggi dei film degli Avengers, ma riesce a farlo molto bene. Estremamente piacevole, con alcuni momenti di vera e propria meraviglia.

Globe icon
George R.R. Martin (grrm.livejournal.com)
29.07.2015
ANT-MAN ha il giusto equilibrio di storia, personaggi e azione, credo. Alcuni recensori lo hanno definito “il miglior film Marvel di sempre”. Non mi spingerei così lontano, ma è lassù, forse secondo solo al secondo SPIDER-MAN di Sam Raimi / Tobey Maguire, quello con Doc Ock.

Globe icon
Chris Nashawaty (www.ew.com)
29.07.2015
Il film di Reed è la prova che non importa quanto alcune idee possano suonare sciocche all'inizio, spesso "nella botte piccola c'è il vino buono".

Globe icon
29.07.2015
Nonostante la semplice dinamica della storia e l'argomento famiglia, che col melodramma tra padre e figlia fa leva su sentimenti buonisti, un buon cast, capitanato da un ottimo Paul Redd, riesce a mettere da parte il nonsense con ottimi risultati.

Globe icon
Justin Chang (variety.com)
29.07.2015
Una simpatica deviazione, spesso piacevole, fondata sulla consapevolezza raramente seguita a Hollywood di come a volte "meno" possa davvero essere di più.

Globe icon
Federico Gironi (www.comingsoon.it)
28.07.2015
Prospettive ribaltate, sberleffi iconoclasti e ironia diffusa sono i tre pilastri su cui si basa un film che, finalmente, riporta il cinecomic alla dimensione dell’intrattenimento puro e leggero, che abbatte a colpi di ironia e sarcasmo la pesante retorica supereroica degli ultimi anni.

Globe icon
Emanuele Sacchi (www.mymovies.it)
28.07.2015
Ant-Man funziona nella sua irriducibile singolarità, nella sua anarchica impossibilità di adattarsi a schemi consueti. La volontà di imporre comunque questi ultimi non pare un buon viatico per la nuova ondata Marvel, ma i segnali forniti da alcuni elementi del film di Reed inducono a confidare ancora nelle Idee della relativa Casa.

Globe icon
Luca Liguori (movieplayer.it)
28.07.2015
Al simpatico e bravo Paul Rudd non sfugge la difficoltà di rendere epico un micro-personaggio ed è grazie alla sua innata autoironia e al suo talento comico che il film funziona: il suo Scott Lang è un personaggio che non si fa alcuna fatica ad amare, fin dalle prime scene.

Lascia anche tu una recensione o un commento su questo film!
25
Recensioni
Totali
0%
Positive
0%
Negative