Di coltelli è piena la storia del cinema. Da quello di Psycho fino a La foresta dei pugnali volanti di Zhang Yimou. C’è un antico pugnale anche al centro di Prince of Persia: è capace di liberare le “sabbie del tempo”, un dono degli dèi in grado di cambiare il corso degli avvenimenti. Perché non arrivi nelle mani del nobile malvagio Nizam, il principe Dastan si allea con la principessa Tamina.Siamo nella Persia del VI secolo. Ma siamo più che mai nel XX, anzi nel XXI secolo. Questo atteso film è tratto da un videogame storico, nato nel 1989, che conta tredici edizioni.IL film è epico, spettacolare, magniloquente, fracassone e con un tocco di ironia. Come nei battibecchi tra i due protagonisti, che hanno un rapporto di amore-odio.Le prime cose che balzano agli occhi sono le ambientazioni spettacolari che rispecchiano in pieno sia quelle del gioco che quelle dei classici film che descrivono l’antica Persia,ambientazioni che ti portano in un mondo antico pieno di magia,leggenda e fascino,più si va avanti col film e più le location ti fanno sognare. Trama divertente ed affascinante legata al viaggio nel tempo, potere conferito da un pugnale che può cambiare le sorti di chi lo possiede e non solo…. Film consigliato a tutti, bella la fotografia, gli effetti i costumi e tutto il CAST. Il mio consiglio è di vederlo assolutamente per vivere 2 ore di intrattenimento spensierato e da sogno!!