Finalmente esce l'attesissimo Watchmen,generato da una semplice domanda:e se i giustizieri mascherati(persone comuni che,celando la propria identità,combattono il crimine)fossero esistiti veramente,il mondo come sarebbe?Siamo nel 1985,in un mondo di violenza in cui un ideale Orologio dell’Apocalisse,che rappresenta la tensione tra USA e URSS,segna cinque minuti allo scoccare della mezzanotte.Il mondo è sull'orlo di una guerra nucleare e un gruppo di supereroi del passato,ormai invecchiati e disillusi,si scontra con la realtà di un mondo molto diverso da quello in cui avevano vissuto i loro giorni di gloria.Diversi e delicati i temi trattati dal fumetto originale ed ottimamente riproposti nel film:politica,etica,morale,metafisica,esistenzialismo,americanismo e anti-americanismo;e tra lotte,esplosioni,viaggi interplanetari,amori,sacrifici e un finale sorprendente.Il film merita sicuramente di essere visto,i personaggi affascinanti e la trama ne fanno uno dei film più interessanti usciti negli ultimi tempi;la storia è molto coinvolgente e fino all'ultimo non saprete realmente cosa sta succedendo(anche se penserete di saperlo),inoltre presenta una visione dei"supereroi"molto più realistica del solito.Ma non è solo effetti visivi/grafici-violenza/splatter,regala anche spunti di riflessione sulla società e sulla psicologia umana,sulle sue fragilità e debolezze..A mio avviso,è filosofia,poesia impressa su pellicola,con quell'atmosfera dark,quei colori e soprattutto quei dialoghi…è probabilmente il miglior film tratto da un romanzo a fumetti realizzato fino a oggi,ma è soprattutto un’opera cinematografica di assoluto valore,resa ancora più preziosa da una straordinaria colonna sonora.Watchmen"introduce la tematica alquanto abusata del:chi sorveglia i sorveglianti?E come dice il Dr.Manhattan:"Posso cambiare tutto,non la natura umana".Lo consiglio a chi,come me è un appassionato di fumetti e di cinema.Voto 10