Dalla trama ho potuto riscontare una divergenza abissale tra i 14enni di oggi ed i miei 14anni, oggi ne ho 33... ma quale ragazzino dell'"epoca" poteva permettersi di regalare un telecopio e comprare una stella alla fidanzatina... e chi ha mai avuto un'amica con la carta di credito e la generosità sconfinata come l'oceano, e chi poteva parlare di sesso così liberamente.... Cmq è solo una questione di tempi e generazioni.... Tralasciando il contenuto della storia, che non riesco proprio a giudicare, ho notato che l'interpretazione di tutti i protagonisti è stata scarsa, monotona in ogni situazione.... soprattutto quella di Raniero (ex grande fratello) che ha recitato con la stessa espressione del volto e con lo stesso tono di voce dalla prima all'ultima scena, la stessa espressione sia nelle scene allegre che in quelle tragiche!!! Ero convinta che il fiore all'occhiello sarebbe la colonna sonora ed invece... anche in quella monotonia e ripetizione.... la canzone di Alessandra Amoroso ripetuta per ben 3-4 volte e naturalmente non poteva mancare Valerio Scanu... Snervante anche la così detta "erre moscia" della protagonista Carolina... La chicca in assoluto del film... la voce da cartoon di Federico Moccia che tra una fase e l'altra faceva una piccola intervista alla protagonista.... credo proprio che siano le domande che realmente fa nei provini...!!!!