Alan Arkin
Alan Arkin
Alan Arkin
Attore
USA 26.03.1934

Nato a Brooklyn, New York, inizia la propria carriera al cabaret Second City di Chicago. Da qui arriva a Broadway nel 1963 con la commedia “Enter Laughing” tratto dal libro di Carl Reiner, vincendo un Tony. L’anno...
Leggi tutto

Alcuni dei suoi ruoli:
Artists default original
Abraham
Artists default original
Albert
Thumb 117243
Hirsch

Bio

Nato a Brooklyn, New York, inizia la propria carriera al cabaret Second City di Chicago. Da qui arriva a Broadway nel 1963 con la commedia “Enter Laughing” tratto dal libro di Carl Reiner, vincendo un Tony. L’anno seguente, è nell’opera “LUV” diretta da Murray Schisgal, sempre a Broadway. Nel 1966, debutta nel lungometraggio con la commedia di Norman Jewison di grande successo, “Arrivano i Russi, arrivano i Russi”. La sua interpretazione gli vale una prima candidatura agli Oscar come migliore attore ed un Golden Globe Award. Guadagna una seconda candidatura agli Oscar con la sua performance nel dramma “L’urlo del silenzio” del 1968, che gli offre anche un premio della New York Film Critics Circle (NYFCC) ed una candidatura ai Golden Globe. Viene candidato ad un altro Golden Globe per il suo ruolo principale in “Papà… abbaia piano!”. Con più di 70 film in un arco di oltre 50 anni, tra i suoi crediti si annoverano film quali “Wait Until Dark”; “Catch-22”; “Little Murders”, il suo debutto nella regia; “Hearts of the West” che gli è valso un premio NYFCC; “The Seven-Per-Cent Solution”; “The In-Laws”; “Edward Scissorhands”; “Havana”; “Glengarry Glen Ross”; “Mother Night”; “So I Married an Axe Murderer”; “Grosse Point Blank”; “Gattaca”; “Slums of Beverly Hills”; “Jakob the Liar”; “America’s Sweethearts”; “Thirteen Conversations About One Thing” per cui viene candidato ad un altro Spirit Award; “The Santa Clause 3: The Escape Clause”; “Rendition”; “Thin Ice”; “City Island”; e “Sunshine Cleaning”.