Marco Campogiani
Marco Campogiani
Marco Campogiani
Regista
Italia

Marco Campogiani è originario di Urbino. Studia Filosofia a Roma e si laurea con una tesi pubblicata sul pensiero hegeliano. Consegue poi il Dottorato in Filosofia del Linguaggio sotto la guida del prof. De Mauro....
Leggi tutto

Bio

Marco Campogiani è originario di Urbino. Studia Filosofia a Roma e si laurea con una tesi pubblicata sul pensiero hegeliano. Consegue poi il Dottorato in Filosofia del Linguaggio sotto la guida del prof. De Mauro. Inizia a interessarsi alla sceneggiatura e, nel 2001, scrive due soggetti, con i quali partecipa al Premio Solinas; Liscio viene premiato e Il male radicale segnalato. In seguito ottiene diversi premi e segnalazioni in vari altri concorsi per soggetti e sceneggiature (Sacher, Baff, Premio Sordi, ecc.). Lavora anche per la televisione, nello spazio di sperimentazione di Laboratorio 5, e realizza con Claudio Moretti il documentario Teatro del silenzio (50', DV), su una compagnia teatrale di non-udenti che partecipa al IV Festival del teatro sordomuto. Nel 2003 realizza, come regista e sceneggiatore, insieme a Claudio Venneri, il cortometraggio Il prezzo dell'attesa (14', 35mm), distribuito nei cinema dalla Federazione Italiana Cinema d’Essai e presentato a varie rassegne di cortometraggi. Ha frequentato un «Corso di formazione per sceneggiatore cinematografico» sotto la guida di Umberto Contarello e Giuseppe Piccioni; e il VI “Corso di sceneggiatura televisiva” organizzato dalla RAI e dalla rivista “Script”, seguendo le lezioni di molti tra i più importanti maestri di screenwriting americani e italiani. Il soggetto Liscio diventa una sceneggiatura e un film, interpretato da Laura Morante e Antonio Catania. Il film vince il Premio Alice nella città al Festival del Cinema di Roma 2006, il premio Nice e ottiene 2 candidature ai David di Donatello. La cosa giusta è il suo esordio alla regia di un lungometraggio.

Regia