User icon
Gabriele Niola (Screenweek.it)
26.01.2011
Una eroe che è passato attraverso tutti i media (compresa la serie tv con Bruce Lee) approda ora al cinema ed è il film più strano del mese

Eye icon
4 Ci aspettavamo una cretinata pazzesca, dopo i titoli abbiamo subito visto Christoph Waltz (l'attore lanciato da Tarantino) in una scena gustosissima e divertente girata magnificamente.
4 Azione e umorismo, Green hornet e' questo. La storia e' quella del classico figlio di papa' tutto feste e donne che quasi annoiato si trova quasi casualmente a fare il supereroe grazie ad un ex assistente di suo padre. Perfetto l'attore che interpreta il fancazzista mitomane, eccezionale l'attore orientale, che dire poi del cattivo made in Tarantino e Cameron Diaz, un'altra bionda al servizio del supereroe dopo la Paltrow per Iron Man. La cosa poi bella del film e' che nonostante l'ambientazione moderna il film abbia uno stile un po' retro'. La forza del film e' poi l'ironia che sostituisce e accompagna l'azione. Un film pieno di houmor su un uomo miliardario che grazie al suo Robin del Sol Levante gioca a fare un supereroe giustiziere. Dalla prima all'ultima scena una regia pazzesca,per chi ama il genere imperdibile. Fichissime le macchine utilizzate e poi vedere Waltz cattivo e ironico vale il biglietto.

Globe icon
Neil Smith (Totalfilm.com)
18.02.2011
Though tonally uneven, Hornet nonetheless works as breezy, irreverent entertainment that makes a virtue of its unlikely elements. And there’s the added buzz of James Franco’s cameo.

Globe icon
Federico Pontiggia (www.cinematografo.it)
28.01.2011
Il Calabrone ha il merito di prendersi in giro, parodiando il genere in calzamaglia, ma non abbastanza: tra la tensione iconoclasta di Gondry e l’adattamento filologico finisce pari e patta, lasciando il film in una terra di mezzo.

Globe icon
Gabriele Niola (www.mymovies.it)
27.01.2011
Un film che a tratti somiglia ad un blockbuster, a tratti ad una commedia. E' un pastrocchio talmente pieno di caratteristiche provenienti da generi diversi da risultare inclassificabile, eppure misteriosamente godibile.

Globe icon
Laura Croce (www.radiocinema.it)
21.01.2011
Il film si distingue dagli altri superhero movies per la sua indeterminatezza di genere che impedisce di classificarlo in una categoria cinematografica. Non delude la capacità intramontabile di Gondry di unire la sua concezione artigianale dell’effetto speciale all’azione classica e al 3D.

Globe icon
Francesco Lomuscio (filmup.leonardo.it)
19.01.2011
“The Green Hornet”, le cui migliori sequenze sono senza dubbio quelle emozionanti degli inseguimenti automobilistici e delle imprese proto-Jet Li di Kato, è un godibile prodotto al di sopra della media.

Globe icon
dr. apocalypse (www.cineblog.it)
19.01.2011
Gondry ha dato vita ad un cinecomics talmente demenziale, stancante e noioso da far cadere le braccia. Maledettamente leggero, inutilmente riconvertito in 3D, con una demenzialità a tratti irritante e un insostenibile ed odioso protagonista.

Globe icon
ColinMckenzie (www.badtaste.it)
19.01.2011
Un film coraggiosamente poco commerciale, un prodotto confuso e poco convincente in cui il registra non mostra talento né stile.

Globe icon
Marco Minniti (www.movieplayer.it)
19.01.2011
Il film urla la sua appartenenza al cinema del terzo millennio, dalla profusione di scene d'azione all'uso massiccio del digitale, dal montaggio serrato all'inevitabile 3D e il regista, bravo nel dirigere ma privo delle sue peculiarità stilistiche, si riduce a mero esecutore di ordini superiori.

Globe icon
Marco Papaleo (Silenzio-in-Sala.com)
14.01.2011
The Green Hornet si presenta come una piacevole sorpresa nell'affastellato panorama di produzioni simili: Gondry ha infuso un po' (ma non troppo) del suo tocco caratteristico, mixato a dovere con l'ironia tipica dell'accoppiata Rogen/Goldberg.

Lascia anche tu una recensione o un commento su questo film!
11
Recensioni
Totali
0%
Positive
0%
Negative