Non c'è niente da fare, Eastwood con me coglie sempre nel segno. Le storie possono essere più o meno vicine al nostro vissuto e quindi colpirci più o meno forte, ma comunque colpiscono e quando l'immedesimazione con l'ottima protagonista è facile, come in questo caso, sono botte veramente dure. Dettagli, interpretazioni, facce, atmosfere. saranno pure trucchi di sceneggiatura triti e ritriti, però è impossibile non lasciarsi coinvolgere in una vicenda che va al di là di quanto ci hanno mostrato gli ottimi trailer di un ancor più ottimo film, di quelli che ci vogliono, perché raccontano storie vere, che bruciano dentro. C'è da sconsigliarlo solo ai genitori apprensivi.