Star Trek Beyond, il terzo della serie reboot, è quello che mi è piaciuto di più dei tre. Il primo era bello, l'emozione di sentir "battezzare" Tiberius impagabile, indimenticabile il rivedere Nimoy, però ho talmente malsopportato la sala macchine piena di tubi e altri dettagli che alla fine non ne ho un gran ricordo. Del due ho adorato Cumberbatch e la prima metà, ma la seconda anche no. Qui mi sono ritrovato ancor più vicino allo spirito originale della serie, contro le aspettative di chi temeva che Lin lo avrebbe snaturato per renderlo più Fast & Furious e invece no.